Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Quegli strani volontari...

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Quegli strani volontari...

    La foto, apparsa su un vecchio numero della rivista FOCUS, a rigor di logica è un OT: risale al 1914, quado l' Italia era ancora neutrale e non si era ancora schierata con gli stati dell'Intesa. La posto qui perchè non sapevo dove metterla. L' immagine, che fu presa a Milano durante una manifestazione inteventista, raffigura paramilitari intenzionati a creare il casus belli con l' Austria, invadendone i confini dal Passo del Tonale. Sono tutti armati di Vetterli e relativa giberna, vestono una uniforme con tasche pettorali di vario taglio e colletto rovesciato, sul quale spiccano distintivi metallici che NON sono le stellette. Sulla falda ripiegata del cappello alla boera portano una penna all' uso alpino e una coccarda tricolore. Chi erano? Chi ne sa di più? Grazie.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549
    Interessante foto.
    Potrebbero essere i precursori di quelli che poi divennero i Volontari Alpini, ad esempio soci di un sodalizio tipo il Club alpino Italiano, o di un'associazione venatoria, ecc.
    Il primo soggetto da dx di chi guarda ha una canonica '909 per armi a piedi, così come -sembrerebbe- quello all'estrema sx.
    Furono molteplici i comitati d'interventismo nati in seno a molte società sportive, come ad esempio nel ciclo-automobilismo da cui nacquero poi i V.C.A.
    Speriamo nell'intervento illuminante di qualche ben informato forumista...

  3. #3
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Il volontarismo è stato un tratto comune dell' esperienza militare dell' Italia unitaria, un filo rosso che dal Risorgimento arriva al secondo dopoguerra. Un fattore positivo e capace di implementare la capacità bellica del piccolo e mediocre esercito sabaudo/piemontese e poi italiano. Nel primo novecento poi, come ricordi giustamente, la presenza dei volontari fornì al R.E. il know-how per costituire specialità nuove e moderne come la Compagnia Aviatori Volontari in Libia nel 1911 o i Volontari Ciclisti Automobilisti prima che nascessero reparti autieri ben strutturati, nel 1915. Il substrato era quella borghesia nazionalista e interventista che come Brioschi, l' "inventore" dell' uniforme grigioverde sosteneva istituzioni civili come il CAI, le Società Ginniche, il Tiro a Segno Nazionale, ma propedeutiche alla preparazione bellica. Quanto agli uomini in foto escluderei si trattasse di VCA, che avevano un peculiare beretto a visiera fregi propri.

  4. #4
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549
    ...infatti il corpo dei VCA l'ho citato come mero esempio, questi non lo sono neppure lontanamente...

  5. #5
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Speriamo nel forum, allora...

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    ... si tratta di una formazione di Volontari studenti formata in Liguria per collaborare con la R. Marina.

    Saluti

    fm
    E' la somma che fa il totale.

  7. #7
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549
    Grazie F.M., sempre sul pezzo!
    ...Piuttosto fuori corso il 3° in primo piano da dx, probabilmente un docente!

  8. #8
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Comunque piuttosto incongrue le simbologie alpine per gente destinata a collaborare con la R. Marina. Furiere, sai anche il nome di questo reparto?

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    ... il nome della formazione è quello che ho riportato sopra.

    Poi non si tratta affatto del cappello alpino ma di un cappello di forma civile con la falda sinistra rialzata. Sulla falda era collocota una coccarda tricolore con la penna...

    I cappelli da alpino avevano ben altra forma e distintivi ...

    saluti

    fm
    E' la somma che fa il totale.

  10. #10
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    VOLONTARI STUDENTI ? Ah, ok Furiere, scusa, non avevo notato il corsivo. Grazie. Un tassello in più alle mie (scarse) conoscenze sulla WW1.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato