Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 39 di 39

Discussione: prima uscita 2011

  1. #31
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: prima uscita 2011

    Nella seconda immagine di questo post c'è una targhetta con delle scritte....cosa dicono?
    Sulla levetta selettore c'è qualche sigla?

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    800

    Re: prima uscita 2011

    Adesso che ho potuto leggere il messaggio di lukino molte cose si sono chiarite: oltre ai vari mitragliamenti che hanno colpito svariati tipi di modelli di velivoli presenti nella zona (da cui la varietà* di "roba" a terra) nell'area ci sono stati ALMENO due crash. Uno il 31 luglio 1944, con la perdita di un P47 Thunderbolt, durante un'azione di mitragliamento, e uno il 25 settembre 1944, con la perdita, guardacaso, proprio di uno di quei Beaufighter Americani di cui parlavamo prima!!! Il bossolo non sparato potrebbe venire proprio da quel crash!

    Nella zona comunque ce ne sono parecchi altri...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Mick

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    800

    Re: prima uscita 2011

    ...daje...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Mick

  4. #34
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    876

    Re: prima uscita 2011

    Citazione Originariamente Scritto da Peo
    Se l'aeroporto era quello che penso io, c'era anche una squadriglia di Ju. 88.
    Si Peo,mi sà* che c'hai preso...@micky grazie della documentazione narra la leggenda che il P-47 fosse stato abbattuto da un aviere con un miracolato colpo di '91,da una testimonianza diretta di un testimone oculare che purtroppo è "andato avanti"...indagherò e vi farò sapere.Saluti Lukino

  5. #35
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: prima uscita 2011

    Ho fatto una ricerca sul mio libro dei Cockpits degli aerei della seconda guerra mondiale, ho trovato delle manopole per selettori di varie utenze simili a quello postato, in aerei di fabbricazione inglese e sul selettore armamenti del Fw 190 ma a quanto pare in quella base aerea non è mai stato basato.
    Da ricerche in rete ho appreso la temporanea presenza del Messerschmitt 262, ma non ho notato nel cockpit di questo velivolo tali selettori.

  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    800

    Re: prima uscita 2011

    La presenza del 262 in italia è un mito consolidato, ma resta un mito. Accertata invece la presenza (in friuli, Ghedi e Villafranca) o meglio le fugaci apparizioni di alcuni Arado 234 per la ricognizione...
    Mick

  7. #37
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: prima uscita 2011

    Si dell'Arado ho una foto ad Aviano fatta dagli alleati!

  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    876

    Re: prima uscita 2011

    Eccomi Peo,ho dato una ripulita all'ipotetico selettore ed è uscita la sigla CGE ,spero possa in qualche maniera aiutare,seguono un paio di foto del dettaglio.Da una ricerca risulta essere una vecchia marca che produceva radio...Saluti Lukino
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #39
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: prima uscita 2011

    Preso dal WEB:
    CGE:
    Fu fondata nel 1921 a Milano come divisione italiana del gruppo industriale statunitense General Electric. L'attività* della società* inizialmente si occupava della commercializzazione di apparecchi radioricevitori della RCA.

    Verso la fine degli anni venti cominciò a diventare produttore sempre di apparecchi radiofonici. L'azienda crebbe rapidamente, e negli anni trenta si pose tra le prime a livello nazionale sia nella produzione che nel mercato delle radio. Notevole successo riscossero modelli come Audioletta, Consoletta e Radio Balilla. La produzione venne ampliata anche ai radiofonografi, amplificatori, altoparlanti, cuffie e sistemi di registrazione e riproduzione.

    Nello stesso periodo si specializzò anche nella produzione di altri tipi di apparecchi elettrici come dinamo, trasformatori e motori. Per quest'ultima cosa si fece conoscere nel campo dei trasporti perché per molti anni fornì l'equipaggiamento elettrico delle vetture filoviarie e ferrotranviarie.

    Nel 1941 la CGE acquisì la FAR (ex SAFAR), creò la FIAR (Fabbrica Italiana Apparecchi Radio) e due stabilimenti, a Milano e Baranzate. Il primo fu utilizzato per la realizzazione di una serie di apparati radio e di navigazione, e della relativa componentistica necessaria alla fabbricazione di equipaggiamenti radio elettrici. Il secondo invece fu utilizzato per la normale produzione di apparecchi radiofonici.

    Quindi italiano!!!

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato