Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Queste cose mi fanno arrabbiare.

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,886

    Queste cose mi fanno arrabbiare.

    Ieri me ne è capitata una bella .... una di quelle cose che da "buon" collezionista mi fanno letteralmente incavolare, cercherò di essere molto sintetico.

    Due settimane fa sul noto sito d'aste è stato venduto un bell'album di foto forse appartenuto ad un graduato paracadutista dell 82nd Airborne, circa una 60 di foto.
    Molte scattate prima del lancio in Sicilia e durante i giorni dopo, altre ancora in Olanda con l'operazione "Market Grarden a groesbeek" ecc... molto ma molto ma molto belle. Parecchie però erano foto non private ma scattate da operatori del signal corps anche perchè erano cosi marcate con tanto di codice identificativo.
    Ho cosi seguito l'asta per pura curiosità sapendo il prezzo a cui poteva arrivare un pezzo simile, che si è chiuso ad una cifra pari circa al prezzo di una tv a schermo curvo da 50" di buona marca (non voglio come da regolamento parlare di prezzi).

    Ho avuto la speranza fosse andato ad una persona che ci teneva e che lo potesse conservare per come era.

    Ma cosi non è stato, questa settimana colui che l'ha preso (sempre in USA) sta smembrando tutto l'album di foto e vendendole una per una, riuscendo a guardarci sicuramente quasi il doppio.
    Evidentemente il soggetto non è un collezionista bensì un commerciante che di collezionismo e buon senso non credo ne abbia.
    Questo mi fa arrabbiare, anche se so che non sarà ne la prima e ultima volta che capiterà.

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Mantova
    Messaggi
    142
    Che tristezza....ma sono cose che succederanno sempre, almeno fino a quando ci sarà un interesse economico. Anche i collezionisti sembrano i lotti ( a volte la distanza tra collezionista e commerciante è inesistente) come lo fanno le aste.
    Simone

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Non è la prima e neppure sarà l'ultima volta... e chi potrà ricostruire la vita di un uomo dispersa in cento collezioni?
    Mi è successo con l'album del colonnello Zizzi, comandante dell'i.r. Landsturminfanterieregiment Nr.11 che presidiava dall'estate alla fine del 1916 il fonte tra San Giovanni di Duino e l'attuale casello dell'autostrada del Lisert presso Monfalcone... foto bellissime ma... tante ne ho prese, tante sono scappate... certamente al commerciante conviene vendere le foto sciolte, con il sistema dell'asta ha preso tanti bei soldini, l'unica cosa che gli interessava...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    585
    sono d'accordo con quanto scrivete,però può succedere,come nel mio caso,di aver trovato un mega album di oltre 2000 foto fatte tutte in africa,tra il 36 e il 42,tutte dello stesso ufficiale,proprio per la grandezza di questo album non ho trovato nessuno che lo potesse o volesse acquistare,ci ho messo più di tre anni a trovare una persona realmente interessata e al prezzo che io chiedevo(molto onesto tra l'altro),ma se lo vendevo a pezzi,spaiando tutte le foto ci prendevo almeno per tre,quattro volte tanto(parliamo di oltre 2000 foto),ma ho resistito e ad oggi sono contento che sia andata cosi,
    io ho potuto aspettare,non avevo fretta di venderlo,ma mi viene difficile anche poter giudicare qualcuno che decide di smembrare un lotto per realizzare più profitto,
    Io sono sempre dell'idea che se la famiglia stessa del soldato decide di cedere i suoi effetti personali per farci dei soldi,chi l'acquista può regolarsi come meglio crede.Noi la vediamo forse in maniera romantica e appassionata,ma non tutti sono come noi.......
    volevo aggiungere che tale album fu trovato ad un cassonetto!!!!!!!!!!!!!

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826
    E' una cosa che fa venire la rabbia anche a me, ma ormai ho capito che è come combattere contro i mulini a vento e, se posso, boicotto i venditori che applicano tale pratica.

    Citazione Originariamente Scritto da enrico65 Visualizza Messaggio
    Noi la vediamo forse in maniera romantica e appassionata,ma non tutti sono come noi.......

    Io, oltre che romantica la vedo in maniera storica.

    Poniamo che di tutto l'album solo alcune foto riportino una didascalia o un indicazione del reparto ma, proprio grazie a quelle, tutte le foto presenti possono essere adeguatamente contestualizzate e fornire, nel caso, da ausilio per una ricerca storica specifica.
    Nel caso il venditore decida di ritagliare le singole foto di certo citerebbe il reparto in un eventuale inserzione di vendita, ma questa informazione potrebbe essere perduta dall'acquirente o, nel caso, non poter essere confermabile e quindi non "scientificamente" valida per una eventuale pubblicazione.
    Certo, nella maggior parte dei casi questo non comporti perdite testimonianze storiche rilevanti, però non si sa mai...
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    891
    Una storia molto triste ma molto spesso la realtà--un misfatto il quale non mai sarebbe fatto da un collezionista vero con cuore.

    Certamente tutti insieme ci siamo d´accordo che la storia -evventualmente nascosta dietro il nostro oggetto cercato e trovato- finalmente sia la vera competizione interessante. Una storia da scoprire, conservare e tradurre talvolta abbastanza faticoso anchè per le generazioni dopo.....

    Anch`io ho fatto l´esperienza brutta alcune volte qui ---talvolta credo che questo diventa piutosto sovvente--che nessuno s`interessa veramente alla storia o la storia tecnica o lo sviluppo imteressante dell´oggetto --solo per il pezzo brillante-eccezionalmente se aumenterebbe il prezzo -- se no--la verrà dimenticata...

    Questa esperienza indesiderata non mi stupefarebbe se si tratta di c.d. collezionisti freschi o ricchi o stupidi i quali solo cercano il suo prestigio.

    Ma-come proprio vissuto da me ad una casa d´aste nota---anchè la per questo non s´interessa veramente con l`argomento strano che la maggioranza dei compratori altresi non s`interessa --una cosa strana e molto brutta.
    Dubito che questo sviluppo male di fare solo il profitto proprio senza di aver niente rispetto per gli oggetti da cultura si aumenterá. E questo non verrà scusato a causa dei tempi mali.....
    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  7. #7
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,574
    Ahimè ci sono molti collezionisti commercianti che hanno cuore solo per il profitto e quindi mandano in malora delle raccolte storiche decisamente importanti.
    È una piaga che non riusciremo ad arginare ma che, anzi, tenderà solamente a crescere.
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Alpi Occidentali
    Messaggi
    101
    Purtroppo proprio a causa di questo pensiero che la militaria in generale ha raggiunto quotazioni folli...

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •