Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 26

Discussione: A proposito dell'ossidazione degli elmi

  1. #11
    Moderatore L'avatar di Quex
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,329
    Ciao Andrea,
    ho distinto secondo la mia esperienza di collezionista TRE
    tipologie di vernici:
    Liscia/brillante 1939 (tipo apple green)
    Liscia/opaca 1940 (dark green)
    Ruvida/granulosa 1940/45 (vari tipi misti a sabbia etc.)
    questa mia distinzione ovviamente tiene conto della tipologia
    di vernici usate in fabbrica.
    La discussione nasce dall'esame di elmi M35SS e fare paragoni
    con elmi Luftwaffe o kriegsmarine, consentimi credo sia un errore.
    Dovendo fare un paragone dobbiamo esaminare M35Heer con M35SS
    dove una compatibilta' di produzione/colori e' possibile.
    La Luftwaffe e' nel caso specifico un fuori testo perche'
    non ha a mio parere (posso dimostrarlo con elmi della mia
    collezione)una cronologia d'uso di colori.
    un saluto
    Raffaello
    Occorre molto tempo affinche' una buona idea faccia il giro della testa di un coglione.
    L.F.Celine

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    425
    Ciao Killer,

    Andiamo per punti:
    1)Differenza angoli bassi della runa Pocher primo elmo:
    E' vero che questa anomalia e' riscontrabile in alcune decal Pocher: penso fosse causato dalla eccessiva usura dei tamponi usati per lo stampo delle stesse.
    Fisicamente trattasi di una effettiva "sospensione" della polvere metallica tra il bordo nero dello scudo e il corpo principale. L'effetto ottico da l'impressione come se il bordino si fosse staccato dal corpo della runa (come capitato nel mio M42 SD SS che si sembra essere originale).
    L'anomalia riscontrata pero' sulle Pocher originali e' differente da quella qui' riportata: un esempio molto simile a quello di cui stiamo parlando(nella versione falsa) e'riportato sull'ultimo libro di Hicks nella pagina con le foto delle decal false: mi pare sia in basso a sinistra e dica forse qualcosa come decal falsa di produzione italiana(ma potrei confodermi perche' non ho il libro sottomano: fattosta' che e' riportata una decal molto simile e dichiarata come falsa)

    2)Per la mia modestissima cultura in campo Decal SS so' che la caratteristica' di "obesita'" di una delle due rune e' propria delle Rune Q, come da te ben detto. Non mi risulta che nelle rune Pocher ci fosse la stessa anomalia, o forse magari non ci ho mai fatto caso. A me comunque questa anomalia su una Pocher continua a non piacermi.

    3)La "decentrazione" dello swastika nello scudetto di per se non crea problemi, ne ho visti di ben piu' "spastici". Lo scudo Pocher presenta spesso tali anomalie. La granulosita' di per se' non mi allarma: e' la fusione che non mi garba. Un elmo cosi' nuovo, con rune applicate con molta cura su vernice liscia e pulitissima dovrebbe avere una "saldatura" molto piu' evidente e mi piacerebbe non dover intravedere lo "scalino" tra il bordo dello scudo e la vernice. Addirittura nel mio M42 che ha vernice granulosissima lo scudo con la Runa e' assolutamente insensibile al tatto, e conta che la vernice granulosa dovrebbe invece dare sicuramente qualche "problema" in piu' per un applicazione "perfetta" della decal a differenza di una parte con vernice liscia.

    Mi piacerebbe che intervenisse anche Francesco, che sicuramente ne sa' ben piu' di me in merito.

    Cheers
    Tommaso
    Cerco tutto cio' che riguarda la 24 SS-Div. "Karstjäger", il libro "Bandenkampf" originale di Bosgard-Schneider, tutto riguardante la Lotta alle Bande nell'OZAK e tutto su Sturmtruppen / Mazze Ferrate

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    280
    Ciao Raffaello,
    no me la sento di condividere ciò che hai appena scritto. E' vero e provato esattamente il contrario. E ti dico subito perchè

    1) NON si può affatto fare confronti tra elmetti M35 Heer con M35 SS. E' SCIENTIFICAMENTE provato che non vi siano differenze nei COLORI, PRODUZIONI, PARTI, METALLI, TECNICHE e quant'altro tra i due reparti. Le forniture di elmi alla wehrmacht erano le stesse di quelle delle SS. Non è che vi era compatibilità* come tu scrivi, erano semplicemente identiche. Su questo punto, adeguantamente studiato, si veda:
    * L. Baer History of the german steel helmet
    * German Helmet 1933-45 A collector Guide di Goodapple
    * SS Helmets Vol. 1 di Kelly Hicks
    * SS Helmets Vol. 2 di Kelly Hicks
    * SS Steel Parada and Combat Helmets of III Reich Elite di Hicks 2004

    2)Le vernici dell'epoca, usate in fabbrica (si intende sempre), erano in realtà*:
    Fino al 1938 la cosiddetta apple green (verde mela)
    Dal 1939 al 1940 la cosiddetta Pea Green (verde pisello)
    Dal 1940 in poi la cosiddetta FeldGrau ruvida (vi sono però anche elmi lisci prodotti dopo..ma ciò non importa).
    Su questo punto si veda ancora:
    * SS Steel Parada and Combat Helmets of III Reich Elite di Hicks 2004

    Differenze leggere nei colori degli elmetti, che erano sempre delle categorie citate, vi erano solo tra i diversi produttori.

    3) La luftwaffe ha eccome una diversa cronologia nei colori. Purtroppo questo aspetto non è stato ancora studiato e scritto, forse perchè non interessa molto. Ma la differenza c'è eccome. Intanto anche gli elmi luftwaffe sono passati nel 1940 dalla vernice liscia alla granulosa nè più nè meno come ha fatto la Wehrmacht. Inoltre, se abbiamo elmetti luftwaffe datati 1938 e antecedenti, 1939, 1940 e successivi proviamo a guardare il colore e vedremo che cambia eccome. Il 1938 è blu scuro, il 1939 è più chiaro, il 1940 e successivi tornano più scuri con l'effetto della ruvidità*.
    Gli anni di passaggio sono 1938 ed il 1940. A questi si aggiunge anche il 1943 (sul finire) che io chiamo l'anno del "casino". Qui infatti i colori non hanno più uno schema, sembrano impazziti. Gli elmetti M42 prodotti dal 1943 in poi sembrano cambiare addirittura da lotto a lotto. Proviamo a comfrontare due M42 Heer o Luftwaffe..
    Ciao
    Andrea
    andrea

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    432
    Aggiungo,agli ottimi punti evidenziati da Drapponero,che sulla prima decal, vi è una irregolarita nel contorno nero dello scudo non riscontrabile su gli originali in modo così evidente.

    Per quanto riguarda il secondo elmo,bisognerebbe averlo fra le mani per poter dare un giudizio sicuro........posso sbagliare,ma così non mi convince.Le decals CA Pocher sono state imitate in modo da rasentare la perfezione !!

    Francesco

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    280
    Ciao Tommaso,
    ma a me sembra di vedere la maggiore obesità* di una runa rispetto all'altra anche nelle Pocher (oh non vorrei che la maggiore obesità* sia del mio occhio...anche perchè in questo caso davvero conta molto la percezione visiva, senza scherzi!!!). A parte tutto prova ad osservare gli esempi di Pocher che ci sono in giro e poi dimmi.

    Corretta è la tua citazione della decal in fondo al libro di Hicks e sembra prodotta in Italia: diverso però è il disegno. Se ricordo bene però la punta bassa della runa di sinistra (guardando l'elmo)è più alta rispetto al corrispondente angolo dello scudo. Questa infatti è una delle caratteristiche forti di questa imitazione. La CA Pocher è al contrario esattamente allineata a quell'angolo.

    Altra curiosità* che ci fa capire quanta differenza ci sia nel giudizio sugli elmi e quanto utile sia il confronto è il cosiddetto scalino (che speriamo di non incontrare mai..) della decal. Personalmente ritengo che la decal in una vernice liscia tipo M35 si fonde certamente ma mantiene comunque un certo spessore (relativo intendo, sempre quasi impossibile da sentire). Mentre su una vernice ruvida tende a sparire completamente perchè penetra più in profondità*. Ciò si vede anche chiaramente dall'aspetto visivo: l'M35 liscio mantiene un certa visibilità* dello spessore (guarda quello bellissimo di giorgio appena postato), mentre i 40 o 42 ruvidi si "mangiano" la decal.
    Andrea

    P.S. per Francesco: non me la sentirei di sentenziare in modo così netto che le decal del secondo elmetto "sono state imitate in modo da rasentare la perfezione !!"
    andrea

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    425
    Ciao Killer,

    Penso che Francesco intendesse dire che le rune Pocher sono imitate benissimo, ma in generale non particolarmente parlando degli elmi in causa.

    La questione del libro di Hicks: mi sembra che hai ragione, la questione dell'angolo corrispendente alla gamba della runa mi sembra di ricordarla.

    Rimango sulle mie posizioni per quanto riguarda lo scalino della decal: per me su liscio o ruvido in ogni caso la fusione deve essere "evidente".

    Ciao
    T
    Cerco tutto cio' che riguarda la 24 SS-Div. "Karstjäger", il libro "Bandenkampf" originale di Bosgard-Schneider, tutto riguardante la Lotta alle Bande nell'OZAK e tutto su Sturmtruppen / Mazze Ferrate

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    432
    Io intendo dire che vi sono repliche delle decal CA Pocher che rasentano la perfezione e quindi dare un giudizio sicuro sul secondo elmo da delle fotografie è molto difficile,e per questo motivo non mi voglio soffermare su di lui.
    Cosa diversa e il primo elmo dove prima di tutto,come ho già* scritto ,risaltano immediatamente le irregolarità* della linea di contorno nero degli scudi!!!..........SCARSE COPIE!!

    Francesco

  8. #18
    Moderatore L'avatar di Quex
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,329
    Ciao Andrea,
    forse la vecchiaia ma la sclerosi ancora non mi ha colpito!
    Quex ha scritto:
    La discussione nasce dall'esame di elmi M35SS e fare paragoni
    con elmi Luftwaffe o kriegsmarine, consentimi credo sia un errore.
    Dovendo fare un paragone dobbiamo esaminare M35Heer con M35SS
    dove una compatibilta' di produzione/colori e' possibile.


    The Killer ha scritto:
    Ciao Raffaello,
    i due elmetti M35 del link non hanno in realtà* ruvidità* data da polvere di metallo. Hanno invece i buchi indicati in figura tipici del processo di fabbricazione. Però elmetti M35 con parti datate 1939 verniciati di fabbrica con vernice ruvida dovuta all'aggiunta di polvere di metallo ci sono in alcune collezioni. Allego una foto di un M35 luftwaffe con vernice ruvida di fabbrica. La vernice è ruvida (la si vede meglio con la foto in primo piano della decal, ingrandendola un po).


    The Killer ha scritto:
    1) NON si può affatto fare confronti tra elmetti M35 Heer con M35 SS. E' SCIENTIFICAMENTE provato che non vi siano differenze nei COLORI, PRODUZIONI, PARTI, METALLI, TECNICHE e quant'altro tra i due reparti. Le forniture di elmi alla wehrmacht erano le stesse di quelle delle SS. Non è che vi era compatibilità* come tu scrivi, erano semplicemente identiche. Su questo punto, adeguantamente studiato, si veda: * L. Baer History of the german steel helmet
    * German Helmet 1933-45 A collector Guide di Goodapple
    * SS Helmets Vol. 1 di Kelly Hicks
    * SS Helmets Vol. 2 di Kelly Hicks
    * SS Steel Parada and Combat Helmets of III Reich Elite di Hicks 2004

    Scusami ma l'unico ad aver fatto tale confronto sei TU come si legge
    dai tuoi scritti... evidentemente hai delle letture mal digerite con
    un nozionismo mal recepito ed ancor peggio esposto...
    un saluto
    Raffaello
    Occorre molto tempo affinche' una buona idea faccia il giro della testa di un coglione.
    L.F.Celine

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    280
    "Dovendo fare un paragone dobbiamo esaminare M35Heer con M35SS
    dove una compatibilta' di produzione/colori e' possibile".
    Queste son tue parole...

    Io ho scritto il contrario, cioè che non si possono fare i paragoni da te citati e sopra copiati per i motivi abbondantemente risposti.

    Mantenere i nervi saldi è una ottima virù come pure quella di rispondere con esempi, citazioni costruttive, utili a tutti. Mi pare Raffaello che dal copia incolla che hai fatto di parti tratte dalle nostre mail, oltre a non rispondere, emerga proprio quello che hai scritto in chiusura della tua ultima mail. Raffaello se vuoi rispondere alla mia precedente in cui affermavo e documentavo alcune imprecisioni concettuali da te riportate mi fai veramente un piacere, altrimenti non importa, risponderà* qulcun altro o magari anche nussuno. Intanto attendo speranzoso. Nel frattempo ti assicuro che cercherò di migliorare le mie letture ed il mio nozionismo. Ma davvero però.
    Grazie

    Andrea
    andrea

  10. #20
    Moderatore L'avatar di Quex
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,329
    mantenere i nervi saldi e un ottima virtu'
    la modestia e' al pari una grande virtu'....
    In senso morale la virtù è la qualità* propria
    dell'uomo di adeguarsi di capire senza soffrire
    di un "gigantismo nano"...
    mostraci i tuoi elmi dopo ci darai le tue nozioni di studio.
    Occorre molto tempo affinche' una buona idea faccia il giro della testa di un coglione.
    L.F.Celine

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato