Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 16 di 16

Discussione: Operazione "Nordwind"

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Ho partecipato all'Evento come si evince da alcune fotografie e posso dire che è stata davvero dura. Non tanto la pioggia del sabato, ma la domenica quando ho indossato l'uniforme ancora fradicia dal giorno prima. Weekend meravigliosi come questo li vorrei ripetere ogni weekend perchè è stato davvero bello. Un BRAVI A TUTTI I PRESENTI penso sia d'obbligo, e direi che ce lo siamo meritato davvero, fotografi, rievocatori, tutti quanti.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #12
    Utente registrato L'avatar di Franz56
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Trieste ("Uciolandia")
    Messaggi
    2,976


    Bellissimo reportage...
    Complimenti...!!!
    La vita è un temporale... prenderlo nel .... è un lampo...!!!
    El vento, el ... e i siori i gà sempre fato quel che i gà voludo lori...

    "Se un bischero dice 'azzate vorti'osamente può apri' un varco spazio temporale, in cui può incontrassi po'i se'ondi prima, generando 'osì un'infinita e crescente marea di 'azzate"... Margherita Hack

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    103
    Reportage stupendo! Bravo il fotografo e belli i rievocatori, con un plauso particolare agli originalissimi goumiers, mai visti fin'ora nelle rievocazioni e che invece hanno avuto un posto importante (anche se purtroppo in senso negativo) nella storia del fronte italiano.

    Circa i due diversi stili grafici delle foto direi che quello con colori saturi , molto "saving private Ryan", è il piu suggestivo ma gli scatti in B/N sono piu realistici, da vera Propaganda Kompanie.
    Tinta del sangue dei vinti ogni spada è innocente

  4. #14
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519
    Davvero un ottimo reportage. Le foto in bianco/nero sono le migliori e ben rendono "d'epoca" gli scatti effettuati. Interessanti e ben ricostruiti i gourmier con il loro tradizionale abito da cui mai si separavano. Anzi mi risulta che a seconda dei colori queste vesti, che avevano un nome particolare che adesso mi sfugge, indicavano l'appartenenza dei soldati a determinate tribu' marocchine. Avete tenuto conto anche di questo particolare aspetto nella ricostruzione dei gourmiers?

  5. #15
    Moderatore
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Gustav Line
    Messaggi
    1,599
    Citazione Originariamente Scritto da Gertro Visualizza Messaggio
    Davvero un ottimo reportage. Le foto in bianco/nero sono le migliori e ben rendono "d'epoca" gli scatti effettuati. Interessanti e ben ricostruiti i gourmier con il loro tradizionale abito da cui mai si separavano. Anzi mi risulta che a seconda dei colori queste vesti, che avevano un nome particolare che adesso mi sfugge, indicavano l'appartenenza dei soldati a determinate tribu' marocchine. Avete tenuto conto anche di questo particolare aspetto nella ricostruzione dei gourmiers?
    Ciao Gertro.
    Purtroppo, come ben saprai, le "Djellabah" originali (cosi si chiamava quella sorta di "saio") sono difficilissime e costosissime da trovare (tempo fa ne trovai una su Ebay, andata via a più di 500 euro). Tra i reenactors che le hanno indossate a "Nordwind" solo una era originale, le altre erano repliche. Ne esistevano a righe sottili e righe piu larghe, tuttavia ci sono prove fotografiche dell'uso di questo particolare modello tra le file della 2ª Divisione Marocchina che abbiamo voluto ricreare.
    Passo il tempo cercando gocce di storia, fili di verità e tracce di me stesso.

  6. #16
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519
    Citazione Originariamente Scritto da MarcowebII Visualizza Messaggio
    Ciao Gertro.
    Purtroppo, come ben saprai, le "Djellabah" originali (cosi si chiamava quella sorta di "saio") sono difficilissime e costosissime da trovare (tempo fa ne trovai una su Ebay, andata via a più di 500 euro). Tra i reenactors che le hanno indossate a "Nordwind" solo una era originale, le altre erano repliche. Ne esistevano a righe sottili e righe piu larghe, tuttavia ci sono prove fotografiche dell'uso di questo particolare modello tra le file della 2ª Divisione Marocchina che abbiamo voluto ricreare.
    Ciao, effettivamente sono pezzi rari e poco usuali nel collezionismo di militaria. Lo stesso vale per le ricostruzioni storiche dei reenactors che vedo per la prima volta. So che i marocchini erano fanatici di queste loro djellabah perche' rappresentavano in battaglia i colori della loro tribu' ed era quindi una gara tra loro a chi combatteva meglio e a chi piu' si copriva di gloria, perche' significava esaltare il proprio gruppo, la propria tribu'. Ed i comandanti lasciavano fare. Ancora complimenti per queste belle ricostruzioni.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato