Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 23 di 23

Discussione: PASTRENGO (VR) - FORTE BENEDECK 1861

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Torniamo dopo un po' di tempo al nostro forte Benedek, per approfondire come promesso alcuni aspetti.
    Come abbiamo visto, si tratta di un'opera di piccole dimensioni, che concentra nel ridotto tutte le funzioni, sia quelle di combattimento, che quelle logistiche di alloggiamento della guarnigione.
    Può essere interessante, a questo proposito, un confronto con il solito forte Gisela-Dossobuono, di cui abbiamo trattato ampiamente, entrambi sono stati progettati dal medesimo ingegnere, Salis-Soglio, più o meno nello stesso periodo, intorno al 1860-61.

    Il Gisela è un grande forte di pianura, con tutti gli elementi tipici della fortificazione poligonale in muro e terra di scuola austriaca: un nucleo centrale formato dal ridotto a lunetta, su 2 piani, collegato con muri difensivi al ridotto di gola, con annessa caponiera. Le armi offensive a lunga gittata sono su un terrapieno che forma il fronte principale di combattimento, si scende quindi di quota nel fossato asciutto difensivo, ulteriormente munito di un muro continuo alla Carnot e dalle caponiere.

    il Benedek, opera che sorge su una collinetta che ne condiziona la forma, al confronto ha un'estensione molto limitata, è costituito da un ridotto a lunetta a un solo piano, che delimita anche il cortile-piazza d'armi, chiuso dal robusto muro di gola, al cui centro in origine si protundeva la caponiera difensiva oggi purtroppo demolita. I cannoni dell'armanento principale erano collocati in barbetta sopra lo stesso ridotto, non c'erano terrapieni esterni, il fossato difensivo racchiudeva il ridotto, fossato che non ha muro alla Carnot nè caponiere, ma è comunque difeso in modo efficacissimo da un sistema molto moderno e applicato qui a Pastrengo in modo rivoluzionario da Salis: i cofani di controscarpa, di cui parleremo più avanti.

    La pianta del Gisela, tratta dal web:

    Pianta gisela.jpg

    Visuale 3d:

    gisela 3d.jpg

    La pianta del Benedek, per confronto:

    Mappa Bolega2.jpg

    e la foto che abbiamo già visto:

    800px-ForteBenedeck.jpg

  2. #22
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    un altro elemento che risalta dalla mappa del Benedek è l'asimmetria della pianta del ridotto: simile a quella del Forte Degenfeld, è dovuta alla necessità di adattarsi al profilo irregolare del sito.
    Come si può notare dalla foto d'epoca, nella sistemazione della copertura del ridotto per le artiglierie, a parte la doppia traversa casamattata, non esistevano le traverse intermedie permanenti a delimitare le varie piazzole, tipiche di altri forti, in terra o muratura. Quindi si era provveduto a installare i tipici cestoni di vimini riempiti di terra, per separare le piazzole garantendo un minimo di protezione in più agli artiglieri in caso di bombardamento.
    Questo forte si sviluppa su un unico piano, non ci sono stanze sotterranee, a parte le cisterne per l'acqua.

    Qualche dato preso da una relazione del 1865:

    La guarnigione consisteva di 130 uomini, con possibilità di portarli a 180 in caso d'emergenza.

    Le munizioni in dotazione ammontavano complessivamente a 14.184 unità.

    Erano in dotazione anche 20 razzi da segnalazione.

    I pezzi d'artiglieria in quell'anno (tempo di pace) erano:

    2 cannoni rigati a retrocarica da 12 cm (nella doppia traversa casamattata di cui avevamo trattato)

    4 cannoni rigati a retrocarica da 9 cm (in barbetta)

  3. #23
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    ... ciao a tutti,

    a me risulta che nel 1866, all'atto del passagio del Veneto all'Italia, il forte Benedek poi denominato di Monte Bolega (non "falaga") era armato con:

    - 4 pezzi da 12 lbs. a retrocarica rigati sistema Wahrendorf;
    - 2 pezzi da 6 lbs. a retrocarica rigati sistema Wahrendorf;
    - 2 obici da 30 lbs.;
    - 4 obici da 7 lbs.

    Saluti

    fm
    E' la somma che fa il totale.

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato