Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 37

Discussione: Obice da 105mm M1 e varianti

  1. #11
    La differenza sostanziale è che nelle munizioni fumogene a fumo colorato vi è solo la presenza di composizione fumogena, spolette deflagranti e cariche di accensione ed espulsione, mentre nelle fumogene incendiarie, la spoletta è detonante che aziona una carica di rottura o booster che letteralmente frammenta l'involucro della granata, incendia e disperde l'agente fumogeno/incendiario.


    Ciao.
    Tanto per capire. Quelle fumogene incendiarie allora non avevano il tappo di fondo, se la carica frammentava la granata? E se così è, come venivano caricate?

    grazie

  2. #12
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    Ciao,
    la granata da 105mm WP M60 non aveva il tappo, al suo interno, oltre al caricamento al fosforo bianco (WP), aveva il burster M5 contenente 85 grammi di tetrile che provvedeva a "spaccare" la granata e quindi far reagire il fosforo. Su tale granate era impiegata la spoletta a percussione istantanea M57 in congiunzione con il detonatore (booster) M22.


    viste le informazioni emerse in questo topic provvedero a cambiare il titolo al topic fornendo una linea guida sul munizionamento per l'obice da 105mm M1 e varianti. Chiunque volesse partecipare con foto in azione e pezzi di proprietà non esiti a postarli
    grazie

    visto che si è parlato di colorazione, di seguito una foto con le principali granate utilizzate dall'obice americano.
    105mm WP Smoke M60
    105mm BE Smoke M84
    105mm HE M1
    105mm HEAT M67
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  3. #13
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    le differenti cariche di lancio per obice M3, M2, M2A1 ed M4
    nella seconda foto le cariche per M3
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #14
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    I bossoli utilizzati erano del tipo semifixed, type 1 e fixed type 2
    105mm M14 type 1
    105mm M14 type 2 esclusivamente per la granata HEAT M67 criimpata al bossolo
    105mm M14 B1 in acciaio
    105mm JX in acciaio arrotolato, probabile produzione postbellica
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  5. #15
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    nel fondello sono impressi i marchi relativi al tipo di bossolo
    105 MM M 14 Type 1

    fabbricante, anno di produzione e lotto

    i marchi ad inchiostro indicavano il lotto, la granata ed il tipo di arma che poteva utilizzare tale colpo.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  6. #16
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497
    La granata al fosforo bianco, fumogena incendiaria, era identica per costituzione alla granata ad alto esplosivo, impiegava spolette detonanti, come ci ha illustrato il buon Fert, e innescando una carica di rottura, questa provvedeva a rompere l'involucro stesso, accendere e disperdere il fosforo bianco.
    La granata veniva riempita di fosforo bianco pastoso e artificialmente raffreddato (in quanto si autoaccende a circa 30° ed in presenza di ossigeno), dal bocchino dove alloggiava la spoletta, che successivamente veniva impegnato dall'alloggiamento della carica di rottura e contestualmente sigillato.
    Ovviamente non era a base emissione, non presenta elementi fumogeni eiettabili e quindi non aveva il tappo di fondello.
    Ciao Francesco
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

  7. #17
    Grazie. ora è tutto chiaro.

    ciao

  8. #18
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    qualche foto in azione, M3 ed un probabile M2. Infine lo stoccaggio di munizioni.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    44
    Davvero complimenti a tutti per le incredibili conoscenze in materia! Quindi, assodato che la granata del mio amico presenta il tappo di fondo espulso, e che la carica di polvere nera di espulsione degli elementi fumogeni non è più presente come si vede dalla seconda serie di foto che ho postato, riguardo la spoletta in definitiva, cosa ne pensate??? Dovrebbe aver anch'essa funzionato a dovere e quindi completamente inerte a meno che qualche pazzo non abbia svitato il tappo, scaricato i moduli fumogeni e la carica di polvere nera, ma a giudicare dalla filettatura rovinata credo più probabile un'espulsione per corretto funzionamento...Chiedo scusa se sono ripetitivo ma confido nelle vostre conoscenze per sopperire a questo mio dubbio. Grazie ancora......P.S. appena possibile postero' anche le foto di due bossoli 105 rinvenuti da scavo che posseggo ed il tappo-anello a vite da trasporto....Grazie a tutti!

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497
    Determinate valutazioni sono difficili, come ti dicevo, da effettuare a mezzo foto, anche se apparentemente sembra che la situazione sia nei termini che tu stesso hai descritto, avallando l'ipotesi stessa con l'analisi visiva del pezzo.
    La spoletta potrebbe essere controllata, verificando l'assenza di ostruzioni nei fori di ventilazione, che garantivano l'afflusso di ossigeno alla miscela pirica che determinava, con la sua combustione, il tempo preimpostato dall'artigliere...i fori sono direttamente in collegamento con la traccia stessa di polvere pirica.
    Ciao Francesco
    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato