Citazione Originariamente Scritto da mlvertova
Buongiorno io sono una discendente di Luigi (Gino) Vertova, era uno degli zii di mio padre. Ho ancora il suo diario di guerra, è uno stupendo diario personale e storico, pieno di ideali e di forza d'animo, ogni volta che lo leggo mi commuovo. Appena avrò un po' più di tempo ne copierò alcuni pezzi. Grazie ancora per aver postato la foto di quella cornice. Io ho moltissime riproduzioni di foto di Gino ma nessun con quella bellissima epigrafe. Così morì: 'Il 14 novembre 1915 l'ottava Compagnia del 122 Fanteria, al comando del capitano Tintori Francesco, muoveva all'assalto per la conquista della trincea Razzi coadiuvando l'azione della 152 fanteria. Il Sottotenente Vertova comandava il II plotone. (...) Il Sottotenente Vertova accortosi che colà (presso una piccola trincea tra noi e il nemico) trovavasi un capitano austriaco, lo invitò ad arrendersi. Tutti e due avevano la rivoltella in pugno. Vertova cadeva poco dopo a terra, col cranio fracassato'.
Grazie ancora Maria Ludovica Vertova (Torino)

Carissima signora Vertova mi scuso per il mio ritardo nel ringraziarla pubblicamente,per questa significativa e toccante testimonianza personale della sua famiglia che ci ha raccontato,pultroppo non mi ero accorto della sua risposta su internet,non nascondo che dal suo racconto mi sono commosso nel pensare a questa tragica fine di questo povero ragazzo, che possa riposare in pace assieme agli altri caduti.
Sarebbe interessante visionare anche il diario e alcune foto,sempre che sia daccordo.

Un caro saluto

Stefano.C.