Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 20 di 20

Discussione: Rave party

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053

    Re: Rave party

    Condoglianze alla famiglia per questo loro lutto.
    La famiglia in sè non c'entra niente in questi casi, perchè non nell'essere permissivi l'errore, (i miei sono oltre il permissivo, siamo al menefreghismo puro, eppure io non faccio uso di droghe, superalcolici, non vado sparato a 120 l'ora in giro per le strade, ecc. anzi sono all'esatto opposto), è proprio nella mentalità* della società* odierna il problema, dove fin da giovani si viene bombardati dall'idea che tutto è permesso, che bisogna essere anticonformisti, fare le pazzie per essere fighi, ecc.
    In altri tempi questa mentalità* non esisteva e quindi il problema non c'era.

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  2. #12
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Emilia Romagna Parma
    Messaggi
    899

    Re: Rave party

    Grazie ....a tutti da parte mia e da parte del mio amico Giorgio. Un grande abbraccio a tutti .

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    659

    Re: Rave party

    Condoglianze, che orribile notizia. Sono davvero addolorato

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    1,135

    Re: Rave party

    senza parole...
    non posso far altro che associarmi alle condoglianze...

    Ciao Jury!!!!!
    Danilo

  5. #15
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Rave party

    Mi unisco al dolore...purtroppo al giorno d'oggi troppi destini personali sono legati allo sballo di qualcun altro (sballo di qualsiasi tipo e natura).

  6. #16
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648

    Re: Rave party

    Citazione Originariamente Scritto da Die Nadel
    Condoglianze alla famiglia per questo loro lutto.
    La famiglia in sè non c'entra niente in questi casi, perchè non nell'essere permissivi l'errore, (i miei sono oltre il permissivo, siamo al menefreghismo puro, eppure io non faccio uso di droghe, superalcolici, non vado sparato a 120 l'ora in giro per le strade, ecc. anzi sono all'esatto opposto), è proprio nella mentalità* della società* odierna il problema, dove fin da giovani si viene bombardati dall'idea che tutto è permesso, che bisogna essere anticonformisti, fare le pazzie per essere fighi, ecc.
    In altri tempi questa mentalità* non esisteva e quindi il problema non c'era.

    Saluti
    Die Nadel
    Credo che tu e la tua famiglia siate stati solo fortunati e comunque non sempre i problemi dei figli sono ravvisabili in comportamenti estremi come quelli che hai descritto.
    Un discorso è l'essere permissivi un altro è il menefreghismo(parola tua che mi mette una tristezza incredibile)
    L'educazione primaria,quella vera e duratura,non la si riceve nella società* o dalla scuola,ma in primo luogo fra le mura domestiche!E' qui che viene forgiato l'individuo fin dai suoi primi giorni di vita.Quello che impari in famiglia lo porti nella società*!
    Il discorso del permissivismo,va visto sotto l'ottica dell'educare il figlio insegnando facendo capire e non indottrinando!
    Ovvero:bisogna parlare con i figli facendo capire quali sono i valori importanti e lasciarli liberi di sperimentare quanto il genitore dice e afferma.(e nonostante tutto impareranno sempre dai loro errori)
    Non serve a nulla tenere in casa i figli e non fargli fare nulla!Si ottiene l'esatto opposto con l'aggravante che raggiunta la maggiore età*,ci si trova degli adulti che della vita esterna alla famiglia non sanno nulla e non sanno come affrontarla.
    Avere il controllo dei figli non vuole dire farli crescere meglio.
    Quello che manca oggi è il dialogo vero e aperto;il coraggio di spiegare senza remore e vergogne;il coraggio di raccontare anche i propri errori per evitare che altri li facciano;il coraggio e la voglia di saper premiare e di saper punire,ma sempre spiegando e non per presunta autorità*!
    Certo che se i genitori si rembambiscono di fronte ad una partita di calcio o un reality,difficilmente avranno il tempo e la voglia di parlare con i loro figli.
    Il mestiere del genitore è il più difficile del mondo e lo si capisce solo quando ci si trova ad affrontarlo.
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  7. #17
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Rave party

    Non sono genitore,128Legio,ma mi trovi perfettamente d'accordo con il tuo scritto.Da ragazzino credevo che fosse più difficile essere figlio che genitore,ma crescendo mi sono reso conto del contrario.Certo,da figlio hai su di te la pressione data dal fatto che sai che i genitori hanno giustamente riposto in te delle aspettative(anche se loro non te ne fanno parola proprio per non metterti sotto pressione,a meno che non siano idioti)e tu fai di tutto per non deluderli,però sicuramente sono responsabilità* molto minori rispetto a quelle che ha un genitore nei confronti dei figli.Tanto di cappello a tutti i genitori.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  8. #18
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Rave party

    Citazione Originariamente Scritto da 128legio
    Citazione Originariamente Scritto da Die Nadel
    Condoglianze alla famiglia per questo loro lutto.
    La famiglia in sè non c'entra niente in questi casi, perchè non nell'essere permissivi l'errore, (i miei sono oltre il permissivo, siamo al menefreghismo puro, eppure io non faccio uso di droghe, superalcolici, non vado sparato a 120 l'ora in giro per le strade, ecc. anzi sono all'esatto opposto), è proprio nella mentalità* della società* odierna il problema, dove fin da giovani si viene bombardati dall'idea che tutto è permesso, che bisogna essere anticonformisti, fare le pazzie per essere fighi, ecc.
    In altri tempi questa mentalità* non esisteva e quindi il problema non c'era.

    Saluti
    Die Nadel
    Credo che tu e la tua famiglia siate stati solo fortunati e comunque non sempre i problemi dei figli sono ravvisabili in comportamenti estremi come quelli che hai descritto.
    Un discorso è l'essere permissivi un altro è il menefreghismo(parola tua che mi mette una tristezza incredibile)
    L'educazione primaria,quella vera e duratura,non la si riceve nella società* o dalla scuola,ma in primo luogo fra le mura domestiche!E' qui che viene forgiato l'individuo fin dai suoi primi giorni di vita.Quello che impari in famiglia lo porti nella società*!
    Il discorso del permissivismo,va visto sotto l'ottica dell'educare il figlio insegnando facendo capire e non indottrinando!
    Ovvero:bisogna parlare con i figli facendo capire quali sono i valori importanti e lasciarli liberi di sperimentare quanto il genitore dice e afferma.(e nonostante tutto impareranno sempre dai loro errori)
    Non serve a nulla tenere in casa i figli e non fargli fare nulla!Si ottiene l'esatto opposto con l'aggravante che raggiunta la maggiore età*,ci si trova degli adulti che della vita esterna alla famiglia non sanno nulla e non sanno come affrontarla.
    Avere il controllo dei figli non vuole dire farli crescere meglio.
    Quello che manca oggi è il dialogo vero e aperto;il coraggio di spiegare senza remore e vergogne;il coraggio di raccontare anche i propri errori per evitare che altri li facciano;il coraggio e la voglia di saper premiare e di saper punire,ma sempre spiegando e non per presunta autorità*!
    Certo che se i genitori si rembambiscono di fronte ad una partita di calcio o un reality,difficilmente avranno il tempo e la voglia di parlare con i loro figli.
    Il mestiere del genitore è il più difficile del mondo e lo si capisce solo quando ci si trova ad affrontarlo.
    Quoto pienamente il tuo intervento 128legio, come dici tu gli insegnamenti nefasti che arrivano dai media vanno decisamente contro, condizionando negativamente gli attuali genitori!

    Da quando sono genitore non condivido però l'idea che fare il genitore sia il mestiere più difficile al mondo...se ci lasciassimo guidare di più dai nostri istinti genitoriali, senza consultare vari libri di pedagogia scritti magari da chi non è mai stato genitore, se ci basassimo sull'esperienza avuta dai nostri genitori cogliendo i lati positivi ed evitando quelli che non lo sono stati, non aver paura di sbagliare e poi rimediare e sopratutto responsabilizzando i nostri figli fin dalla più tenera età* (chiaramente piccole responsabilità* o compiti compatibili con l'età*), fargli fare esperienze guidandoli ma senza coprirli sempre le spalle, limitarli o essere sempre troppo presenti, dire molti NO motivandoli e dei Si con del valore.
    Su questa cosa dei NO e dei SI ci vuole della bella costanza!
    E poi la cosa fondamentale è il nostro esempio sia nella nostra vita presente che nel passato, parlando loro dei nostri successi ma anche dei nostri errori e con umiltà*.

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    172

    Re: Rave party

    Mi associo al tuo dolore ed alla tua rabbia
    Emanuele

  10. #20
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022

    Re: Rave party

    Non posso che quotare ogni vostra singola esternazione (e non aggiungo altro).. Guarnere, porta le mie più sincere condoglianze alla famiglia di Juri..
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •