Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: pugnale da restaurare!!

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    costa toscana
    Messaggi
    40

    pugnale da restaurare!!

    ho trovato il suddetto pugnale,purtroppo data l'eta non è conservato molto bene.
    cerco chiunque sappia darmi consigli su come restaurarlo sopratutto il poco cuoio che ci resta

    grazie per i consigli
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060

    Re: pugnale da restaurare!!

    ciao, bello, veramente bello!

    Il restauro non sarà* impresa facile, perchè la ruggine sembra averlo intaccato ben bene.

    Non è una ricetta perfetta,ma ti dico come procederei io. Con una spazzola d'ottone spazzolerei bene la lama, poi lo immergerei in una soluzione di acqua e remox al 10% per un paio d'ore. Dopo va risciacquato con acqua e bicarbonato di sodio e poi solo acqua.
    Ancora bagnato, il cuoio si sarà* ammorbidito, percui troverei un qualche materiale (ad esempio un pezzo di camera d'aria tagliato da avvolgere sul manico, e poi lo legherei stretto,in modo da far asciugare in forma le striscioline di cuoio. Una volta asciutto, passerei il cuoio con della vaselina liquida e la lama e le parti metalliche con Owatrol oil (da tamponare con della carta assorbente per togliere l'effetto "lucido").
    Bkg

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: pugnale da restaurare!!

    Ma guarda!!! Un M3 fighting knife! Bello!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    veneto
    Messaggi
    627

    Re: pugnale da restaurare!!

    io il mio l'ho pulito così:
    per primo bagno di elettrolisi, un poco per volta in modo da valutare i risultati.
    pennellate abbondanti di nafta, solo sulle parti in metallo, in modo da ammorbidire la rugine.
    una volta fatto questo una energica spazzolata.
    ancora elettrolisi "controllata", pochi minuti per volta, e quindi carta vetrata a scalare ovvero dalla più grande alla carta abrasiva per le rifiniture.
    per il cuoio una lavata con acqua e una bella ingrassata.
    per finire una passata di imbrunitore per armi.

    armati di tanta pazienza e non avere fretta di finire o ci scapperà* la solita......."porca vacca potevo aspettare domani! "
    CALMA CALMA E OLIO DI GOMITO.
    ciao pinuccio.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Siena
    Messaggi
    1,296

    Re: pugnale da restaurare!!

    io invece prenderei in considerazione anche di togliere il cuoio attuale, visto che ormai c'è n'è una piccolissima parte e di ricostruirlo e successivamente invecchiarlo.
    ciao
    lo squadrista
    -------------
    Và nuova Italia, combatti!
    Stringi in un sol destino quanti hanno la bella tua lingua!
    Pianta le insegne romane sui limiti antichi di Roma!
    -------------
    Cerco materiale del ventennio e italiano della 2^GM - cerco anche materiale del 7° Rgt. di Artiglieria di Corpo d'Armata e foto su Siena nel periodo 1919-1945
    www.rabem.it
    www.arsmilitaris.altervista.org

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: pugnale da restaurare!!

    Citazione Originariamente Scritto da lo squadrista
    io invece prenderei in considerazione anche di togliere il cuoio attuale, visto che ormai c'è n'è una piccolissima parte e di ricostruirlo e successivamente invecchiarlo.
    Secondo me facendo così l'impugnatura ricostruita stonerebbe troppo con la lama che è molto consumata. Io seguirai i consigli di Pinuccio

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Siena
    Messaggi
    1,296

    Re: pugnale da restaurare!!

    naturalmente bisognerebbe evere in mano il coltello per vedere le reali condizioni, ma il fatto è che da una parte molti dischetti sono completamente marciti, e secondo me quando pulisci il ferro, alcuni molto probabilmente salteranno via.

    una domanda obi, ma la ruggine quanto ha intaccato il ferro?? hai provato a pulirlo togliendo le scaglie con un cacciavite per vedere fin dove arriva la ruggine??
    ciao
    lo squadrista
    -------------
    Và nuova Italia, combatti!
    Stringi in un sol destino quanti hanno la bella tua lingua!
    Pianta le insegne romane sui limiti antichi di Roma!
    -------------
    Cerco materiale del ventennio e italiano della 2^GM - cerco anche materiale del 7° Rgt. di Artiglieria di Corpo d'Armata e foto su Siena nel periodo 1919-1945
    www.rabem.it
    www.arsmilitaris.altervista.org

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: pugnale da restaurare!!

    Bella gà*tta da pelare!

    Allora, considera questo fatto, l'oggetto deve essere trattato con due tecniche diverse, una per l'impugnatura e l'altra per la lama. Un pò come se fossere due oggetti indipendenti.
    Vedo che la ruggine ha fatto il suo bel lavoro e per il momento si intuisce ancora la forma del pugnale.
    Molto probabilmente se togliessi TUTTO l'ossido ti rimarrebbe in mano uno scheletro informe e per niente gradevole a vedersi per cui devi valutare durante gli interventi fino a che punto andare avanti.
    La tecnica della spazzolatura può essere un buon inizio ma tieni conto di alcuni elementi: le spazzole in ottone oltre ad essere leggerissime tendono a colorare il pezzo per deposizione di materiale (è come una matita sulla carta, consumandosi lascia il segno), meglio usare quelle in acciaio nudo chesono un'attimo più incisive e, in caso di riporto, la colorazione dell'acciaio non cambia . Inoltre la loro "forza" asportante è relativa in quanto tendono a "strusciare" rimuovendo la terra e la polvere e gli ossidi più fragili mentre lasciano sul posto concrezioni più robuste ed aderenti senza intaccarle.
    Per cui dove la ruggine copre parzialmente il metallo il risultato sarà* discreto, dove invece è un tappeto di grumi otterrai ben poco. Comunque un tentativo lo puoi sempre fare.
    Per lavorare al meglio cerca di bloccare in modo stabile la lama e munisciti di buoni occhiali protettivi, ricordatevi che i trefoli di acciaio perforano gli occhi come fossero burro!!! (e si staccano in continuazione dalla spazzola rotante!)
    Non ho preso in considerazione la classica spazzola col manico "da saldatore" perché di scarsissimo vantaggio in questi casi...
    Per cui, buon trapano e spazi aperti per le fumate di polvere rossa!

    E' molto probabile che per rendere la forma originale tu ti debba munire di una lima piana a sgrossare e con pazienza consumi i bòzzi di ruggine fino e ritrovare il piano originale, però questa azione vuole una buona conoscenza della lima e molta attenzione per non andare troppo oltre. Il vantaggio è che puo lavorare a bagno di petrolio, aiutandoti con una vaschetta ed un pennello per lavare periodicamente la superfice e vedere a che punto sei arrivato.
    Se le ossidazioni sono dure anche per il tagliente della lima appoggiaci sopra una striscia di tela abrasiva Grana 60, non più fine che si intaserebbe subito.
    Dopo aver raggiunto il metallo passa la spazzola col trapano, il risultato sarà* molto migliore, abbi sempre l'accortezza di lavorare in modo che la spazzola giri in modo da strusciare dall'interno verso l'esterno e mai al contrario.
    Non ti preoccupare se in qualche punto verrà* fuori il bianco del metallo, non svilirà* il pezzo sempre che tu non decida di lasciare più ruggine sul posto.

    Per quanto riguarda il cuoio del manico... è un capitolo a parte! ^^'

    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: pugnale da restaurare!!

    Intanto un bel pezzo , anche se messo abbastanza male
    Ho poco da aggiungere a quanto ben spiegato, io però proverei dopo aver tolto il grosso della ruggine, di metterlo a bagno di acqua e acido ossalico per almeno due giorni cambiando l'acqua e la soluzione dopo le prime 24 ore, da tener presente che al cuoio non fa nulla, questo l'ho constatato di persona.
    luciano

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: pugnale da restaurare!!

    Ascoltate ed inorridite, io elimino la ruggine anche per compressione nel senso che chiudo la lama come in questo caso nelle ganasce della morsa e chiudo con decisione. Non a morte però, la ruggine si compatta e si sbriciola che è un piacere. Per lame con la costa centrale come quella illustrata due listelli di legno duro pareggiano le differenze e proteggono la lama dal contatto diretto con le ganasce. Mezz'ora di pulviscolo in meno come minimo e la soddisfazione di vederla staccarsi un larghe falde.
    Per le spazzole poi ho adottato quelle inox che non hanno i difetti di quelle di ottone e di ferro nel senso che non lasciano colore e si trovano anche a setole sottili e morbide a differenza di quelle in ferro. Costano di più ma.....non arrugginiscono e durano mediamente di più delle altre. Se poi siete fortunati e trovate il ferramenta giusto le potete ordinare "custom" sia come diamentro sia come spessore delle setole. Esistono anche da montare sul flessibile se siete tipi impazienti, però il difetto del lancio delle setole aumenta ed un buon camice spesso è utile per non finire come S.Sebastiano.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato