Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 87

Discussione: Pugnale d'assalto M.1938

  1. #11
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Estero
    Messaggi
    678
    Ok grazie a tutti [][][ciao2]

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    italia
    Messaggi
    2,046
    ...caro luciano, dissento, ha solo infilato sotto l'aggancio è sufficente riportarlo o alle otto o alle quattro sollevarlo un poco e riportarlo nella giusta posizione, buona giornata Sal
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  3. #13
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Sicuramente è come dici ma dalla foto mi era sembrato danneggiato. Ciao
    luciano

  4. #14
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Estero
    Messaggi
    678
    Grazie a tutti [ciao2][ciao2]

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,130
    ciao, per quella cifra ci compri ormai solo il fodero[incazz], non lasciartelo scappare
    Novara fa da se'

  6. #16
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Estero
    Messaggi
    678
    Grazie a tutti adesso [ff][ff][ff] è gia mio

  7. #17
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Mannaggia anche questo? Be sono davvero contento per te. Ciao
    luciano

  8. #18
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Estero
    Messaggi
    678
    Grazie Luciano la prossima settimana dovrebbe arrivarmi una fibia tedesca, quando arriva la mostro ciao
    PS cosa intendevi con gancio un po rovinato?

  9. #19
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648

    Exclamation Pugnale per assaltatori del REI ©

    italrest.gif itatricolore.jpg

    L'adozione di questo mitico pugnale,potrebbe farsi risalire all'anno 1938.Non esistono documenti che ne comprovino l'adozione,ma le fotografie d'epoca in cui appare,sono tutte posteriori al 1938.
    E' un pugnale molto robusto e spartano,con una spessa lama ad un filo e punta.


    Immagine:

    79,34Â*KB


    Immagine:

    89,36Â*KB


    Immagine:

    87,01Â*KB
    La guardia è molto semplice,di forma ovale e spessa.
    L'impugnatura è formata da due robuste guancette di legno,sagomate in modo da essere ergonomiche, assicurate al codolo della lama con tre rivetti bombati.


    Immagine:

    104,62Â*KB
    Il fodero è in lamiera,con passante metallico tubolare di forma rettangolare e con un elemento scorrevole,che permetteva di indossare e togliere il pugnale senza aprire il cinturone.


    Immagine:

    103,74Â*KB


    Immagine:

    71,78Â*KB
    Il passante,che è fissato in modo da far risultare il pugnale inclinato rispetto alla cintura, esiste in due misure.Una piccola per il cinturino della truppa,e una grande per il cinturone degli ufficiali o per la grossa cintura in canapa dei reparti da sbarco della Regia Marina.
    Spesso gli ufficiali erano usi appendere il pugnale ad una delle campanelle del cinturone tipo sam brown,in modo che non intralciasse accovacciandosi,sedendosi ecc.
    Generalmente l'impugnatura dell'arma e di color legno naturale,ma si possono incontrare esemplari con l'impugnatura verniciata di nero,verosibilmente utilizzati dai reparti delle Camicie nere.Personalmente ne possiedo uno con impugnatura nera opaca e uno con impugnatura e fodero di colore nero lucido.
    Questo pugnale,godette di un certo successo.Nato per fornire un'arma robusta e poco costosa,andò ad equipaggiare tutti i reparti speciali delle Regie forze armate;la forma fa pensare che dicenda nel disegno del pugnale per assaltatori austiaci,caduti nelle nostre in grandi quantità* alla fine del primo conflitto mondiale,e fra i quali esiste un modello transizionale.
    Il modello 1938,lo si vede al fianco dei paracadutisti,degli assaltatori del Regio esercito,dei guastatori e di alcuni reparti della Regia marina.
    Andò ad armare anche i reparti della Milizia,anche se all'interno di quest'ultimi,gli ufficiali e militi che gia possedevano il modello 1935,continuavano a portarlo.
    Come tutte le armi bianche corte,seguì i nostri reparti fino alla fine della guerra e lo si vede spesso indossato anche da reparti della RSI.
    Le misure sono:Lunghezza totale mm330,lunghezza della lama mm210.
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  10. #20
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    2,593
    G R A Z I E !

    Dopo aver letto questo topic sono scivolato sulla mia stessa bava, andando verso la cucina...

    So di dire un'eresia, ma tra questo modello ed il "marcia" non saprei ancora oggi quale sia il mio favorito.
    Immagino un soldato che nel 1943 avesse in dotazione un "massiccio" MAB 38/A e una di queste lame, anch'essa "massiccia" al fianco: probabilmente si sentiva un semidio.
    Curiosamente, nel 1943 aliquote di mitra e di pugnali andarono ad armare i N.A.P., i Nuclei Anti Paracadutisti del Regio Esercito, che molti affastellano nella categoria degli "sfigati" assieme ad altri reparti nostrani.

    Attendo gli sviluppi
    dan [ciao2][ciao2]
    Un cordiale saluto!
    Vediamoci anche in Facebook, nel gruppo "Sardegna - Bunker Archeologia - Memoria e futuro."

Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato