In ogni forum di militaria internazionale c'è uno, o più thread per argomenti non attinenti al campo dei militaria, storia militare ecc. ecc., e dal momento che c'è anche qui, non vedo proprio perchè non ci si possa parlare di calcio. Peraltro, sono d'accordo con Die Nadel che ci sono modi migliori del tifo calcistico con cui si possa esprimere il proprio patriottismo, ovvero una certa forma di attaccamento al paese in cui si è nati, dissento però se si parla di nazionalismo, ovvero della convinzione che la propria nazione, espressa in genere dai vincoli di sangue, sia superiore alle restanti, in quanto - come ben sappiamo - convinzioni nazionaliste stanno alla base di tutti i conflitti di aggressione, le guerre più o meno civili (pensiamo alla ex Jugoslavia ecc. ecc.). E credo che nel caso del tifo calcistico non si debba parlare di patriottismo, ma di nazionalismo vero e proprio, si vedano quelle emerite teste di c. che a Milano dopo la partita hanno attaccato gli spagnoli che festeggiavano con le loro bandiere, come avevano pienamente diritto di fare. Il calcio è uno sport che suscita, purtroppo, gli istinti più bassi, non così, per esempio, il rugby, dove i tifosi (ma in questo caso sarebbe meglio parlare di sportivi...) guardano la partita tutti insieme, mescolati e in amicizia. Qualche tempo fà*, al Flaminio, a Roma, a vedere un'Italia-Francia del 6 Nazioni, con i tifosi francesi che mi siedevano accanto ci siamo fatti il regolamentare giro di birre post partita, uno offerto da loro, uno offerto da me, e l'Italia aveva perso in modo disastroso! Detto questo, per non andare off topic, dico anche che non mi dispiace davvero che l'Italia sia uscita dagli Europei, non avendo dato prova del benché minimo gioco e non aveno segnato nemmeno UN gol su azione, ma tutti su calci piazzati (peccato che poi abbiano sbagliato quelli importanti!) a farò il mio tifo sfegatato per i rocciosi turchi (gli inglesi e gli ANZAC dovrebbero ricordarsi bene il nome Gallipoli!), che hanno qualche motivazione in più (sociale, se non nazionalistica!) per sconfiggere i tedeschi, e per i russi, che tutti i loro gol li hanno segnati su azione, e che azioni!