Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: Pensando al passato (ma anche al presente)

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1,569

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    picchio rileggo volentieri i vari scritti e devo dare ragione alla misura " preventiva " di mulon. Purtroppo alle volte si viene fraintesi ( è successo anche a me ) e si rischia di creare un incendio, non sempre si riesce a trasmettere con lo scritto il propio pensiero, non sempre scrivere con il cuore paga e si rischia di rimanere male per delle cose che vengono travisate magari dall'ottuso di turno che scatena tempeste nella tazza....del cesso.


  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1,569

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Ben scritto io impalerei chi và* a profanare i cimiteri anzi li metterei a lavorare come bestie e dopo li impalerei.
    Detto questo propio questo mese sono andato a fare un giro all'ex cimitero militare di Trieste.

    Sono tutti là*. Inglesi, italiani, i marinai della Berenice, partigiani e
    carabinieri,aviatori, partigiani russi a Trieste, irredentisti italiani fatti secchi dagli austriaci. Nè sono uscito più ricco dentro, più sereno ma soprattutto più felice propio di quella libertà* che noi abbiamo.
    Bisognerebbe andare a scattare qualche foto ed aprire un topic, ci sono tombe dai nomi veramente interessanti. Sono là*. sono la nostra storia.

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    __UDINE__
    Messaggi
    811

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Frammento di microstoria friulana adattabile ad altre realtà*.

    Un'armata straniera mi invade, inviperita perchè si ritrova ad aver ricevuto coltellate alle spalle. Si scopre che nonostante guerra e miseria la vita può continuare, basta non turbare le operazioni dell'invasore, insomma prima o poi se ne andranno! L'invasore per essere sicuro di non avere fastidi fa una legge durissima, per ogni invasore ucciso, 10 miei paesani saranno fucilati o indirizzati verso una morte di stenti....non è detto che la applichi può succedere come no.... un gruppetto di paesani per un motivo a me ignoto si eclissa in montagna, sparano ed uccidono un paio di invasori...........Buonasera.

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,374

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Buonasera.
    Vorrei contribuire con un mio pensiero.
    Gli uomini che si fronteggiavano erano mossi da svariate motivazioni: una dittatura totalitaria, il sogno e la speranza di un futuro migliore, voler andare fino in fondo a qualcosa in cui si credeva ciecamente, l'avventurismo della gioventù, l'idea che si aveva del frangente storico che si viveva in prima persona, il desiderio di dimostrare qualcosa a sé stessi e a tutto il mondo, l'opportunismo che non era monopolio di un solo schieramento, ecc.
    In definitiva erano solo uomini, con tutte le loro passioni e debolezze; adattando de Andrè, "siamo tutti coinvolti".
    Perchè ho detto "siamo"? Noi quei giorni non li abbiamo vissuti sulla nostra pelle, sappiamo quello che ci hanno raccontato gli anziani, quello che abbiamo letto, quello che abbiamo visto nei film o specials televisivi; però se adesso possiamo formarci idee ed opinioni su questo ed altri argomenti lo dobbiamo anche e soprattutto a questo periodo tragico della nostra storia nazionale.
    Ci è stata donata, pagandola col sangue dei morti di tutte le parti coinvolte, la libertà* e la democrazia di cui usufruiamo ogni giorno, siano esse vecchie, malate o imperfette.
    Auguri di Buona Pasqua a tutti
    Plinio

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Citazione Originariamente Scritto da plinio
    ..Noi quei giorni non li abbiamo vissuti sulla nostra pelle, sappiamo quello che ci hanno raccontato gli anziani, quello che abbiamo letto, quello che abbiamo visto nei film o specials televisivi; però se adesso possiamo formarci idee ed opinioni su questo ed altri argomenti lo dobbiamo anche e soprattutto a questo periodo tragico della nostra storia nazionale..
    ...appunto, teniamoci le nostre idee ma soprattutto teniamole fuori dal forum e pensiamo a condividere e studiare la militaria per favore!
    Infanterie Königin aller Waffen

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    __UDINE__
    Messaggi
    811

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Citazione Originariamente Scritto da plinio
    Noi quei giorni non li abbiamo vissuti sulla nostra pelle, sappiamo quello che ci hanno raccontato gli anziani, quello che abbiamo letto, quello che abbiamo visto nei film o specials televisivi
    Ti posso garantire che films e specials televisivi sono le cose meno adatte per farsi un' "idea". E a volte anche le testimonianze di vecchietti a meno che non riguardino eventi vissuti in prima persona, non vanno prese sempre come oro colato.

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Toscana ( Gotenstellung ) Mugello
    Messaggi
    4,175

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Citazione Originariamente Scritto da herr x
    Citazione Originariamente Scritto da plinio
    ..Noi quei giorni non li abbiamo vissuti sulla nostra pelle, sappiamo quello che ci hanno raccontato gli anziani, quello che abbiamo letto, quello che abbiamo visto nei film o specials televisivi; però se adesso possiamo formarci idee ed opinioni su questo ed altri argomenti lo dobbiamo anche e soprattutto a questo periodo tragico della nostra storia nazionale..
    ...appunto, teniamoci le nostre idee ma soprattutto teniamole fuori dal forum e pensiamo a condividere e studiare la militaria per favore!
    Straquoto Herr x!

  8. #18
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Citazione Originariamente Scritto da spadon di san zuan in cuel
    Citazione Originariamente Scritto da plinio
    Noi quei giorni non li abbiamo vissuti sulla nostra pelle, sappiamo quello che ci hanno raccontato gli anziani, quello che abbiamo letto, quello che abbiamo visto nei film o specials televisivi
    Ti posso garantire che films e specials televisivi sono le cose meno adatte per farsi un' "idea". E a volte anche le testimonianze di vecchietti a meno che non riguardino eventi vissuti in prima persona, non vanno prese sempre come oro colato.
    Ciao, posso garantirvi che anche le testimonianze di prima mano lasciano molte volte a desiderare. Posso citarvi i ricordi di un partigiano che ho intervistato.
    Mi raccontava (ed in questo caso il verbo raccontare è proprio il più adatto) che nei giorni della liberazione di Torino avevano catturato un "gerarca fascista", facendone nome e cognome, che era talmente malvisto dalla popolazione che quando fu il momento di fucilarlo partecipò insieme ad altri 600 ( non è un errore, seicento) partigiani al potone di esecuzione.
    A parte l'assurdità* pratica di una tale notizia c'è solo da ricordare che questo generale dell'esercito venne reintegrato nel grado con diritto ad arretati e pensione nel 1954.
    Quindi o i seicento non sapevano proprio sparare o la notizia è inventata.
    Come fate a credere a delle "fiabe" del genere?
    Un altro reduce invece dal fronte russo mi raccontava il terrore che gli incutevano i carri russi da"100 tonnellate". Capisco che se ti vengano addosso anche 10 tonnellate siano tante, però perchè esagerare?
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    __UDINE__
    Messaggi
    811

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Infatti, l'epopea partigiana è permeata di agiografia, rivisitazioni moolto personali e vere e proprie falsità*. Il dopoguerra ha enfatizzato la resistenza come il primo novecento di De Amicis ha sovraccaricato il periodo risorgimentale relegandolo ad una dimensione epica, diciamo così "uno stato dell'affettività*".

    Qualche anno fa in un osteria a pochi km da Udine, mi sono imbattuto in un uomo di paese, a sua detta suo padre ha combattuto con i partigiani titini in Jugoslavia mi raccontò degli aneddoti che vi posso lasciar immaginare. Dopodiche con uno sguardo attonito ed una punta di stupore e risentimento mi disse, forse cercando complicità*, che lo stato italiano non aveva concesso la pensione........gli ho riso in faccia......poi più pragmaticamente per evitare complicazioni gli ho detto: "forse doveva far domanda allo stato jugoslavo" e si è messo a ridere lui.

    Questo per dire che per decenni ed anche adesso la parola "partigiano" rappresenta uno scudo di intoccabilità* dove ogni forma di autocelebrazione dalle targhe sui muri alle pensioni ed altro ancora è possibile, concesso, doveroso..... in altre parole...obbligatorio.

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    1,758

    Re: Pensando al passato (ma anche al presente)

    Citazione Originariamente Scritto da kanister
    Citazione Originariamente Scritto da spadon di san zuan in cuel
    Citazione Originariamente Scritto da plinio
    Noi quei giorni non li abbiamo vissuti sulla nostra pelle, sappiamo quello che ci hanno raccontato gli anziani, quello che abbiamo letto, quello che abbiamo visto nei film o specials televisivi
    Ti posso garantire che films e specials televisivi sono le cose meno adatte per farsi un' "idea". E a volte anche le testimonianze di vecchietti a meno che non riguardino eventi vissuti in prima persona, non vanno prese sempre come oro colato.
    Ciao, posso garantirvi che anche le testimonianze di prima mano lasciano molte volte a desiderare. Posso citarvi i ricordi di un partigiano che ho intervistato.
    Mi raccontava (ed in questo caso il verbo raccontare è proprio il più adatto) che nei giorni della liberazione di Torino avevano catturato un "gerarca fascista", facendone nome e cognome, che era talmente malvisto dalla popolazione che quando fu il momento di fucilarlo partecipò insieme ad altri 600 ( non è un errore, seicento) partigiani al potone di esecuzione.
    A parte l'assurdità* pratica di una tale notizia c'è solo da ricordare che questo generale dell'esercito venne reintegrato nel grado con diritto ad arretati e pensione nel 1954.
    Quindi o i seicento non sapevano proprio sparare o la notizia è inventata.
    Come fate a credere a delle "fiabe" del genere?
    Un altro reduce invece dal fronte russo mi raccontava il terrore che gli incutevano i carri russi da"100 tonnellate". Capisco che se ti vengano addosso anche 10 tonnellate siano tante, però perchè esagerare?
    Pensa che c'erano ex combattenti della prima guerra mondiale che giuravano di aver liberato un fantomatico "Ponte Trento-Trieste" .Questo per dire che con il tempo l'immaginzione e la retorica se ripetute per decenni possono diventare realtà*...Per il resto non posso fare altro che essere d'accordo con Picchio, Odilo e Andrea.
    Ciao e Buona Pasqua a tutti da Franz
    scavare è bello!
    E’ un mondo difficile: vita intensa, felicità a momenti e futuro incerto...

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •