Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Raggruppamento dubat del giuba

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Raggruppamento dubat del giuba

    Secondo dopoguerra, comizio del MSI a Roma. Oltre a tricolori e alla bandiera della Dalmazia si vede a sx. nella foto un labaro con la scritta RAGGRUPPAMENTO DUBAT DEL GIUBA e la testa di un felino al centro (leopardo?).
    Trattandosi di Dubat parliamo della Somalia, ma di che reparto si trattava? E poi, vista la fattura artigianale dell' insegna, è un esemplare originaledi produzione locale, scampato alla damnatio memoriae del dopoguerra o piuttosto (vista l' assenza di simboli fascisti o monarchici) ricostruito "a memoria" da qualche reduce d' Africa? Chi ne sa qualcosa? Grazie.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,396
    Ho trovato un link dove se ne parla e ci dovrebbe essere anche qualcosa di cartaceo, ma che non trovo in rete e non posseggo.
    http://www.google.it/url?url=http://...lv7_0Beo0AC4NQ
    sven hassel
    duri a morire

  3. #3
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Grazie Sven!

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    59
    Non si può escludere che il Generale Bisson, comandante di quel Raggruppamento costituito alla fine del 1940, abbia avuto la possibilità di conservare durante la prigionia il labaro dell'unità (ammesso che, viste le circostanze, al Raggruppamento fosse stato effettivamente consegnato un labaro...).
    Ma è altresì probabile che si tratti di uno dei tanti gagliardetti rifatti nel dopoguerra (ho documentato finora molti casi), che per semplicità io definisco "reducistici", e che oggi girano sul mercato collezionistico come originali, ovviamente a cifre da capogiro!
    GZ

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Gespil
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    92
    Nelle turbolente fasi della nascita dell’MSI, si contrapponevano la corrente del gruppo direttivo, composto da “anziani” e legata agli ambienti della finanza e della curia, che puntava a una integrazione nel “sistema” e una opposizione intransigente, legata agli ambienti giovanili . L’azione giovanile in questa prima fase, era imperniata su autentiche squadre d’azione, che operavano conservando ciascuna la propria autonomia, propugnando una rivolta radicale contro una società decadente. Questi sedicenti “Dubat” avevano adottato come emblema lo stendardo delle truppe africane e come inno la Cucaracha”, il canto della rivoluzione popolare di Pancho Villa.
    Lo stendardo è sicuramente di produzione “propria” e vi è raffigurato un leone, classica iconografia delle truppe africane.

    Saluti

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Gespil
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    92
    Questi invece sono i veri Dubat (meharisti), a piazza Venezia nel 1937.

    1937.JPG

  7. #7
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Mi sembrava troppo "casereccio" per essere d' epoca coloniale...

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •