Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Nonno rr.cc.

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    10

    Nonno rr.cc.

    Buon giorno a tutti, mi presento alla stanza e chiedo aiuto.
    Appasionato di Storia Militare (specie Grande Guerra ma non solo), Genealogia e Araldica e Collezionista di Militaria da qualche tempo. Sto scrivendo la Storia di Famiglia originaria di Felizzano (AL).
    Il nonno in questione (classe 1893) studia presso una scuola (o collegio) ad impronta militare, si arruola volontario nei RR.CC. a Piedi nel 1911 (Legione Torino) e con lo scoppio della guerra nel 1916 è trattenuto alle armi ed inviato in territorio dichiarato in stato di guerra presso il 268° Plotone Mobilitato dei RR.CC. per poi passare (1917) nel 3° Reggimento Alpini Battaglione Pinerolo, ecc. ecc. ecc. (Tenente di Complemento, Mitragliere Fiat, Ardito del XXII° Reparto d'Assalto, MAVM - Moriago 1918, Albania, Libia e poi a casa).

    Chiedo agli esperti :
    - si è a conoscenza se nella provincia di Asti o Alessandria o comunque in quella zona del Piemonte esistesse una scuola o un collegio militare o ad impronta militare nel periodo a cavallo 1800/1900 ?
    - quali erano i requisiti che consentivano l'arruolamento volontario nei RR.CC. nel 1911 ?
    - si è a conoscenza di informazioni sul 268° Plotone dei RR.CC., in quale territorio fu mandato, a quale armata o corpo d'armata, ecc. fu assegnato e con quali compiti, a che battaglie partecipò, ecc. ?
    - Questa la foto del nonno in divisa da RR.CC., qualche esperto in uniformi può darmi delucidazioni ?

    Purtroppo chi sapeva ormai non c'è più e ricostruire una storia familiare, o militare, non è semplice.NONNO CARABINIERE.jpg

    Grazie per l'aiuto che potrò avere.

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2016
    Messaggi
    57
    Salve, innanzitutto grazie di aver gelosamente conservato la bella foto del nonno (classe 1893 come mio nonno Giuseppe, sergente e Cavaliere di Vittorio Veneto)....i nostri nonni sono la storia d'Italia e meritano tutto il nostro rispetto e affetto. Riguardo la scuola militare che potrebbe aver frequentato in Piemonte la principale era il Collegio Albertino che era nel torinese, ma all'epoca ce ne erano molte disseminate, specialmente in Piemonte. Riguardo la divisa è la classica giubba/marsina per grande uniforme da carabiniere a piedi e a cavallo dell'epoca (giunta quasi immutata fino ai giorni nostri). Riguardo i requisiti per l'arruolamento erano, oltre a salute e prestanza fisica perfette o aver già prestato servizio militare con onore e senza punizioni, non aver riportato condanne penali o avere procedimenti in corso all'atto dell'arruolamento nell'Arma, saper leggere e scrivere correntemente, essere di famiglia fedele al regno (quindi le informazioni su genitori, nonni e parenti stretti erano molto precise e dettagliate per quanto possibile). Se di interesse posso spulciare nei vari annuari e fogli d'ordine dell'epoca che ho e darti notizie più precise. Riguardo l'impiego del reparto ove prestava servizio tuo nonno ti consiglio di contattare l'Ufficio Storico dell'Arma dei Carabinieri, penso potrà esserti utile.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    10
    Grazie delle risposte con precisazioni e conferme su quanto solo in parte già sapevo. Riguardo la scuola "militare" frequantata penso mi sarà quasi impossibile individuarla senza un qualche riferimento anche generico da cui partire. Farò comunque un tentativo al Collegio Albertino : forse da potrò continuare la ricerca. Ho scritto sia all'Ufficio Storico che al Museo Storico dell'Arma e spero mi diano qualche notizia più precisa. Nel frattempo ho trovato un riferimento riguardante il 268° Plotone mobilitato : nel dicembre 1916 dipendeva dal XII° Corpo d'Armata operante in Carnia (comandante Generale Bruno Tassoni se non vado errato) ed era dislocato dal Monte Peralba alla Val della Fella compresa e con la destra fino al Monte Canin escluso. I compiti attribuiti dovrebbero essere quelli consueti di polizia e sicurezza in ambito sia civile che, soprattutto e purtroppo, militare. Se spulciando trovi altre informazioni mi saranno gradite.
    Quando avrò altre notizie le posterò per la giusta condivisione ed attendo qualche altra precisazione da altri esperti e appassionati.
    Nel frattempo ONORE ai nostri nonni.

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    266
    Ciao PILLO per maggiori documentazioni, se non l'hai già fatto, ti consiglio di passare dall'Archivio di Stato della provincia di nascita di tuo nonno e chiedere copia del foglio matricolare, non credo che l'Ufficio Storico e il Museo dell'Arma dei cìCarabinieri possano darti ulteriori informazioni, tranne nei casi di medaglie al valore.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    10
    Grazie luigils, dal foglio matricolare e dallo stato di servizio già in mio possesso non emerge nulla di più di quanto detto.

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •