Pagina 3 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 75

Discussione: Re: Uniformi & Armi 152 FOLGORE

  1. #21
    Collaboratore L'avatar di EnzoLuca
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Agrate Brianza MB
    Messaggi
    2,886

    Re: Uniformi & Armi 152

    Citazione Originariamente Scritto da LUCAS
    Onestamente a me lo speciale sulla grande guerra non è piaciuto, io compero uniformi e armi per documentarmi, e non per vedere i Reenactor.
    Inoltre fanno quelle schede sui manichini della grande guerra....
    Bellissimo materiale....ma che senzo ha fotografare un manichino e descriverlo.....Mi vuoi far vedere anche i vari particolari degli oggetti, marchi, fodere, particolari delle fibbie, equipaggiamenti etc...
    Cosi come attualmente è strutturata a me non piace, infatti quando vado in edicola, prima la sfoglio, e se non merita non la compro, se mi permettete con i soldi che risparmio non comperando quattro o cinque numeri, mi ci compero un libro.
    Ciao, Luca
    Citazione Originariamente Scritto da coloniale
    il numero sulla grande guerra é stato per quanto mi concerne una grande caduta di stile da parte della rivista che seguo fin dal 1° numero....non capisco cosa ci incastrino delle foto di reenactors su una rivista che ha la pretesa di trattare uniformologia per collezionisti.... vedere in copertina un fante della prima dall'elmetto dal colore un 'po indecifrabile e con un paio di giberne seconda guerra ecc. ecc. non mi sembra consono .... artioli macinati e rimacinati riproposti sotto altra forma....e ad un prezzo che non é proprio proprio economico e giustificato dai contenuti.
    mentre l'ultimo numero é davvero ben fatto! il nostro Marpo , quando lavora , lavora bene!!!! sia sul forum che in altre sedi!
    unica affermazione che non mi trova d'accordo ( ma che posso giustificare) é quella di non voler inserire i retri e le misure dei distintivi-mostrine originali per non favorire i falsari nella produzione di copie e quindi per tutelare gli acquirenti dalle "sole"
    penso che se un furfante si metta in testa di riprodurre un fregio (con l'esborso di diverse decine di migliaia di euro per la produzione) si procuri un distintivo originale da copiare e non si basi solo sulle misure e sulle foto di una rivista.
    mentre penso che conoscere le effettive misure e vedere i retri dei distintivi aiuti e non poco il neofita a non cadere nelle truffe sempre in agguato.
    comunque ribadisco che per mè u&a rimane e rimarrà* sempre un appuntamento fisso in edicola!
    Concordo con Andrea e con Coloniale.
    Anche a me il numero speciale sulla grande guerra ha deluso. Pensavo di trovare qualcosa di veramente diverso, qualcosa da mettere tra i libri, ma ho trovato solamente un numero monotematico doppio. Nulla di più.
    Peccato!
    Per quanto riguarda il non voler scendere nei dettagli sugli oggetti per non favorire i falsari seguo il pensiero di Coloniale: non credo che ai falsari servano le misure degli oggetti, gli serve invece un originale per effettuare i calchi.....

    U&A rimane comunque un appuntamento fisso.

    Ultima cosa, usa curiosità* , ma gli occhiali sul casco del soldato in copertina andavano portati così o sono sottosopra?
    Ciao. Enzo
    "Non abbiate paura"

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Re: Uniformi & Armi 152

    Citazione Originariamente Scritto da EnzoLuca
    Ultima cosa, usa curiosità* , ma gli occhiali sul casco del soldato in copertina andavano portati così o sono sottosopra?
    Li portavano cosi' e anche nel modo normale. Cosi' c'era minor probabilita' forse di smarrirli, correndo. PaoloM

  3. #23
    Collaboratore L'avatar di EnzoLuca
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Agrate Brianza MB
    Messaggi
    2,886

    Re: Uniformi & Armi 152

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Citazione Originariamente Scritto da EnzoLuca
    Ultima cosa, usa curiosità* , ma gli occhiali sul casco del soldato in copertina andavano portati così o sono sottosopra?
    Li portavano cosi' e anche nel modo normale. Cosi' c'era minor probabilita' forse di smarrirli, correndo. PaoloM
    Thanks
    Ciao. Enzo
    "Non abbiate paura"

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Uniformi & Armi 152

    Ora verrò messo in croce,ma io compro U&A solo quando trovo qualcosa che mi interessa e,quando lo trovo,lo "tolgo" per metterlo in un libro/raccoglitore che mi sto facendo da solo......e fino ad ora è il più bello e completo che ci sia,e soprattutto tutto in italiano!

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060

    Re: Uniformi & Armi 152

    E poi su quest'ultimo numero c'è pure un articolo sul partigiano BUBI ...

  6. #26
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Re: Uniformi & Armi 152

    Citazione Originariamente Scritto da MULON
    Ora verrò messo in croce,ma io compro U&A solo quando trovo qualcosa che mi interessa e,quando lo trovo,lo "tolgo" per metterlo in un libro/raccoglitore che mi sto facendo da solo......e fino ad ora è il più bello e completo che ci sia,e soprattutto tutto in italiano!
    sei un.....macellaio!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  7. #27
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Re: Uniformi & Armi 152

    Sono un lettore di UA fin da quel primo numero di maggio del lontano 1989, e ricordo bene l'entusiasmo provato all'epoca per quella che era la prima rivista disponibile da noi dedicata esclusivamente alla militaria, tematica che cominciava ad appassionarmi proprio in quegli anni, (all'epoca non sapevo che esistesse in Francia Militaria Magazine). Oggi la ritengo sempre una delle migliori pubblicazioni di questo settore, anche se va detto che è tutt'altro che priva di difetti, e che soprattutto la concorrenza, a livello europeo, è pressoche inesistente se si eccettua, allora come oggi, la solita Mil. Magazine.
    Poi sarà* che io sono solo un umilissimo appassionato, e che mi limito a collezionare libri di militaria più che oggetti della medesima, ma penso di trovarci sempre qualcosa da imparare, quindi bene o male finisco sempre per versare quei 7 € mensili anche se poi magari gli articoli che mi interessano sono il 30-40% del contenuto. Anche perchè in fondo credo che chi in Italia ha il coraggio non indifferente di pubblicare qualcosa in un settore così di nicchia, così elitario e quindi rischioso economicamente come quello della militaria/storia militare vada aiutato...

    Venendo ai difetti della rivista, su un piano generale devo dire che mi infastidisce quando talvolta certi autori finiscono a parlare più di storia militare che di militaria: se si scrive per esempio di un certo distintivo di un certo corpo militare, mi sembra inopportuno dedicare gran parte del testo dell'articolo alla storia di quell'unità* nei vari fronti durante la guerra, magari demandando solo alle didascalie delle foto la vera trattazione dell'oggetto.
    Inoltre spesso la qualità* di stampa delle immagini lascia un po' a desiderare, peccato non certo veniale in una rivista basata largamente sul valore delle foto.
    Non mi spiace affatto invece l'apertura verso un mondo che considero molto interessante, quello del reenactment e della living history, un eccellente sistema per avvicinare la cosiddetta "gente comune" verso il fascino della storia, per cui si può chiudere un occhio su tutte le approssimazioni che porta con sè, in particolare poi sul fatto che certi reenactors non abbiano proprio, pur con tutta la buona volontà*, il physique du rol giusto...

    Poi c'è un altro problema, che non è di per sè un difetto della rivista, ma del fatto che, come dice l'illustre Paolo Marzetti, mettere d'accordo tutti non è facile: e inevitabilmente la rivista rispecchia uno fortissimo sbilanciamento di interesse verso l'epoca della 2 g.m., cosa giustificatissima del resto dal fatto che la maggioranza dei lettori è interessata proprio a quel periodo, e non ad altro.
    Certo per fortuna dal mio punto di vista devo dire che, dalla ripresa della pubblicazione a ottobre 2006 ad oggi, mi sembra che venga dato un po' più di spazio anche alla Grande Guerra, rispetto al periodo precedente fino alla sospensione della rivista a fine 2001.

  8. #28
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Re: Uniformi & Armi 152

    Io sono abbonato dal N°1 di Militaria Magazine ad oggi.So che per contratto, Uniformi &Armi deve tradurre e pubblicare qualche articolo gia' pubblicato li'.Per fortuna, tranne rare eccezioni, ripubblicano solamente qualche buon articolo sulla militaria tedesca, inglese,giapponese e USA.
    Gli articoli sulla militaria francese,pur interessanti, vengono trascurati, visto lo scarso interesse che suscitano qui da noi.Gli articoli sulla militaria italiana si trovano quasi esclusivamente su U&A e credo l'impegno sia notevole da parte degli autori. Si, da poco, la militaria italiana e austriaca WWI ha un grande rilievo rispetto a quella WWII:cio' puo' dare fastidio a chi non se ne occupa, tuttavia vennero fatti a suo tempo dei sondaggi, e l'editore credo risponda a quelli, vista anche la disponibilita' a collaborare da parte di enti e musei essenzialmente del Nord Est.
    Anche l'argomento reenactors ha la sua importanza purché (e' una mia opinione) rimanga sganciato dagli oggetti originali della militaria, altrimenti possono crearsi equivoci, ed il lettore puo' rimanere disorientato nel 'leggere' foto ed articoli.Ora le riproduzioni per reenactors hanno fatto passi da gigante rispetto a solo una decina d'anni fa' e non e' facile fare le dovute distinzioni da una semplice foto.Ho visto che i francesi, in questo sono ancora meglio di noi (per il momento) infatti i reenactors sono raggruppati all'inizio o in articoli speciali. Noi invece, ancora contempliamo 'tutto' l'argomento, senza distinzioni (com'è in parte avvenuto sul numero di Novembre, che ha suscitato, da parte di alcuni delle perplessita'). Separare la storia dalla militaria? E come si fa? La storia ne fa' parte e un autore che non faccia o riporti un po' la storia di un oggetto inquadrandolo in un periodo storico ben determinato, credo sia destinato a non scrivere, ma a fornire solo dettagli. Beh, questo credo sia proprio opinabile, infatti non si farebbero altro che cataloghi. Credo ci sia spazio per tutto e per tutti in una rivista come U&A (e anche altre).Chi ha voglia puo' fare, e guarda caso, gli articoli piu' belli sono quelli in
    cui collaborano giovani, fino a qualche anno fa' trincerati nei forum con dei semplici ed asettici nicknames, ora, alla luce del sole con nome e cognome a fine articolo. PaoloM

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    2,936

    Re: Uniformi & Armi 152

    Citazione Originariamente Scritto da MULON
    Ora verrò messo in croce,ma io compro U&A solo quando trovo qualcosa che mi interessa e,quando lo trovo,lo "tolgo" per metterlo in un libro/raccoglitore che mi sto facendo da solo......e fino ad ora è il più bello e completo che ci sia,e soprattutto tutto in italiano!
    mamma mia quanto ti quoto, sto facendo la stessa cosa anch'io con gli articoli di militaria tedesca ma devo ancora trovare il modo di raccogliere i fogli, magari rilegarli

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,177

    Re: Uniformi & Armi 152

    ciao
    io leggo U&A da quando ero piccolo (ha iniziato mio padre a comprarlo), e lo leggo tutt'ora.
    Grazie a questa rivista mi sono avvicinato al mondo del collezionismo militare, sempre grazie a lei ho cominciato a raccogliere qualche oggetto e a frequentare alcune fiere (era l'unica fonte di informazioni riguardo gli eventi).
    Non è priva di difetti, questo è vero, ma in fondo quale pubblicazione non lo è?
    Qualsiasi libro si prenda in mano ha qualche errore qua e là* e di solito sono errori fatti in buona fede...
    In fondo U&A è la prima e (fino a poco tempo fa) l'unica rivista di militaria in italiano e anche se ha qualche difetto, io la prendo perchè ogni volta mi fa scoprire qualcosa di nuovo.
    Certo, anche a me farebbe piacere vedere qualche articolo in più sui temi che mi interessano maggiormente, ma questa è una rivista dedicata a tutti i collezionisti, e quindi bisogna accontentarsi.
    Inoltre ritengo sia encomiabile il lavoro che si fanno gli autori per riuscire a farci avere la rivista in edicola ogni mese, e se per una volta non c'è nessun articolo dedicato a quello che piace a me, pazienza, me la leggo tutta comunque, almeno imparo qualcosa di nuovo e amplio le mie conoscenze.
    Sugli articoli dedicati al reenactment, neanch'io mi trovo d'accordo, per il semplice fatto che esistono già* varie riviste dedicate a questa tematica e non credo sia il caso di togliere il poco spazio disponibile sulla rivista ad altri argomenti che hanno molta più attinenza con la militaria.
    In sintesi, credo che U&A sia un'ottima rivista, e continuerò a comprarla anche se ci sarà* un numero intero dedicato ai marchi delle mutande della wehrmacht(di cui non me ne può fregar di meno)!
    <Sleep, my friend, and you will see
    That dream is my reality
    They keep me locked up in this cage
    Can't they see it's why my brain says “rage”>

    Metallica - Welcome home (Sanitarium)




    Photobooks fortificazioni <----- NEW! : Fortezze nascoste


    THOR, ODIN'S SON, PROTECTOR OF MANKIND, RIDE TO MEET YOUR FATE, YOUR DESTINY AWAITS!
    Amon Amarth - Twilight of the thunder god

Pagina 3 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato