Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 18 di 18

Discussione: ogiva di che proiettile?

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    brescia
    Messaggi
    162

    Re: ogiva di che proiettile?

    Citazione Originariamente Scritto da stecol
    Non ne sono sicuro al 100% ma ATE dovrebbe essere "Atelier de Construction de Toulouse", mentre il 3.16 è sicuramente il 3° trimestre del 1916.

    Al centro non ci dovrebbe essere una lettera ? Una "P" probabilmente ('nnaggia a quando imparerete a mettere le foto a fuoco, in compenso le conchiglie si vedono benissimo !)

    Ciao
    Stefano
    Ciao stefano c e una d in mezzo!!!!ahahahahaha!!!!! Non e' colpa mia e' la macchina che non mette a fuoco .... sono conchiglie della Corsica!!!!!!!

  2. #12
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554

    Re: ogiva di che proiettile?

    Citazione Originariamente Scritto da alle79ts
    Non e' colpa mia e' la macchina che non mette a fuoco ....
    Si, perchè la macchina è così intelligente che gli fai un fischio, esce fuori dalla custodia e leggendoti nel pensiero fotografa quello che desideri ....
    Ma chi la reggeva ?

    Quando succedono queste cose, ci si allontana di qualche decina di centimetri e si agisce di zoom.
    Un 'altra cosa l'oggetto mai al centro della foto, altrimenti si becca in pieno la luce del flash, possibilmente nella parte bassa della foto.

    Ciao
    Stefano
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  3. #13
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554

    Re: ogiva di che proiettile?

    La "D" al centro del fondello indica il fornitore della materia prima e sembrerebbe essere la "Société Francaise Electro-Metallurgique de Dives"

    Ciao
    Stefano
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    brescia
    Messaggi
    162

    Re: ogiva di che proiettile?

    Citazione Originariamente Scritto da stecol
    La "D" al centro del fondello indica il fornitore della materia prima e sembrerebbe essere la "Société Francaise Electro-Metallurgique de Dives"

    Ciao
    Stefano
    grazie fessssssss stefano !!!!!!!!!!!!! ........osserverò i tuoi consigli!!!!!!!! ciao!!!!!!!

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Erbil, Kurdistan, Iraq
    Messaggi
    152

    Re: ogiva di che proiettile?

    Le cartucce Lebel erano utilizzate dalle mitragliatrici St.Etienne e Hotchkiss, in dotazione anche al REI. Inoltre in Adamello furono utilizzati anche fucili mitragliatori Chauchat, sempre con munizionamento Lebel. Se non sbaglio almeno un caricatore a mezzaluna per Chauchat era in mostra al Museo di Temù, proveniente dall'Adamello.

    Ho anch'io alcune palle Lebel "sparate". Non si trovano molto spesso, ma sono in ottime condizioni grazie alla blindatura totale che impedisce la penetrazione dell'umidità, che si mangia il piombo.
    Ho anche una lastra-caricatore St.Etienne da 25 (24?) colpi datata 17, trovata a vista in retrovie italiane in zona Stelvio, tantissimi anni fa (quando ancora si trovava molto materiale in bella vista appena fuori dai sentieri).
    Energia Nucleare ???
    No, Grappa !!!

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    1,815

    Re: ogiva di che proiettile?

    Citazione Originariamente Scritto da franzmaximilian
    Le cartucce Lebel erano utilizzate dalle mitragliatrici St.Etienne e Hotchkiss, in dotazione anche al REI. Inoltre in Adamello furono utilizzati anche fucili mitragliatori Chauchat, sempre con munizionamento Lebel. Se non sbaglio almeno un caricatore a mezzaluna per Chauchat era in mostra al Museo di Temù, proveniente dall'Adamello.

    Ho anch'io alcune palle Lebel "sparate". Non si trovano molto spesso, ma sono in ottime condizioni grazie alla blindatura totale che impedisce la penetrazione dell'umidità, che si mangia il piombo.
    Ho anche una lastra-caricatore St.Etienne da 25 (24?) colpi datata 17, trovata a vista in retrovie italiane in zona Stelvio, tantissimi anni fa (quando ancora si trovava molto materiale in bella vista appena fuori dai sentieri).
    Le ogive del lebel non sono Camiciate come quelle del Carcano 91 o del Mannlicher ma sono in rame indurito Io quest'anno ho trovato un caricatore del Saint Etienne che andava bene anche nella mitragliatrice Hotchkiss
    CERCARE REPERTI BELLICI E' UNA MALATTIA,UNA BELLISSIMA MALATTIA?

    CHIUDIAMO SEMPRE I BUCHI CHE FACCIAMO

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    brescia
    Messaggi
    162

    Re: ogiva di che proiettile?

    Citazione Originariamente Scritto da franzmaximilian
    Le cartucce Lebel erano utilizzate dalle mitragliatrici St.Etienne e Hotchkiss, in dotazione anche al REI. Inoltre in Adamello furono utilizzati anche fucili mitragliatori Chauchat, sempre con munizionamento Lebel. Se non sbaglio almeno un caricatore a mezzaluna per Chauchat era in mostra al Museo di Temù, proveniente dall'Adamello.

    Ho anch'io alcune palle Lebel "sparate". Non si trovano molto spesso, ma sono in ottime condizioni grazie alla blindatura totale che impedisce la penetrazione dell'umidità, che si mangia il piombo.
    Ho anche una lastra-caricatore St.Etienne da 25 (24?) colpi datata 17, trovata a vista in retrovie italiane in zona Stelvio, tantissimi anni fa (quando ancora si trovava molto materiale in bella vista appena fuori dai sentieri).
    hai ragione franzmaximilian , oggi giorno anche in ghiacciaio si trova poco ,,,,e con un gran rischio !!!!!

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Erbil, Kurdistan, Iraq
    Messaggi
    152

    Re: ogiva di che proiettile?

    Citazione Originariamente Scritto da jeijei
    Le ogive del lebel non sono Camiciate come quelle del Carcano 91 o del Mannlicher ma sono in rame indurito Io quest'anno ho trovato un caricatore del Saint Etienne che andava bene anche nella mitragliatrice Hotchkiss
    Oggi sono in vena di fare il pignolino.... non abbiatevene!
    Mentre le palle italiane erano camiciate in maillechort (lega di rame zinco e nichel), quelle AU erano rivestite in acciaio (non certo inox, come ben sappiamo dai nostri ritrovamenti)
    Energia Nucleare ???
    No, Grappa !!!

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato