Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 54

Discussione: Occhio ragazzi, occhio...

  1. #31
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Per quanto riguarda le esplosioni durante gli incendi boschivi posso confermarlo da testimonianze dirette, l'estate scorsa mi trovavo a Vergato nel Bolognese per un'intervento di supporto ai Vigili del Fuoco di quella località* su un'incendio boschivo, e parlando con questi si lamentavano del fatto che gli era capitato spesso, durante questi incendi, di trovarsi in mezzo ad esplosioni di diversa intensità*, anche a pochi metri da loro.
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    698
    Sono ordigni creati per uccidere, in quel tempo per l'uso specifico della guerra e ora per chi và* in cerca di "bei pezzi", comunque sono ancora efficaci: UCCIDONO.
    Sul giornale di Vicenza "era esperto" già* ERA.
    L'esperienza accumulata in anni di manneggiamenti ti porta alla sicurezza????

    Purtroppo !!!!!!!!
    "NELLA ROCCIA, COME LA ROCCIA". motto XI°R.A.P.

  3. #33
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Un mio vecchio amico ex Xa MAS Barbarigo, ex Comsubin, mi raccontava che durante l'opera di sminamento usavano spesso recuperare i metalli più nobili per arrotondare la paga...
    Poi, di solito, inabbissavano gli ordigni in fondali profondissimi... Fino a quando una HE da 88 è esplosa DA SOLA mentre scendeva in profondità*... e nessuno aveva cercato di aprirla... e non erano passati decenni dalla sua produzione...
    Da allora la prudenza non fu mai troppa, tra gli... (fino ad allora) allegrotti ragazzi sminatori, artificieri, della Marina Militare....
    ed era la stessa squadra che aveva sgomberato i porti pugliesi dalle bombe chimiche, non bambocci...

    Ho già* postato, altrove, il fatto che qualche anno fa tra le dolomiti sono saltati in aria due cercatori austriaci con il metal detector... dubito che stessero cercando di aprire l'ordigno sul campo...
    Dire che esplodono solo se si cerca di aprirli è una responsabilità* che non oserei prendermi... e dormo tranquillo...
    Boh...

  4. #34
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Beh...
    cosa stessero facendo, e con cosa... chissà* come si è capito...?
    Io ricordo che avevano lasciato un buco tale che per capire chi fossero e quanti fossero, hanno dovuto aspettare che si svuotasse il parcheggio a valle, in base alla targa dell'ultima auto rimasta indentificarono le schegge d'osso...
    Bah...

  5. #35
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    942
    Non sapevo che la polvere nera diventasse così pericolosa! In un mercatino che ogni tanto frequento conosco un signore che è una vita che raccoglie e smonta bam della ww1 (poi le vende), tra l'altro il suo metodo non è molto prudente (le taglia o le SPACCA) però non gli è mai successo nulla e mi ha sempre detto che tali esplosivi si deteriorano con l'umidità* diventando praticamente "terra", l'unica cosa è non andarci con fiamme e scintille (ma anche qui ha dei dubbi che alcuni "ex esplosivi" reagiscano, in particolare ha sempre sottolineato proprio la polvere nera...). Le cose che invece non si fida a "sgagnare" sono i proiettili d'artiglieria.
    Non fraintendetemi, non voglio assolutamente dire che andare a scancherare con delle bam sia sicuro, rimangono sempre BOMBE, in grado di uccidere anche a distanza di 90 anni!
    [ciao2]
    Inge

  6. #36
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Bisognerebbe sentire un chimico: la polvere nera è fabbricata con zolfo, salnitro e carbone. Se ricordo bene vanno legati in ambiente umido...
    Poi con l'umido si dissociano? Boh...

    Cordite, balistite e tnt, riasciugati, reagiscono: lo so per certo...

    Ma poi chi ha detto che devono per forza inumidirsi?
    Un mio conoscente metteva questi oggetti prima in emulsione di acqua, spirito e sapone: il liquido economico più penetrante che ci sia... ma poi, almeno a dir suo, mica sempre trovava la polvere bagnata...
    Boh... io non ho mai voluto cimentarmi...
    Auguri!

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    65
    Non ho sottomano il manuale della Scuola Genio Pionieri, ma, a memoria, ricordo che si parlava dell'acido picrico che viene utilizzato nel caricamento di proietti di artiglieria. Invecchiando, in particolari condizioni, produce i picrati che sono sali sensibilissimi ad urto e sfregamento. E' quello che, mutatis mutandis, succede alla dinamite quando invecchiando "trasuda".
    Cordialità*
    Gianfederico

  8. #38
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Boni, ragazzi, lasciate perdere!...
    Il collezionismo non è mica un percorso ad ostacoli, a eliminazione diretta...!!
    380 lutti... sono TROPPI...
    Non è mica "Highlander... Ne rimarrà* uno solo..."

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    ciao a tutti..e quoto i vari interventi finalizzati alla prudenza..

    solo per ribadire sul discorso incendi e zone..
    per quanto riguarda Cassino e zone limitrofe..certo decisamente più radi con il passare degli anni, ma le esplosioni che si ascoltano durante gli incendi estivi sono relative a munizioni ancora presenti che saltano in aria a causa (evidentemente) del calore..(poichè non sono un esperto!)
    zone che negli anni hanno "subito" diverse e ripetute opere di bonifica..
    (non sempre trasparenti)..
    di esplosioni recenti in zone "Shingle"..non ne ricordo accidentali (causa incendi), non che non ce ne siano state, ma furono sicuramente più coloro che saltarono in aria per scaricare ogive con cui fabbricare bombe da utilizzare in mare per pescare!..alcuni addirittura per fabbricare fuochi d'artificio..

    tornando invece all'epoca subito post guerra..diciamo i primi due tre anni..in pieno recupero metalli etc..sempre in queste zone ricorda un testimone che non fosse rado andare al funerale di qualche giovane coetaneo a causa di una mossa sbagliata o di una identificazione avventata o, di notte, vedere traccianti e altro sparati verso i cielo a mò di festa paesana su tutta la pianura..e da più punti..

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  10. #40
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Eh... figurati...
    Ad Albano ce ne è di persone, oggi avanti con gli anni, con occhi di vetro o mutilati o che hanno perso compagnucci di gioco da bambini, per aver trovato questo o quell'oggetto...
    Da queste parti esisteva un istituto specializzato per l'avviamento al lavoro di questi giovanissimi sfortunati...
    Lo chiamavano "l'istituto dei mutilatini"...
    Quando giocavo in campagna, alla presenza di uno dei miei nonni, era difficile mantenere la serenità*... "non raccogliere nulla, non toccar nulla" etc... era gente che ormai era rimasta molto traumatizzata dagli eventi, anche se le zone erano state bonificate...
    Comunque solo un paio di anni fa, nel cortile della scuola Media (Trilussa, mi pare che si chiami...) di Cecchina è emerso l'ennesimo ordigno...

Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato