Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: P-38: LOST SQUADRON

  1. #1
    Banned
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    275

    P-38: LOST SQUADRON

    tratto da:
    http://newton.corriere.it/PrimoPiano/Ne ... /p38.shtml

    "Alla ricerca della "Squadriglia Perduta"

    Si tratta di cinque caccia Lightning P-38 che si trovano in Groenlandia, sepolti sotto quasi cento metri di ghiaccio e per questo conservati in condizioni da poter essere messi in condizione di volare. Un giornalista tedesco, Dieter Hermann, cerca collaboratori e finanziatori disposti a partecipare ad una avventura tra i ghiacci della Groenlandia: recuperare cinque cacciabombardieri della seconda guerra mondiale Lockheed P38 Lightning, costretti da una tempesta nell'estate 1942 ad atterrare sulla costa orientale dell'isola e mai più ripartiti. Gli aerei, che una volta restaurati possono valere fino a 60 milioni di dollari, si trovano sotto cento metri di neve e ghiaccio, accumulatisi su di essi in oltre mezzo secolo da quando gli aerei Usa della mitica ''Squadriglia Perduta" (Lost squadron) furono costretti ad atterrare dalle orribili condizioni climatiche durante un trasferimento dagli Usa alla Gran Bretagna. Gli equipaggi furono tratti in salvo pochi giorni dopo dalla marina statunitense, ma gli aerei furono abbandonati.
    Hermann, che lavora per l'emittente statale tedesca per l'estero Deutsche Welle, spera di organizzare la sua spedizione nell'estate 2007. Ma in cerca di nuovi partner in questi giorni ha affittato uno stand al Salone aeronautico internazionale di Berlino appena concluso, dove ha illustrato i suoi piani.
    Quando nel 1992 si seppe che un americano aveva recuperato uno degli aerei, Hermann - da sempre appassionato di volo - si mise in testa di girare un documentario sul recupero degli altri aerei. Ma nonostante alcuni tentativi da parte di un team danese, nessuno finora si è messo realmente all'opera. A questo punto Hermann ha deciso di recuperarli lui, gli aerei sopravvissuti grazie ai ghiacci che li hanno sepolti. Il costo previsto dell'operazione è di 2,5 milioni di euro.
    Per arrivare al suo obiettivo ha fondato nel 2004 una ''Associazione per la ricerca e il recupero di aerei, navi e veicoli storici", che conta attualmente 250 soci. Al salone di Berlino un ufficiale della Royal Air Force britannica ha offerto un aiuto ai suoi sforzi, magari nell'ambito di una esercitazione per migliorare l'addestramento dei militari della Mountain Rescue Unit.
    Hermann è convinto che i cinque aerei anche se ormai sprofondati a cento metri sotto la superficie dei ghiacci sono intatti. Per lo meno così assicurano esperti di ghiacciai e misurazioni con radar effettuate da ricercatori dell'università* islandese di Reykjavik.
    Il recupero dovrebbe avvenire con l'aiuto di cunei metallici riscaldabili che inizialmente dovrebbero aprire un varco nel ghiaccio. Il passaggio intorno agli aerei dovrebbe poi essere allargato fino a permettere i movimenti di specialisti in grado di smontare i velivoli pezzo per pezzo e riportarli in superficie. E' la stessa procedura già* sperimentata con successo per il recupero di uno degli aerei effettuato dalla spedizione americana.
    L'aereo recuperato nel 1992 è stato totalmente restaurato (nella foto) e messo in condizione di volare. "Glacier Girl", questo il nomignolo affibbiato all'aereo, si trova attualmente in un hangar appositamente costruito al Bell County Airport di Middleboro, nel Kentucky, dove il gruppo che ha effettuato il recupero ha istituito il "The Lost Squadron Museum" (www.thelostsquadron.com).
    Uno dei Lightning, dopo il recupero, è destinato alla Danimarca, un altro andrà* al museo del volo di Gatow (a sud- ovest di Berlino), che lo restaurerà* e lo rimetterà* in grado di volare. Gli altri tre andranno all'asta da Sotheby's. Hermann non vuole tenersi nessun aereo.
    Uno dei più famosi Lightning è stato quello di Antoine de Saint Exupery, l'autore del ''Piccolo Principe'' e ''Volo di Notte'', caduto nel Mediterraneo a bordo di un P-38, all'epoca uno degli aerei più veloci e con la maggiore autonomia di volo, decollato dalla base di Borgo in Corsica il 31 luglio 1944."


    Alcune immaggin del Lookheed Lighting P38 tratte dal Web:








  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    417
    [ciao2] vi posto una foto a colori del P38[ciao2]

    Immagine:

    nascar

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    1,592
    davvero interessante avevo seguite le ricerche e il ritrovamento in tv...

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao 116 Windhund storia molto interessante.
    Belle le foto anche quella di nascar.
    Se non sbaglio era un buon caccia carri.
    [ciao2]
    luciano

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato