Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 20 di 20

Discussione: Recupero metalli strategici.

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,177
    A questo proposito, volevo ricordare che molti recuperanti sono morti a causa delle tantissime munizioni inesplose rimaste sui campi di battaglia, soprattutto dopo la grande guerra. I recuperanti, ultime vittime civili di due grandi guerre.
    <Sleep, my friend, and you will see
    That dream is my reality
    They keep me locked up in this cage
    Can't they see it's why my brain says “rage”>

    Metallica - Welcome home (Sanitarium)




    Photobooks fortificazioni <----- NEW! : Fortezze nascoste


    THOR, ODIN'S SON, PROTECTOR OF MANKIND, RIDE TO MEET YOUR FATE, YOUR DESTINY AWAITS!
    Amon Amarth - Twilight of the thunder god

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643
    Non intendevo i recuperanti del dopo guerra ma subito dopo le battaglie ,chi era addetto a raccogliere questi materiali ,forse prigionieri o civili oppure vi erano militari adibiti a questi compiti?
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  3. #13
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    473
    I bossoli erano raccolti direttamente dai militari,logicamente non si mandavano i prigionieri in prima linea.
    I bossoli per fucile venivano mandati diettamente agli stabilimenti di produzione,dove venivano ricalibrati e ricaricati.
    I bossoli si artiglieria venivano ricaricati e riciclati in campo.
    Ai recuperandi,finita la guerra,rimanevano solo i rottami,comunque in grande quantità*.
    Ora è diventato di moda ,spogliare i campi di battaglia di quel poco che era rimasto,non tralasciando gli ex cimiteri per raccogliere fibbie e bottoni rimasti dall'epoca.
    Spero di essere stato chiaro ed esauriente.

  4. #14
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055
    Vorrei segnalare un libro che ho recentemente letto sui recuperanti del dopo-guerra nella zona del Grappa " 'ndar par scaie " edizioni Saisera, redato dagli amici del museo di Alano. Raccoglie tutta una serie di testimonianze dei recuperanti e ci sono diverse foto.
    [ciao2]

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643
    Grazie Oklahoma,quello che mi interessava è quello che mi hai detto ,ringrazio tutte le persone che hanno risposto alla mia domanda. Non intendevo i recuperanti intesi come ferrivecchi del dopoguerra,ma tutto quello che riguardava il recupero subito dopo la battaglia per riportare i materiali strategici ad essere riutilizzati nei vari modi.Se altri hanno informazioni sull'argomento sarei felice di averle,grazie.
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Veneto, Padova
    Messaggi
    861
    Ciao
    Finita la WWI nella zona del Grappa vennero utilizzati prigionieri Bosniaci per riempire le trincee con i proiettili inesplosi con conseguenti perdite umane non infrequenti..
    Venendo alla domanda specifica durante la WWII è certo almeno per le 7,92 che i Tedeschi utilizzassero reparti che finiti i combattimenti recuperavano le munizioni leggere inesplose.
    Queste venivano poi controllate e pulite e nel caso risultassero idonee reimpacchettate per un utilizzo solo di seconda linea
    I pacchetti con cui venivano riconfezionate sono riconoscibili per la mancanza di dati specifici sull'etichetta (visto che si tratta di cartucce di varie fabbriche mescolate insieme) e guardandole con attenzioni si può notare che sono state "ripassate" con la carta vetrata fine per pulirle
    Giò

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    942
    Queste 2 foto le ho appena prese da un libro storico sulla 1° guerra mondiale (pensate è un libro del 1938!) che pian piano sto scannerizzando, non aggiungo altro perchè le foto hanno le didascalie[]
    [ciao2]


    Immagine:

    139,06*KB

    Immagine:

    137,74*KB
    Inge

  8. #18
    Banned
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    vP006496
    Messaggi
    1,253
    se l' ho interpretata bene , la seconda mi ha fatto venire i brividi .
    recuperavano le scarpe dei caduti per equipaggiare i nuovi soldati ?

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    942
    Sul libro in merito a questa foto c'è solo la didascalia, non dice nulla di più, non so se è davvero come dici tu...però mi sa proprio di si.
    Inge

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643
    Il primo tipo a sinistra ha degli zoccoli olandesi"con tutte quelle scarpe a disposizione,forse erano più comodi",non è che sono in Olanda?
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato