Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 44

Discussione: Prigionieri americani WW2

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,766

    Prigionieri americani WW2

    usa48.gif


    Lo sbarco del VI Corpo d'armata ad Anzio e Nettuno il 22 gennaio 1944 si effettuò con facilità e praticamente senza opposizione; i tedeschi furono colti completamente di sorpresa e furono sbarcate senza difficoltà la 1ª Divisione fanteria britannica, la 3ª Divisione fanteria americana e tre
    battaglioni di Ranger. L'alto comando tedesco apprese solo dopo sei ore le prime notizie dello sbarco e si affrettò a mobilitare tutte le riserve per affrontare la minaccia, ma in teoria la strada per Roma rimase aperta per i primi tre giorni.
    In realtà, nonostante gli ottimistici progetti di Churchill, la pianificazione dei generali alleati non prevedeva che le forze sbarcate ad Anzio marciassero subito verso Roma; Lucas era un comandante prudente, metodico e pessimista e in precedenza era stato sollecitato da Clark e anche da Patton a non correre rischi: egli intendeva soprattutto completare il regolare sbarco delle truppe e dei materiali e consolidare con calma la testa di ponte con l'afflusso dei reparti corazzati della seconda ondata, prima di avanzare. Kesselring, nonostante la sorpresa iniziale, reagì con grande rapidità e attivò subito il cosiddetto "caso Richard", la pianificazione già prevista in caso di sbarco sulla costa tirrenica: in pochi giorni affluirono nel settore della testa di ponte di Anzio il I Corpo d'armata paracadutisti con la divisione corazzata "Hermann Göring" e la 4ª Divisione paracadutisti, il 76º Panzerkorps con la 26. Panzer-Division, la 3. e la 29. Panzergrenadier-Division; inoltre l'alto comando tedesco inviò di rinforzo altre quattro divisioni di fanteria provenienti dal Nord Italia e dai Balcani Dal 23 gennaio 1944 il generale Eberhard von Mackensen assunse il comando della 14ª Armata incaricata di organizzare queste divisioni e contrastare le forze alleate sbarcate a Anzio e Nettuno; le truppe tedesche giunsero sul posto rapidamente e già il 29 gennaio erano numericamente superiori alle forze di Lucas. Solo il 30 gennaio 1944 il generale Lucas iniziò operazioni offensive per uscire dalla testa di ponte ma entro il 2 febbraio tutti i tentativi di avanzata fallirono: due battaglioni di Ranger del colonnello William Darby furono sorpresi dal contrattacco tedesco e vennero distrutti a Cisterna, con molti prigionieri poi fatti sfilare dai tedeschi nel centro di Roma; anche gli attacchi della 3ª Divisione americana e della 1ª Divisione britannica furono duramente respinti e Lucas decise di sospendere l'offensiva, dopo aver perso 3 000 uomini e un terzo dei mezzi corazzati.
    us powshqdefault.jpg us pows rome.jpg us pows_in_rome.jpg

    us pows00-oly_MGZOOM.jpg us pows990331294_m.jpg us powsbb0508bbcaa.jpg
    220px-John_P._Lucas.jpg
    Gen. Lucas

    us powsimg2752.jpg PaoloM

  2. #2
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,768
    Bellissime foto Paolo, le trovo particolari ed interessanti, considerato che siamo abituati alle foto opposte.

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,766
    Beh, caro Ch, l'ho fatto proprio appositamente dopo che ho ricevuto un paio di MP nei quali mi si accusava di cercare solamente foto di nostri prigionieri con la loro gioia/ disperazione. Ovviamente non e' cosi'. PaoloM

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,809
    Era una prassi consolidata e diffusa quella di far sfilare i prigionieri sulle strade delle grandi città, e ogni esercito metteva in atto qusta "usanza".
    A roma in effetti ne vennero fatti sfilare davvero tanti.....

    pow roma.jpg

    ...anche se qualcuno, non perse l'occasione per farsi beffa dei propri carcerieri!!!!



    Credo però che nel proseguimento della dura prigionia nei campi tedeschi, avessero perso la voglia di scherzare!! Conobbi un pilota americano, abbattutuo sopra Mantova il 19 ottobre 1944. In circa 6 mesi di prigionia nei vari campi tedeschi, perse circa 40 chili di peso, riportandone un trauma che lo tormenterà per lunghi anni....
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,766
    Citazione Originariamente Scritto da Hetzer Visualizza Messaggio
    ..... Conobbi un pilota americano, abbattutuo sopra Mantova il 19 ottobre 1944. In circa 6 mesi di prigionia nei vari campi tedeschi, perse circa 40 chili di peso, riportandone un trauma che lo tormenterà per lunghi anni....
    E' quel pilota di cui parlammo abbattuto su Mantova alla cui scena della cattura sul lago ti dissi assistette mia madre da ragazzina?Lo sai che ancora se lo ricorda come fosse ieri ed ha ora 87 anni !! Rimase impressionata dalla freddezza dell'ufficiale tedesco che con la sua 'pistoletta' (forse una Mauser HSC), cosi' dice ancora lei,mirava e puntava a quello che scendeva col paracadute, svuotando tutto il caricatore! La gente, quasi tutti ragazzini e vecchi li' attorno, lanciavano sussulti e qualcuno piangeva ad ogni colpo che partiva.
    PaoloM

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,809
    Esatto Paolo, era il povero Bill Cooper, e quando arrivò a terra si prese pure un sacco di mazzate da alcuni militi fascisti accorsi sul posto!! Fu rinchiuso nello stesso campo dove qualche mese prima era avvenuta la famosa grande fuga, e poi con l'arrivo dei russi, con una marcia di circa 700 chilometri a piedi, furono mandati nei pressi di Monaco, dove nell'aprile del 1945 furono liberati dalle armate di Patton, e il primo soldato americano che vide....era il suo vicino di casa!!!
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    246
    Bella storia e bellissime foto.

  8. #8
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,330
    Alla sfilata parteciparono in qualità di guardiani non solo militari tedeschi ma anche poliziotti italiani in divisa e in borghese, appartenenti alle varie milizie fasciste e - precettati per obbligo da parte di Kesselring e Maeltzer - militi PAI e finanzieri della Legione di Roma, ritenuti a ragione corpi infidi, favoreggiatori dei partigiani e non ultimo un buon luogo dove imboscarsi per i giovani che non intendevano rispondere ai bandi di arruolamento della RSI. L' intento era quello di "responsabilizzare" -ovvero rendere corresponsabili - PAI e GdiF della "Città Aperta", che facevano apertamente ostruzionismo al nuovo stato fascista.

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,766

    Immagini di prigionieri USA nella WWII

    e qui continuiamo nei vari fronti di guerra.
    Prigionieri dei Giapponesi:
    US powsX0000-054.jpg us powsaptors-01281944-courtesy-cwaxf5.jpg us powsbataan death march.jpg us powsjapanapology.jpg

    Qui invece siamo in Svizzera. La Fortezza Volante, in emergenza atterro' in territorio elvetico e l'equipaggio
    fu internato:
    US powsquijano07.jpg

    Qui ancora sfilano per Roma occupata:
    US powscaptured-american-soldiers-DB5AEB.jpg usRome_2.jpg

    Presi sui vari fronti dell'ETO nel 1944; si vede chiaramente che molti hanno paura per la loro sorte:
    infatti parecchi sfortunati capitarono nelle mani di reparti SS che avevano fretta di avanzare e pensarono bene di fucilare, dopo averli raccolti, per primi i feritie poi tutti gli altri (Il massacro di Malmédy fu un crimine di guerra commesso contro 77 prigionieri USA il 17 dicembre
    1944, durante l'offensiva delle Ardenne, dal Kampfgruppe Peiper, parte della Divisione tedesca 1. SS-Panzer-Division Leibstandarte SS Adolf Hitler, al comando del tenente colonnello Joachim Peiper nei boschi appartenenti al territorio del comune di Malmedy.)
    us powsrikanische_Soldaten.jpg US powsimages.jpeg USpows-at-the-battle-of-the-bulge.jpg


    chi vuole puo' continuare.PaoloM

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,766
    Prigionieri della Monterosa in Garfagnana (1944)
    POWitalian.jpg

    Roma_3.jpg

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato