Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: OM CL 52 Alpini paracadutisti

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    OM CL 52 Alpini paracadutisti

    L' OM CL 52 conservato presso il museo della Motorizzazione Militare alla Cecchignola in una foto degli anni '90. La colorazione è ancora quella originale e lo stanag a fondo verde sembrerebbe indicare un reparto alpino. Ma sul fianco dell' automezzo si vede chiaramente un fregio di colore azzurro (seconda compagnia?) in forma di paracadute con stella all' estremità del fascio funicolare. E' degli alpini paracadutisti? Ma sopratutto, è regolamentare?
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Una cosuccia che non tutti sanno: questi veicoli non erano di proprietà dell'esercito italiano ma ci erano stati forniti dagli Stati Uniti in base ad una delle tante forme di assistenza mutua.
    Quando vennero dismessi furono formalmente restituiti agli USA che provvide alla vendita ai privati.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Parliamo di OM CL 52 o di Beep della Dodge?
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Chi ha mai parlato di Dodge? Se ti può interessare anni fa avevo sia un OM come questo che due Dodge (un WC51 ed un WC52), quindi credo di conoscere bene la differenza. Ed è anche per questo che conosco la differenti procedure di acquisizione.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Ecco, grazie.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  6. #6
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Citazione Originariamente Scritto da kanister Visualizza Messaggio
    Una cosuccia che non tutti sanno: questi veicoli non erano di proprietà dell'esercito italiano ma ci erano stati forniti dagli Stati Uniti in base ad una delle tante forme di assistenza mutua.
    Quando vennero dismessi furono formalmente restituiti agli USA che provvide alla vendita ai privati.
    Era un sistema per standardizzare il più possibile le dotazioni in ambito NATO ma anche per risparmiare i costi di trasporto dagli Usa. Inoltre le commesse stipulate con industrie locali stimolavano la crescita economica dell' Europa postbellica e permettevano l' acquisizione di know-how. Ho recuperato due foto che mostrano i primi prototipi su un percorso di prova nel cortile di una fabbrica (o forse di una caserma) di fronte a militari in kaki e operai in tuta. Si noti l' assenza di ogni marchio di fabbrica sul frontale dei mezzi.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato