Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 36

Discussione: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Come da ordini dell'Amministrazione , reinserisco qui la discussione sul cappello da Gen. di Corp. d'Armata della RSI.
    Considerate che il pezzo, più unico che raro, è in vendita e visto che l'amministrazione mi ha fatto rifaticare (sta roba l'ho postata ieri sera alle 2.00 di notte... ) il prezzo è lievitato (per rimborsi rivolgersi a Giorgio... ).
    Come detto, viene da una libreria, non è possibile attribuirgli un nome/proprietario.
    Di fatto, onestamente, potrebbe essere pure repubblicano post 1946; di sicuro è desabaudizzato e repubblicano, di quale repubblica non si può dire con certezza. A mio parere, e anche secondo Adriano, è molto più probabile che sia RSI primi tempi che non di transizione post 1946. In entrambi i casi è più unico che raro.
    Cmq la falda interna porta impressi e non toccati i fasci littori accanto al nome del produttore.
    Garantisco, per quanto posso, che non è stato manipolato, almeno da me, e ve lo mostro così come mi è capitato. Preparate un assegno consistente. A voi...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di adriano
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    1,048

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Come avevo già detto precedentemente, non conosco bene i regolamenti del periodo RSI, un poco meglio quelli successivi al 1946, in quel periodo era previsto che i Generali portassero il berretto grigio verde con la greca ricamata ed il fregio dell'arma o corpo di provenienza sottopannato in panno scarlatto, sono note, però, fotografie dell'epoca che ritraggono generali con l'aquila sabauda o addirittura successive al 1948(data di adozione della nuova uniforme ordinaria kaki) con greca e fregio da generale nuovo tipo:

    [attachment=4:1487aeqs]cic06 copia.jpg[/attachment:1487aeqs] [attachment=5:1487aeqs]cc010.jpg[/attachment:1487aeqs]

    E' vero che il periodo successivo al 1945 riserva molte sorprese, ma dubito che qualcuno in quelle circostanze si sia fatto confezionare un'aquila "desabaudizzata" quando il regolamento prevedeva una alternativa, ed i più negligenti continuavano a portare aquile sabaude, questo mi fa propendere più per il periodo RSI dove soluzioni del genere credo abbiano dei precedenti.

    Va sottolineato però che un generale di brigata reale o repubblicano che sia dovrebbe portare l'aquila argentata e non dorata, forse IGS(?).

    Il produttore S.Cardia di Roma continuerà ad utilizzare quell'etichetta in forma di rombo e con quella grafica fino a tutti gli anni '50 e probabilmente anche dopo, sostituendo successivamente il medaglione con il milite elmato posto sul vertice in alto con un fregio multi arma; Via Firenze è una traversa di Via Nazionale a due passi dal Ministero della Guerra ( poi della Difesa); questo produttore continuò la sua attività ininterrottamente fino agli anni '80 e fu anche fornitore della amministrazione dell'esercito (berretti per i CC, kepì, norvegesi ed altro).

    L'elemento a forma di fascio, impresso a secco, serve a separare la parte liscia dell'alluda in corrispondenza della fronte dal resto della stessa, stampata con una texture che evoca la pelle di razza, è una caratteristica di berretti sicuramente del periodo '30-'40 ma essendo il fascio privo di lama (l'elemento più caratterizzante e compromettente) e vista la prolungata attività della ditta non è un elemento dirimente.

    Quello che segue è un berretto modello 1948 per la nuova uniforme ordinaria kaki di un periodo piuttosto vicino alla data di adozione, infatti la visiera è ancora confezionata con materiali e modalità analoche a quelle del periodo regio (il copri bordo non è in materiale plastico, il sotto visiera ha la caratteristica texture a righine irregolari, successivamente abbandonato), il marchio del produttore è identico:

    [attachment=1:1487aeqs]DSCF0048.JPG[/attachment:1487aeqs]

    [attachment=0:1487aeqs]DSCF0001.JPG[/attachment:1487aeqs]

    [attachment=3:1487aeqs]DSCFSS03.JPG[/attachment:1487aeqs]

    [attachment=2:1487aeqs]DSCFSS02.JPG[/attachment:1487aeqs]

    Notare, a parte le proporzioni ( con il regolamento del 1948 e successive varianti, le dimensioni verranno fortemente ridotte rispetto ai berretti del periodo precedente), le analogie costruttive: la forma delle centine, la forma "insellata", la visiera piatta che si inserisce nella stoffa della parte cilindrica.

    Un berretto che merita tutta l'attenzione da parte di chi è interessato ai periodi repubblicani; ultima cosa, sarei curioso sapere se è presente la banda elastica nel piatto del berretto e di vedere come è fissata l'aquila...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Citazione Originariamente Scritto da adriano


    Va sottolineato però che un generale di brigata reale o repubblicano che sia dovrebbe portare l'aquila argentata e non dorata, forse IGS(?).
    Che intendi? Le bande sono due, quindi è generale di divisione, con l'aquila dorata di corpo d'armata.

    Citazione Originariamente Scritto da adriano

    Un berretto che merita tutta l'attenzione da parte di chi è interessato ai periodi repubblicani; ultima cosa, sarei curioso sapere se è presente la banda elastica nel piatto del berretto e di vedere come è fissata l'aquila...
    Non c'è banda elastica (se intendi quella che talvolta irrigidisce "il tetto" del cappello) perchè è morbido e non teso. L'aquila è cucita da quel che vedo, e internamente, dal lato della fodera interna non si vede niente, segno che è nato così, salvo ipotetica abilissima opera di smontaggio e rimontaggio.

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di adriano
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    1,048

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Sì scusami, è stata una svista dovuta all'ora tarda, è chiaramente un Generale di Divisione, ma il discorso è lo stesso fino a quel grado l'aquila dovrebbe essere argentata, a meno che non si tratti di un incaricato del grado superiore; certo devo dire, sinceramente, che più lo guardo questo berretto e lo confronto con il suo "cugino" post 1948, e più mi sembra un prodotto di transizione, la foggia insellata ma dal profilo decisamente basso, l'assenza di banda elastica, ma non perché sia stata eliminata come era consuetudine nei berretti di foggia "imperiale" del l'ultimo scorcio del periodo regio, la visiera così piatta, mi inducono a pormi il problema.
    Azzardo una ipotesi tirata al limite, il regolamento post 1946 prevedeva che gli ufficiali Generali portassero il berretto grigio verde con la greca ed il fregio dell'arma di provenienza sottopannato di rosso e privato degli attributi reali, il tutto naturalmente realizzato in canuttiglia dorata, allora mi chiedo sei il generale in questione prima di essere promosso Generale proveniva dal corpo dello Stato Maggiore dell'Esercito secondo il regolamento avrebbe dovuto apporre il fregio dello SM privato degli attributi regi (corona e scudo), questo potrebbe spiegare senza ipotizzare un IGS il motivo del fregio dorato, la butto lì giusto per non trascurare nessuna ipotesi...

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    337

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Il nastro operato e ricamato era unico e specifico RSI per i 3 gradi, vedi tavola sotto tratta dall'Istruzione Provvisoria sull'Uniforme dell'Esercito Nazionale Repubblicano del 1944.
    Stessa cosa dicasi per l'aquila che aveva una particolare foggia, vedi tavola sotto tratta sempre dall'Istruzione Provvisoria sull'Uniforme dell'Esercito Nazionale Repubblicano del 1944 e una foto di una tipologia di esemplare originale.
    Come si vede da quest'ultima foto il fregio era di alta qualità e di un particolare "design", molto, molto diverso dalle aquile regie ...

    Sotto vedrete inoltre due berretti originali R.S.I. pubblicati su U&A ...

    Allora ... il berretto in oggetto nulla ha a che fare con la R.S.I. ... forse è un Regio riciclato o un modello dei primi anni del dopoguerra ... agli esperti del settore l'ardua sentenza!
    L'aquila è comunque rimontata e appare di bassissima qualità per essere destinata ad un Ufficiale Generale ... e di "taglio" Regio ... ed inoltre il "bastone" d'obbligo tra gli artigli è mancante ...

    Bye
    Giò
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Citazione Originariamente Scritto da ITALIAstorica
    Allora ... il berretto in oggetto nulla ha a che fare con la R.S.I. ... forse è un Regio riciclato o un modello dei primi anni del dopoguerra ... agli esperti del settore l'ardua sentenza!
    Mbeh, non puoi essere così categorico affermando che non ha nulla a che fare con la RSI, salvo poi aggiungere che è ardua sentenza stabilire se è RSI o immediato dopoguerra. Anche io fin da principio ho detto che l'unica cosa certa è che è desabaudizzato.

    Citazione Originariamente Scritto da ITALIAstorica

    L'aquila è comunque rimontata e appare di bassissima qualità per essere destinata ad un Ufficiale Generale ... e di "taglio" Regio ... ed inoltre il "bastone" d'obbligo tra gli artigli è mancante ...

    Bye
    Giò
    Onestamente non mi pare di così bassa qualità. I cappelli da te postati sono del modello del nuovo regolamento 1944 RSI e dunque, una volta chiarito che sono autentici, non ci sono altri dubbi. Invece questo se non è repubblica italiana, è RSI primi tempi. Tertium non datur.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    337

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    ...Forse non mi sono spiegato bene:

    ... questo berretto a prescindere dal fregio, NULLA ha a che fare con la R.S.I. ... quindi ripeto o è un Regio o è un modello primo dopoguerra!
    (l'ardua sentenza è riferita a quest'ultime due SOLE opzioni)

    Riguardo il fregio: ... proprio perchè è destinato ad un grado così alto sarebbe dovuto essere di "altra" qualità e aggiungo, NON ha le caratteristiche che dovrebbe avere ...

    Bye
    Giò

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Citazione Originariamente Scritto da ITALIAstorica
    ...Forse non mi sono spiegato bene:

    ... questo berretto a prescindere dal fregio, NULLA ha a che fare con la R.S.I. ... quindi ripeto o è un Regio o è un modello primo dopoguerra!
    (l'ardua sentenza è riferita a quest'ultime due SOLE opzioni)
    Regio non è perchè NON ha gli attributi reali, infatti è sicuramente desabaudizzato. Quindi è un modello dell' immediato dopoguerra? Può essere.
    Non ha nulla a che fare con la RSI? Dove sta scritto? Perchè? E' qui che devi chiarire i motivi della tua opinione.
    "A parte il fregio"...? Anche tante uniformi, a parte i gladi, non hanno nulla a che fare con la RSI, eppure sono della RSI. Che vuol dire???

    Citazione Originariamente Scritto da ITALIAstorica
    ...
    Riguardo il fregio: ... proprio perchè è destinato ad un grado così alto sarebbe dovuto essere di "altra" qualità e aggiungo, NON ha le caratteristiche che dovrebbe avere ...

    Bye
    Giò
    Cosa intendi per "altra" qualità? Manca del bastone... è vero, questa è una caratteristica particolare, della quale non so il perchè, che può essere discussa. Ma la qualità del fregio è più che buona, come minimo.

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    337

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Visto che continuiamo a non intenderci ... sarò più esplicito ...

    Nulla a che fare con la R.S.I. ...perchè NON è in ogni caso qualcosa realizzato e/o costruito specificatamente per la R.S.I. ... quindi è un articolo riciclato ... ovvero con l'applicazione posticcia o con la sostituzione di un fregio non suo e/o d'origine ...
    magari in origine aveva un fregio Regio con tanto di scudo sabauto e "bastone" tra gli artigli ... quindi, ripeto, il berretto non ha nulla a che fare con la R.S.I. ...
    è come un'uniforme Mod 34 riutilizzata in epoca R.S.I. ... ma NON è un Mod. 44 che invece è un modello specificatamente realizzato per le Forze Armate Repubblicane ... ok?

    Ancora riguardo il fregio: mai vista un'aquila da Generale senza bastone e di quella qualità ... poi, soprattutto, vedere il fregio sotto!
    E'una replica recente nuova di pacca, ovvero "lucente" ... basterebbe trattarla per avere una canottiglia con patina ... d'epoca!
    cosa importante ...vedere per favore i dettagli di manifattura! ...la foto purtroppo non è frontale (incredibilmente questa ha il "bastone"!)

    Bye
    Giò
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: Rarissimo e importante cappello da Gen. Corp. Arm. RSI

    Citazione Originariamente Scritto da ITALIAstorica
    Visto che continuiamo a non intenderci ... sarò più esplicito ...

    Nulla a che fare con la R.S.I. ...perchè NON è in ogni caso qualcosa realizzato e/o costruito specificatamente per la R.S.I. ... quindi è un articolo riciclato ... ovvero con l'applicazione posticcia o con la sostituzione di un fregio non suo e/o d'origine ...
    magari in origine aveva un fregio Regio con tanto di scudo sabauto e "bastone" tra gli artigli ... quindi, ripeto, il berretto non ha nulla a che fare con la R.S.I. ...
    è come un'uniforme Mod 34 riutilizzata in epoca R.S.I. ... ma NON è un Mod. 44 che invece è un modello specificatamente realizzato per le Forze Armate Repubblicane ... ok?
    Fin qui siamo d'accordo, mi sembra pacifico. Ma era la premessa...

    Citazione Originariamente Scritto da ITALIAstorica
    Ancora riguardo il fregio: mai vista un'aquila da Generale senza bastone e di quella qualità ... poi, soprattutto, vedere il fregio sotto!
    E'una replica recente nuova di pacca, ovvero "lucente" ... basterebbe trattarla per avere una canottiglia con patina ... d'epoca!
    cosa importante ...vedere per favore i dettagli di manifattura! (incredibilmente questa ha il "bastone"!)

    Bye
    Giò
    Qui non posso affatto assentire. Scusami, ma non c'è confronto tra la patacca d'aquila da te postata e quella presente sul berretto. Che addirittura tu poi metta in dubbio pure il fregio sul cilindro, mi pare quanto meno azzardato e improbabile. In sostanza secondo te il cappello è un falso completo, una ricostruzione totale allora...
    Certo tutto può essere, ma mi pare proprio da escludersi anche perchè non vedo motivi forti per sostenere questa tesi. Per fortuna le foto sono state fatte bene stavolta, con la digitale, e credo che basti guardarle per capire che ti sei avventurato in una ipotesi azzardata, se non proprio infondata (come credo).
    Se poi è una ricostruzione perfetta, invecchiata e tutto, per carità tutto può essere. Ma per assurdo tutto può essere una riproduzione perfetta, ogni qualunque oggetto postato su questo forum e pure i cappelli RSI postati da te, allora.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •