Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 15 di 15

Discussione: Prestiti di guerra

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    196

    Re: Prestiti di guerra

    Citazione Originariamente Scritto da cocis49
    tanto è vero che se per il terzo prestito si ebbero 9 cartoline, con il quarto ne apparvero quasi 300, più o meno una collezione completa.
    I soldi muovono il mondo :-)
    Quando venne deciso il quarto prestito vennero detassate le pubblicità*, e questo permise alle banche di accedere a tutti i tipi di pubblicità* (volantini, cartelloni e cartoline) a costi molto più bassi.
    Merita un discorso a parte l'abbondanza di cartoline per il VI prestito. Infatti le banche avevano il rischio di dovere sottoscrivere forzosamente l'importo che non fosse stato sottoscritto dai cittadini.
    C'è una cartolina del VI prestito che raffigura un uomo che nasconde del danaro in un materasso (didascalia: "ruba a se stesso chi nasconde oggi i denaro") che riporta una scritta fin troppo chiara:
    "Il Governo ha stabilito che: se il Prestito Volontario non darà* la somma necessaria si dovrà* decretare il Prestito Forzoso".
    E' evidente che è improbabile che il prestito forzoso venisse richiesto ai cittadini, ed è un chiaro monito alle banche affinchè collochino la maggior quantità* di cartelle, pur offrendo nel VI prestito condizioni economiche peggiorative rispetto a quelle del V prestito.
    Consideriamo anche che le banche avevano lavorato ben poco con le aziende durante la Grande Guerra, perchè i grandi gruppi industriali erano tutti impegnati nell'industria bellica, e ricevevano le anticipazioni direttamente dallo Stato rendendo superfluo l'intervento delle banche.
    Con la fine della guerra e con l'auspicabile ripresa dei consumi le banche avrebbero presumibilmente ricominciato a lavorare con le aziende, ed avevano quindi bisogno di mantenere una elevata liquidità*.
    Ci fu chi "prese la scorciatoia" e si comprò direttamente la banca per garantirsi i finanziamenti necessari. Un esempio fu il Credito Italiano, seconda banca italiana, che subì una scalata ostile (riuscita) da parte degli Agnelli.

  2. #12
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Prestiti di guerra

    Integrazioni interessanti.
    Purtroppo non ho molte informazioni cartacee posso solo aggiungere che bisogna risalire al periodo dell'immediato dopoguerra per ritrovare un altro prestito nazionale.
    Si tratta del prestito della Ricostruzione lanciato nel 1946 e pubblicizzato da una pregevole serie di 12 cartoline diverse, alcune delle quali firmate da pittori noti come Vagnetti e Usuellini.
    In seguito non sono stati più emessi veri e propri prestiti nazionali.
    Comunque non sono mancate alcune serie di cartoline che fanno riferimento al lancio sul mercato di emissioni di obbligazioni pubbliche e di buoni del tesoro.
    luciano

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    196

    Re: Prestiti di guerra

    Citazione Originariamente Scritto da cocis49
    Integrazioni interessanti.
    Purtroppo non ho molte informazioni cartacee posso solo aggiungere che bisogna risalire al periodo dell'immediato dopoguerra per ritrovare un altro prestito nazionale.
    Si tratta del prestito della Ricostruzione lanciato nel 1946 e pubblicizzato da una pregevole serie di 12 cartoline diverse, alcune delle quali firmate da pittori noti come Vagnetti e Usuellini.
    Del periodo tra le due guerre, ho qualche cartolina del Prestito del Littorio (che ovviamente non ha le caratteristiche del prestito nazionale, ma è interessante), ed anche una bella cartolina di Gino Boccasile che raffigura un fante con un bambino in braccio, e con il motto "difendiamo il nostro risparmio" (non pubblicizza direttamente un prestito, ma i soggetti di Boccasile mi piacciono moltissimo!).
    Quelle del Prestito della Ricostruzione sono tutte riconducibili ad un unico DDL, il n. 43 del 22/2/1946.
    Sempre con la premessa che di cartoline so proprio poco, perchè colleziono fucili.... c'è qualcosa che non mi quadra.
    Di cartoline "prestito della ricostruzione" ne ho 13 diverse. Sono sicuro che me ne manchi almeno una, il "galletto" dipinto da Filippo De Pisis che già* nel 1990 sul catalogo di Arrasich quotava attorno alle 100,000 lire e che nel 2003 viaggiava a 160 euro, a dimostrazione di una non facile reperibilità*.
    Poi sono convinto che ce ne fosse una quindicesima, perchè di tutti i manifesti che ho visto del "prestito della ricostruzione" ho sempre trovato anche la cartolina con lo stesso soggetto, eppure mi è capitato un manifesto raffigurante un rastrello su fondo beige del quale non ho mai visto la cartolina, ma sono convinto che ci sia... :-)
    Mi ero riproposto di contattare uno dei "grandi venditori" per acquistare le cartoline mancanti del Prestito della Ricostruzione, ma mi è capitato per le mani un fucile Mosin Nagant polacco in condizioni perfette, ed ho preferito comprare un fucile piuttosto che una cartolina :-)

    off topic: purtroppo ho qualche problema con lo scanner (problema che conto di risolvere prima o poi), ma ho un po' di carta (diversa dalle cartoline) che a me pare interessante e che mi piacerebbe condividere... ad esempio le cartelle di un prestito russo in rubli convertibili in marchi con le cedole pagate fino al luglio 1917 (tutte le altre cedole sono attaccate al mantello!), oppure la cartella di un prestito austriaco preso in carico dal Tesoro italiano!
    Il mio preferito è un manifesto del 1945 del "Governo Militare Alleato del Territorio Occupato" (Ordinanza Generale n. 2 con il quale vengono messe fuorilegge le Corporazioni, aprendo di fatto la strada al più grande dramma italiano dall'Unità* d'Italia, i sindacati confederali :-)

  4. #14
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Prestiti di guerra

    Purtroppo non posso aggiungere altro, la mia unica fonte è molto scarna.
    Posto questa unica immagine del prestito per la ricostruzione tratta da un mio libro
    [attachment=0:3rglak1s]cartolina.jpg[/attachment:3rglak1s]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    luciano

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    196

    Re: Prestiti di guerra

    Per quanto riguarda il "Prestito della Ricostruzione" ho inserito le tredici cartoline che ho in questa pagina:
    http://www.museoexordinanza.eu/schede/prestito1946.htm
    Sono tredici e ne mancano due... la prima a mancare è un rastrello stilizzato su sfondo beige-ocra con il motto: "la vita rinasce sulla terra purificata".
    La seconda a mancare è il "galletto" disegnato da Filippo De Pisis.
    Inutile dire che se qualcuno vuole liberarsi delle due che mi mancano... io sono qui :-)

    Per quanto riguarda invece i prestiti della Grande Guerra, nella pagina già* citata:
    http://www.museoexordinanza.eu/schede/prestiti.htm
    ho aggiunto una decina/quindicina di nuove cartoline, compresa una bella cartolina del VI prestito firmata da Dudovich.
    In fondo alla pagina ho aggiunto la scansione di un titolo di Stato austriaco emesso nel Marzo 1918, pochi mesi prima dell'attacco austriaco alla Linea del Piave.
    Nessuna delle cedole del titolo è stata incassata... la prima scadeva nel marzo 1919, ma l'Austria si era già* arresa!
    Il titolo è entrato nella disponibilità* del Tesoro Italiano, la testa dell'aquila austriaca è stata coperta da una marca da bollo italiana, e da un timbro ad olio "tesoro italiano".
    Non me la sentirei di escludere che la cartella, emessa per il controvalore di 1,000 Corone, sia stata utilizzata per effettuare la sottoscrizione del VI prestito che consentiva, tra le varie modalità*, anche il pagamento (con condizioni non favorevolissime, in effetti!) in Corone Austriache o in Lire Venete.

    Buona Pasqua!

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato