Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 45

Discussione: Nisei del 442nd RCT

  1. #1
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,796

    Exclamation Nisei del 442nd RCT

    Guardavo Focus.............hanno parlato e fatto vedere immagini sul 442 RCT composto di soldati americani ma di origini giapponesi, la cosa mi ha incuriosito, chi di voi sa qualcosa o ha materiale in merito? Tra l'altro pare che per i soldati di origini nipponica si usasse solo il filmato in B/N al contrario per gli altri si usava il colore.............sarà gradita qualsiasi info in merito thx

    Christian M.
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  2. #2
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: guardavo focus eh......................

    Visto che sono quelli che insieme ai negri (ops, ...coloured) della 92a hanno raggiunto Genova non dovresti aver difficoltà a trovare notizie. Se può interessarti una curiosità nell'immediato dopoguerra erano accampati a Voltri.
    Tra l'altro qui sul forum abbiamo qualcuno che si è specializzato nello studio proprio di queste truppe: si tratta solo di aspettare che passi di qui.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  3. #3
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,401

    Re: guardavo focus eh......................

    Trovato in rete:
    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=n ... nrZYv3_TRg.

    Spero sia gradito
    sven hassel
    duri a morire

  4. #4
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,796

    Re: guardavo focus eh......................

    Grazie a entrambi...................sapevo che da Genova era passata la Buffalo..........ma dei noldati nippo-americani no, so (dato che sto cercando anche io) che hanno combattuto sul fronte Franco-Tedesco, ma tranne il filmato su focus e a quello che ha trovato sven non ho trovato moltissimo, cercherò con altre chiavi di ricerca.

    Thx

    Christian M.
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di matt baker
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    84

    Re: guardavo focus eh......................

    E' soltanto l'unità più decorata dell'esercito statunitense, con 21 medaglie d'onore, 8 Distinguished Unit Citations,52 Distingued Service Crosses,560 Stelle D'Argento,22 Legion of Merits,4000 (sì son proprio 3 zeri) Stelle di Bronzo e 9486 Purple Hearts. Da notare che si parla di un'unità dell'organico di un reggimento. Per fare un paragone in ordine di grandezza che aiuta a capire la straordinarietà di quest'unità, la famosissima 101a divisione aviotrasportata vanta 2 medaglie d'onore nella Seconda Guerra mondiale.

    Il 442° RCT in quanto tale cominciò a combattere in Italia nel giugno 1944. Invece il 100° battaglione (che fu poi inserito nel 442°) composto da nippo americani delle Hawaii, entrò in combattimento nel settembre 1943,aggregato al 133° reggimento della 34° divisione Red Bull.
    Il 100° prese parte ai combattimenti a Cassino (il battaglione assaltò la Rocca Janula e si guadagnò il nome di Purple Hearth Battalion, dal nome dell'onorificenza concessa in seguito a ferite in combattimento) e ad Anzio. Si dice che nei combattimenti ad Anzio i nisei del 100° non presero mai prigionieri.
    Il 442° RCT si guadagnò una citazione presidenziale per una battaglia per il paese di Belvedere, presso Piombino il 26 giugno 1944. L'unità prese parte agli aspri combattimenti tra Cecina e Livorno (si segnala quello per la Hill 140).
    La compagnia Anticarro fu aggregata alla First Airborne TAsk Force e invase la Provenza con gli alianti il 15 agosto 1944. Fu raggiunta dal resto dell'unità a fine settembre. Il 442° fu poi aggregato alla 36a divisione "Texas" e combatté nei Vosgi dove ebbe occasione di liberare un battaglione della 36° che era rimasto accerchiato.
    Il 442° fu successivamente mandato lungo il confine italo-francese nelle Alpi Marittime per avvicendare la First Special Service Force.
    Nel marzo 1945 l'unità fu rimandata in Italia e aggregata alla 92a divisione "Buffalo". Prese parte ai combattimenti nella Lucchesia ( l'assalto al monte Folgorito) e liberarono Massa e Carrara. Videro la fine della guerra ad Aulla.

    A Pietrasanta lungo un viale c'è una statua dedicata a Sadao Munemori, soldato del 100° battaglione/442° rgt, insignito della medaglia d'onore postuma per le sue azioni a Seravezza il 5 aprile 1945.

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di francesco-5th
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Toscana
    Messaggi
    591

    Re: guardavo focus eh......................

    Citazione Originariamente Scritto da matt baker
    E' soltanto l'unità più decorata dell'esercito statunitense, con 21 medaglie d'onore, 8 Distinguished Unit Citations,52 Distingued Service Crosses,560 Stelle D'Argento,22 Legion of Merits,4000 (sì son proprio 3 zeri) Stelle di Bronzo e 9486 Purple Hearts. Da notare che si parla di un'unità dell'organico di un reggimento. Per fare un paragone in ordine di grandezza che aiuta a capire la straordinarietà di quest'unità, la famosissima 101a divisione aviotrasportata vanta 2 medaglie d'onore nella Seconda Guerra mondiale.

    Il 442° RCT in quanto tale cominciò a combattere in Italia nel giugno 1944. Invece il 100° battaglione (che fu poi inserito nel 442°) composto da nippo americani delle Hawaii, entrò in combattimento nel settembre 1943,aggregato al 133° reggimento della 34° divisione Red Bull.
    Il 100° prese parte ai combattimenti a Cassino (il battaglione assaltò la Rocca Janula e si guadagnò il nome di Purple Hearth Battalion, dal nome dell'onorificenza concessa in seguito a ferite in combattimento) e ad Anzio. Si dice che nei combattimenti ad Anzio i nisei del 100° non presero mai prigionieri.
    Il 442° RCT si guadagnò una citazione presidenziale per una battaglia per il paese di Belvedere, presso Piombino il 26 giugno 1944. L'unità prese parte agli aspri combattimenti tra Cecina e Livorno (si segnala quello per la Hill 140).
    La compagnia Anticarro fu aggregata alla First Airborne TAsk Force e invase la Provenza con gli alianti il 15 agosto 1944. Fu raggiunta dal resto dell'unità a fine settembre. Il 442° fu poi aggregato alla 36a divisione "Texas" e combatté nei Vosgi dove ebbe occasione di liberare un battaglione della 36° che era rimasto accerchiato.
    Il 442° fu successivamente mandato lungo il confine italo-francese nelle Alpi Marittime per avvicendare la First Special Service Force.
    Nel marzo 1945 l'unità fu rimandata in Italia e aggregata alla 92a divisione "Buffalo". Prese parte ai combattimenti nella Lucchesia ( l'assalto al monte Folgorito) e liberarono Massa e Carrara. Videro la fine della guerra ad Aulla.

    A Pietrasanta lungo un viale c'è una statua dedicata a Sadao Munemori, soldato del 100° battaglione/442° rgt, insignito della medaglia d'onore postuma per le sue azioni a Seravezza il 5 aprile 1945.
    splendido il riassunto Matt Baker!
    il materiale sulle imprese del 442nd RCT è molto ampio e le cose da dire sono davvero tante, iniziando dalle origini e dalla storia di questi soldati, chiamati Nisei.

    Dopo l'attacco di Pearl Harbor, l'FBI raccolse tutti i "cittadini" di origine Giapponese in veri e propri campi.

    A questi giovani, figli di giapponesi immigrati - soprattutto dalle isole Hawaii - fu data l'opportunità di dimostrare che ora erano Americani, nonostante le restrizioni di cui erano stati oggetto le loro intere famiglie.

    Tornando all'impiego sul nostro territorio, mi viene da aggiungere, sull'istante, che dopo l'azione che portò allo sfondamento della Linea Gotica, il 442nd Regimental Combat Team fu impegnato in ulteriori azioni ed in particolare, in località San Terenzo - Provincia della Spezia - dove nei combattimenti prese parte l'allora Tenente Daniel Inouye, che riportò serie ferite e la perdita di un braccio.

    All'epoca, oltre alle ordinarie decorazioni - Bronze Star Medal e Purple Heart Medal - fu insignito della Distinguish Service Cross, seconda decorazione per importanza dell'esercito Statunitense, in quanto la "Medal of Honor" - la Medaglia d'Onore del Congresso - non era solitamente concessa, a quei tempi, a truppe di colore o di etnia non bianca.

    Solo negli anni 90 sotto l'amministrazione Clinton, vennero attribuite da parte del Congresso, svariate medaglie d'Onore del Congresso, a riconoscimento delle azioni compiute da truppe di colore o, in questo caso da soldati di etnia definita Nippo - Americana.

    Ebbene, il Tenente Daniel Inouye è stato Senatore degli Stati Uniti d'America per lo Stato delle Hawaii e credo che ancor attualmente ricopra qualche importante e prestigiosa carica Istituzionale.

    ecco un link del suo stato di "servizio".....

    http://en.wikipedia.org/wiki/Daniel_Inouye
    Ford GPW - DoD June 1943

  7. #7
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Re: guardavo focus eh......................

    ottime integrazione ...ho qualche patch dei nisei , le posterò nei prossimi giorni sempre che qualcuno non mi preceda
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,886

    Re: guardavo focus eh......................

    [quote=francesco-5th]
    Citazione Originariamente Scritto da "matt baker":894efg27
    E' soltanto l'unità più decorata dell'esercito statunitense, con 21 medaglie d'onore, 8 Distinguished Unit Citations,52 Distingued Service Crosses,560 Stelle D'Argento,22 Legion of Merits,4000 (sì son proprio 3 zeri) Stelle di Bronzo e 9486 Purple Hearts. Da notare che si parla di un'unità dell'organico di un reggimento. Per fare un paragone in ordine di grandezza che aiuta a capire la straordinarietà di quest'unità, la famosissima 101a divisione aviotrasportata vanta 2 medaglie d'onore nella Seconda Guerra mondiale.

    Il 442° RCT in quanto tale cominciò a combattere in Italia nel giugno 1944. Invece il 100° battaglione (che fu poi inserito nel 442°) composto da nippo americani delle Hawaii, entrò in combattimento nel settembre 1943,aggregato al 133° reggimento della 34° divisione Red Bull.
    Il 100° prese parte ai combattimenti a Cassino (il battaglione assaltò la Rocca Janula e si guadagnò il nome di Purple Hearth Battalion, dal nome dell'onorificenza concessa in seguito a ferite in combattimento) e ad Anzio. Si dice che nei combattimenti ad Anzio i nisei del 100° non presero mai prigionieri.
    Il 442° RCT si guadagnò una citazione presidenziale per una battaglia per il paese di Belvedere, presso Piombino il 26 giugno 1944. L'unità prese parte agli aspri combattimenti tra Cecina e Livorno (si segnala quello per la Hill 140).
    La compagnia Anticarro fu aggregata alla First Airborne TAsk Force e invase la Provenza con gli alianti il 15 agosto 1944. Fu raggiunta dal resto dell'unità a fine settembre. Il 442° fu poi aggregato alla 36a divisione "Texas" e combatté nei Vosgi dove ebbe occasione di liberare un battaglione della 36° che era rimasto accerchiato.
    Il 442° fu successivamente mandato lungo il confine italo-francese nelle Alpi Marittime per avvicendare la First Special Service Force.
    Nel marzo 1945 l'unità fu rimandata in Italia e aggregata alla 92a divisione "Buffalo". Prese parte ai combattimenti nella Lucchesia ( l'assalto al monte Folgorito) e liberarono Massa e Carrara. Videro la fine della guerra ad Aulla.

    A Pietrasanta lungo un viale c'è una statua dedicata a Sadao Munemori, soldato del 100° battaglione/442° rgt, insignito della medaglia d'onore postuma per le sue azioni a Seravezza il 5 aprile 1945.
    splendido il riassunto Matt Baker!
    il materiale sulle imprese del 442nd RCT è molto ampio e le cose da dire sono davvero tante, iniziando dalle origini e dalla storia di questi soldati, chiamati Nisei.

    Dopo l'attacco di Pearl Harbor, l'FBI raccolse tutti i "cittadini" di origine Giapponese in veri e propri campi.

    A questi giovani, figli di giapponesi immigrati - soprattutto dalle isole Hawaii - fu data l'opportunità di dimostrare che ora erano Americani, nonostante le restrizioni di cui erano stati oggetto le loro intere famiglie.

    Tornando all'impiego sul nostro territorio, mi viene da aggiungere, sull'istante, che dopo l'azione che portò allo sfondamento della Linea Gotica, il 442nd Regimental Combat Team fu impegnato in ulteriori azioni ed in particolare, in località San Terenzo - Provincia della Spezia - dove nei combattimenti prese parte l'allora Tenente Daniel Inouye, che riportò serie ferite e la perdita di un braccio.

    All'epoca, oltre alle ordinarie decorazioni - Bronze Star Medal e Purple Heart Medal - fu insignito della Distinguish Service Cross, seconda decorazione per importanza dell'esercito Statunitense, in quanto la "Medal of Honor" - la Medaglia d'Onore del Congresso - non era solitamente concessa, a quei tempi, a truppe di colore o di etnia non bianca.

    Solo negli anni 90 sotto l'amministrazione Clinton, vennero attribuite da parte del Congresso, svariate medaglie d'Onore del Congresso, a riconoscimento delle azioni compiute da truppe di colore o, in questo caso da soldati di etnia definita Nippo - Americana.

    Ebbene, il Tenente Daniel Inouye è stato Senatore degli Stati Uniti d'America per lo Stato delle Hawaii e credo che ancor attualmente ricopra qualche importante e prestigiosa carica Istituzionale.

    ecco un link del suo stato di "servizio".....

    http://en.wikipedia.org/wiki/Daniel_Inouye[/quote:894efg27]ottimo francesco interessante tutto.

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Re: guardavo focus eh......................

    A questi giovani, figli di giapponesi immigrati - soprattutto dalle isole Hawaii - fu data l'opportunità di dimostrare che ora erano Americani, nonostante le restrizioni di cui erano stati oggetto le loro intere famiglie.
    Cioè a fare la carne da cannone...
    Essere "diversamente bianchi" negli USA allora (solo allora ?) non era molto facile...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  10. #10
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,796

    Re: guardavo focus eh......................

    Bravi ragazzi complimenti per le vostre ottime competenze!!!!!!!!! invito tutti (me compreso) a limitarsi alla parte storica uniformologica etc..............integrando per quanto possibile questo tema con foto link etc, magari anche nomi di testi in cui si parla dell'argomento............mi sembra interessantissimo.

    Christian M.
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •