Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 16 di 16

Discussione: radom

  1. #11
    Collaboratore L'avatar di milit73
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Verona,Italia
    Messaggi
    1,422

    Re: radom

    Ciao a tutti,

    quoto chi mi ha preceduto.

    Ciao
    Michele

  2. #12
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275

    Re: radom

    E' un errore che tutti all'inizio abbiamo commesso presi dalla voglia di rendere "belli" i nostri amati pezzi. Poi ci si rende conto che "est modus in rebus" per cui pian piano ci si limita ad interventi conservativi. D'altronde ognuno è libero di pensarla come vuole e se il desiderio di vedere il ferro tornare come nuovo prevale su tutto il resto...
    In questo caso però, come diceva Kanister, il restauro deve essere "armonico" nel senso che se si fanno tornare i legni nuovi bisognerebbe farlo anche con i ferri essendo ben consci
    che si azzera il valore collezionistico.
    Un caro saluto
    Oscar

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    17

    Re: radom

    Grazie delle risposte , ognuno a le sue opinioni il fucile lo restaurato cosi perchè lo usero per rievocazioni quindi qualche uscita e il calcio si invecchiera velocemente . Il legno lo dovuto sverniciare completamente aveva due mani di flattin e lo ritrattato solo con gomma lacca il resto lo sabbiato e rinbrunito troppa ruggine quando lo provata ad esportare veniva acciaio lucido e non mi sembrava reale . Per la risposta al mess di prima il messaggio lo inserito da più di un mese ma due sole persone anno detto la loro quindi i consigli e meglio se le date quando uno posta i mess no dopo mesi . Grazie a tutti i consigli sono sempre ben accetti .

  4. #14
    Utente registrato L'avatar di stahlelm16
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,310

    Re: radom

    Beh al di là del fatto che a me le armi con l'aspetto un po' vissuto piacciono di più di quelle nuove fiammanti, mi complimento per il restauro e comunque se tu sei soddisfatto dell'oggetto così com'è questo è ciò che conta. Anche perché so per esperienza diretta quanto si è soddisfatti di un ottimo risultato ottenuto dopo tanto lavoro. Inoltre, e questo secondo me è il punto focale, che si tratti di un fucile, di un elmetto o anche di una semplice scatoletta di latta,a mio modo di vedere l'essenziale è che un altro pezzo di storia sia stato salvato dalla rovina o dall'oblio. Credo che sia un dovere oltre che un piacere per noi collezionisti/appassionati preservare e salvare il più possibile ogni pezzo testimone della storia che ci capita per le mani. Perché sono convinto che un domani quando anche l'ultimo reduce se ne sarà passato a miglior vita, toccherà alle persone come noi tramandare il ricordo della storia attraverso ciò che abbiamo potuto sapere magari dai diretti protagonisti e con le nostre collezioni. Che sia condiviso o meno questo per me è un pensiero fondante della mia passione. Buona serata
    Lassù pugnammo. Lassù caddero gli eroi fratelli
    per la grandezza della Patria.
    Il più vasto confine a lei consacrato,
    vigila e difendi con la fede dei forti


    Dal monumento al Vecio e al Bocia sito alla caserma Salsa di Belluno, sede del glorioso 7° Alpini

  5. #15
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,393

    Re: radom

    Scusate l'ignoranza ma il fucile in oggetto sarebbe un Mauser prodotto dalla RADOM in Polonia?
    sven hassel
    duri a morire

  6. #16
    Utente registrato L'avatar di stahlelm16
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,310

    Re: radom

    Si certo Sven. Era l'arma di ordinanza dell'esercito polacco durante l'ultima guerra. Ovviamente fu usato a profusione dalla Wehrmacht, tanto più che era in calibro 8x57
    Lassù pugnammo. Lassù caddero gli eroi fratelli
    per la grandezza della Patria.
    Il più vasto confine a lei consacrato,
    vigila e difendi con la fede dei forti


    Dal monumento al Vecio e al Bocia sito alla caserma Salsa di Belluno, sede del glorioso 7° Alpini

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato