Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 47

Discussione: Pearl Harbor

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Pearl Harbor

    Sessantasei anni fa nella giornata di oggi il Giappone attaccava di sorpresa la Flotta Americana alla fonda a Pearl Harbor,ottenendo una vittoria schiacciante.
    In quell'attacco oltre alle decine di unità* navali affondate e/o danneggiate persero la vita oltre duemilaquattrocento Americani.
    Il giorno successivo il Presidente Franklin Delano Roosevelt dichirava guerra al Giappone e da quel momento si potè parlare di Seconda Guerra Mondiale.
    Tra le altre cose vi posto un link dove potete trovare diverse notizie interessanti.Allora:Pearl Harbor Images
    Credo che un ricordo ed una preghiera a tutti i caduti di Pearl Harbor sia una cosa giusta e doverosa.Onore ai caduti.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #2
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Quoto le parole e il pensiero di Blaster per i caduti!
    E ti rigrazio per la segnalazione di questo link davvero molto interessante.
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    1,003
    Grazie della segnalazione quoto in tutto.

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Ottima segnalazione.

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Citazione Originariamente Scritto da silent brother

    Quoto le parole e il pensiero di Blaster per i caduti!
    E ti rigrazio per la segnalazione di questo link davvero molto interessante.
    Quoto totalmente.
    Ottimo Alex.
    [ciao2]
    luciano

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Pearl Harbor, ore 6.00 del mattino, una domenica;
    Nella baia quasi l'intera flotta del pacifico alla fonda, quasi tutti gli uomini stanno ancora dormendo oppure si sono svegliati da poco, iniziano le prime operazioni del mattino, una domenica tranquilla, per il momento...
    Intanto circa Trecentocinquanta aerei del tipo Mitsubishi Zero in versioni caccia, bombardiere e aereosilurante che si erano alzati in volo dalle portaerei Hiryu, Soryu, Akagi e Kaga poco prima si stavano dirigendo a tutta velocità* verso la rada, i primi siluri che furono sganciati erano per la Corazzata Utah che venne centrata in pieno e iniziò a sbandare e poi si capovolse, gli aereosiluranti continuarono con le corazzate Oklahoma, California, West Virginia, Nevada, Pennsylvania, Tennesse e Maryland per concludere con l'Arizona, piu una serie di cacciatorpediniere, posamine, navi officina, incrociatori vari;
    mentre nella baia si scatena l'inferno sulle piste di decollo i caccia e i bombardieri stanno facendo piazza pulita di qualunque possibile minaccia di reazione da parte dell'aviazione statunitense, l'inteligence americano non s'aspettava un attacco dal cielo e quindi aveva fatto radunare tutti gli aerei in maniera compatta così fu molto facile per gli Zero distruggerli, circa 190 aerei vennero fatti saltare in aria come niente mentre circa 160 furono gravemente danneggiati.
    Verso le dieci del mattino tutto era finito, l'intera Flotta Americana distanziata nel Pacifico era stata completamente annientata all'ancora, esattamente come accadde a quella Italiana nel porto di Taranto, a parte le Portaerei, che per un caso fortuito non erano presenti nella rada;
    le perdite umane statunitensi ammontarono a circa 2400 morti tra marines, marinai, soldati e civili, le forze armate Nipponiche furono 64 tra aviatori e sommergibilisti.
    il giorno successivo, l'8 Dicembre 1941, il Presidente degli Stati Uniti, F.D. Roosvelt, chiese al Congresso di dichiarare lo stato di guerra contro il Giappone, la richiesta fù approvata pressochè all'unanimità*.
    Oggi a ricordo dell'attacco a Pearl Harbor c'è il relitto della Corazzata Arizona, dichiarato cimitero Militare, con i suoi 1177 morti ancora sepolti al suo interno.

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Ottima integrazione,Fritz
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    275
    Leggo con interesse.
    Temo però che i velivoli giapponesi partecipanti fossero sì degli Zero-Sen per quanto riguarda la caccia ma dei Val (Aichi D3A) e dei Kate (Nakajima B5N2) per quanto riguarda gli aerosiluranti e i bombardieri convenzionali (cioè in volo orizzontale).- Il successo giapponese fu più "spettacolare" che effettivo, dato che le corazzate colate a picco erano già* obsolete.- Stranamente le portaerei erano di gran lunga fuori portata e in esecitazione...
    Non sarà* stato certo un danno di poco conto, ma... praticamente in contemporanea l' US NAVY mandava in Inghilterra ben CINQUANTA cacciatorpediniere (destroyers, secondo la loro terminologia) da destinarsi alla caccia antisommergibile e alla scorta convogli... I velivoli attaccanti non colpirono obiettivi civili; la maggior parte dei morti fra la popolazione è attribuibile a tiri scomposti della contraerea navale, che peraltro provocò danni anche a bordo delle navi più vicine sparando all' impazzata, soprattutto contro gli aeroplani che attaccavano a volo radente (nella fattispecie gli aerosiluranti).- La famosa foto dell' autovettura civile sforacchiata e con morti a bordo che fece il giro del mondo era infatti che un episodio di "fuoco amico" fatto passare per barbarie nipponica.- La reazione dell' USAAF fu tardiva e i P-40 decollati non ebbero molta parte in causa, anche qui stranamente, se è vero che quelli impiegati in Cina dall' AVG (piloti mercenari) si erano dimostrati temibili avversari per l' Imperial Aviazione dell' Esercito.-
    Cordialmente
    baffobruno

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Aggiungo qualcosina tratto dal mio cartaceo senza aggiungere altro a quanto ha già* detto da die sulle navi americane:
    Yamamoto impiega a Pearl Harbor i procedimenti d'attacco impiegati dagli inglesi a Taranto?
    L'idea di tale impresa gli venne forse suggerita dal successo riportato l'11 novembre precedente dalla Fleet Air Arm nell'attaco a Taranto.
    E'probabile, perché a fine maggio 1941 una missione aereonavale giapponese veniva ricevuta in quel porto e si faceva spiegare dettagliatamente lo svolgimento dell'operazione Judgement.
    Agli ordini dell'ammiraglio di squadra Chichi Nagumo la forza navale destinata all'attacco comprendeva:
    Sei portaerei, Kaga, Akagi, Hiryu, Soryu, Zuikaku, Shokaku con a bordo complessivamente 450 apparecchi.
    Due incrociatori da battaglia, Hiei e Kirishima.
    Tre incrociatori, due pesanti e uno leggero.
    Nove cacciatorpediniere.
    Tre sommergibili che dovevano segnare l'itinerario previsto.
    Otto petroliere, incaricate di rifornire la squadra in navigazione.
    Domenica 7 dicembre alle ore 6, Nagumo giunto a 370 Km. Da Pearl Harbor, fece decollare una prima ondata di 183 apparecchi, tra cui 50 bombardieri comuni. 51 da picchiata e 40 aereosiluranti.
    Delle 127 unità* che in quel giorno erano sotto il comando del contrammiraglio Husband E.Kimmel 94 erano alla fonda.
    I giapponesi concentrarono i loro sforzi sulle sette corazzate che stavano ancorate a coppie lungo l'isola di Ford, situata al centro della rada di Pearl Harbor.
    Un pò di foto

    GLI AEREI







    AMMIRAGLI



    CARTINE



    INIZIO



    OBIETTIVI
    COLONNA DI FUMO CHE SI SPRIGIONA DALLA CORAZZATA TENNESSEE CHE BRUCIA A DESTRA IL RELITTO DELLA WEST VIRGINIA COLATA A PICCO AGLI ORMEGGI




    ALTRO





    LA CALIFORNIA UNA DELLE PRIME VITTIME



    LA CORAZZATA ARIZONA



    LA CORAZZATA WEST VIRGINIA
    Affiancata alla Tennessee affonda in un mare di fuoco.Le due corazzate costruite negli anni 20 erano tra le più vecchie navi da guerra americane.




    NAVI CHE BRUCIANO VISTE DALLA BASE PER IDROVOLANTI DELL'ISOLA FORD
    Sulla pista sostano alcuni idrovolanti "Kingfisher" e "Catilina"




    PEARL HARBOR ALCUNE ORE DOPO



    Termino trascrivendo quanto disse Churchill in seguito a quel momento:
    Pensai a una cosa che Edward Grey mi aveva fatto osservare più di trent'anni prima - che gli Stati Uniti sono come "una gigantesca caldaia una volta che sotto di essa sia stato acceso il fuoco, non vi sono limiti all'energia che essa può generare"
    luciano

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Ottimo luciano! in un solo messaggio hai praticamente messo insieme un'intero documentario!
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •