Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Omaka Classic Fighters

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Omaka Classic Fighters

    Conoscevate questo museo? Si trova in Nuova Zelanda e tratta principalmente di cimeli aeronautici della prima guerra mondiale. L'esposizione permanente propone non pochi aerei originali della Grande Guerra, ma ancor più splendide riproduzioni assolutamente fedeli, spesso di velivoli molto rari o scomparsi.
    Tra gli altri vi è un originale Caproni 22, purtroppo ceduto dal museo Caproni di Taliedo.
    Il museo organizza anche rievocazioni storiche "in movimento" di tutte le epoche (dal 1900 in poi), con velivoli originali in condizioni di volo (warbirds) provenienti da tutto il mondo, e perfette repliche volanti (tra cui un bel Nieuport Bebè 11 coi colori italiani e un'intera squadriglia di Fokker triplani!) non esclusi i mezzi terrestri (riproduzioni e originali marcianti e non di automezzi e carri armati) e i figuranti in uniformi storiche. Date un'occhiata a foto e video. Aggiungo inoltre che il recente numero di marzo della rivista "Storia Militare" ha dedicato un articolo al museo.

    Omaka Classic Fighters Airshow

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Da paura... quando da noi?

    Non credo sia solo una questione di soldi... o forse si?
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Da noi credo mai! Io l'ho visto di persona e collaboro con gli organizzatori e c'è da impaurirsi per quanta roba c'è.PaoloM

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275
    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal Visualizza Messaggio
    Da paura... quando da noi?

    Non credo sia solo una questione di soldi... o forse si?
    Mbeh, il fatto che uno dei pezzi migliori del museo arrivi, ahinoi, da una cessione del museo Caproni, qualcosa vorrà dire...
    Ma temo che purtroppo il problema sia più grave, perchè da noi c'è una grossa mancanza culturale su questi temi.
    Causa non ultima secondo me, ma neppure unica, il fatto che da 50 anni a questa parte le rievocazioni storiche del '900 sono sempre state viste come "pericolosi nostalgismi" politicamente scorrettissimi.
    Più in generale tutto ciò che era militare era (o è ancora) visto come fumo negli occhi, sempre per motivi ideologici, e aggiungo che ciò è stato fatto con l'accondiscendenza delle FFAA, salvo poche patriottiche eccezioni - ma eccezioni - anch'esse viste come "estemporanee" dagli stessi vertici diciamo "accomodanti" con le correnti di pensiero prevalente. Senza considerare che le FFAA non fanno eccezione, salvo lodevoli casi, all'handicap culturale nazionale suddetto. E a mio parere questa è un'aggravante. Devo dire che cmq negli ultimi 20 anni sono stati fatti enormi progressi rispetto al passato, ma non credo che sarà mai possibile colmare il dislivello con gli anglosassoni, i francesi e i russi.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Per me il politicamente corretto è ipocrisia allo stato puro...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Citazione Originariamente Scritto da Vexillifer Visualizza Messaggio
    ...
    Più in generale tutto ciò che era militare era (o è ancora) visto come fumo negli occhi, sempre per motivi ideologici, e aggiungo che ciò è stato fatto con l'accondiscendenza delle FFAA, salvo poche patriottiche eccezioni - ma eccezioni - anch'esse viste come "estemporanee" dagli stessi vertici diciamo "accomodanti" con le correnti di pensiero prevalente. Senza considerare che le FFAA non fanno eccezione, salvo lodevoli casi, all'handicap culturale nazionale suddetto. E a mio parere questa è un'aggravante. Devo dire che cmq negli ultimi 20 anni sono stati fatti enormi progressi rispetto al passato, ma non credo che sarà mai possibile colmare il dislivello con gli anglosassoni, i francesi e i russi.
    Ci sarebbe da discutere su questo argomento per almeno sei pagine... Comunque in sintesi per l'esperienza che ho con molti musei
    nostrani e con qualche autorita' che voleva fare manifestazioni, mi sono imbattuto in 'ignoranza' vera e propria e coi classici 'paraocchi
    da mulo' ancora piu' deleteri, a spese delle nuove generazioni che in maggioranza non sanno niente di niente della storia moderna e
    contemporanea, come se essa non riguardasse la nostra societa' italiana. PaoloM

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato