Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Regia marina: da allievo a tenente

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Regia marina: da allievo a tenente

    Sebbene non me ne intenda molto di regia marina, quindi vogliate scusare qualche errore di identificazione, volevo condividere con voi questo lotticino di foto che mostra la carriera di uno dei tanti ufficiali della regia marina.
    Purtorppo nessuna delle foto riporta il nome, quindi rimarrà* sempre ignoto.

    Cominciamo con la prima, dove il nostro, penso, vesta la divisa da allievo dell'accademia di Livorno. Il cartoncino è dello studio Allegranti di Livorno:

    [attachment=3:3hm5rkjg]Allievo.jpg[/attachment:3hm5rkjg]

    Qui invece l'ho identificato come allievo guardiamarina. Lo studio fotografico è Giacomelli di Venezia.

    [attachment=2:3hm5rkjg]guardiamarina.jpg[/attachment:3hm5rkjg]

    Passa qualche anno è inizia la prima guerra mondiale. questa immagine è scattata a Parma nel Luglio del '17. Al petto si notano i nastrini della guerra di Libia e delle fatiche di guerra:

    [attachment=1:3hm5rkjg]Ten vascello.jpg[/attachment:3hm5rkjg]

    Chiudo con questo scatto che lo ritrae sul campo.

    [attachment=0:3hm5rkjg]Ten vascello2.jpg[/attachment:3hm5rkjg]

    Un saluto,
    Arturo
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    1,906

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    Anch'io non mi intendo di Regia Marina,del resto manco d'altro, ma mi piaciono molto lo stesso
    le tue foto

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    Grazie
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    Non male, magari qualcuno lo riconosce, qui di foto ne girano tante.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    ... bene, bene, vedo che ti va sempre meglio...

    la prima foto riguarda il nostro ancora al primo anno dell'Accademia Navale in quanto sui nodi al bavero svetta il n. 1.

    Questi sono i distintivi nei tre anni da allievo:

    [attachment=0:bxmcifro]IMG.jpg[/attachment:bxmcifro]

    La seconda è con il grado di Guardiamarina - perché ancora allievo ? . Va da sé che indossa la Piccola divisa invernale e la stelletta sulla controspallina è ancora a 8 punte. Diventerà* a 5 con l'inizio della Grande Guerra.

    La terza è con il grado di Tenente di vascello e le stellette sulle c/spalline sono ormai a 5 punte.
    Interessante il militare che gli è vicino, probabilmente un parente. Ebbene quest'ultimo, dal fregio e dal galloncino argentato al bavero, è un allievo della Scuola Militare.
    Modena tra il 1915 e il 1918 sfornò migliaia di Aspiranti di fanteria dopo la frequenza di un corso, c.d. "accellerato", che durava circa 3 mesi.

    Un caro saluto

    Zione
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    E' la somma che fa il totale.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    157

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    Caro il mio F.M...l'amico del nostro giovane ufficiale di marina potrebbe anche far parte di quella infinita sfilza di corsi per ufficiali di complemento che si tenevano nelle retrovie presso i comandi delle G.U.? se non sbaglio la profilatura del bavero (quella intera) indica solamente la condizione di allievo ufficiale (sia di complemento che in s.p.e.) e nel periodo bellico 1915-18, vista la moria di ufficiali, si promuoveva s.ten. di complemento un pò tutti quelli che avevano un diploma di scuola superiore (che comunque non rappresentavano una percentuale altissima!)

    Andrea

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    Caro il mio Andrej, durante la guerra a me risulta che solo a Modena si tennero i corsi per Auc di fanteria mentre quelli d'artiglieria e genio si tenevano all'Accademia di Torino.
    Detti corsi c.d. "accelerati" duravano circa 3 mesi al termine del quale gli allievi si presentavano ai reggimenti con il grado di Aspirante ufficiale - il distintivo di grado era una stelletta in filo nero e una trecciola nera al berretto - solo dopo qualche mese - credo 3 - in questa posizione "pratica" se idonei venivano promossi sottotenenti.
    Concordo che si trattava di giovani in possesso del diploma di scuola superiore. Ma l'iter della scuola superiore in quegli anni era diverso da quello attuale...

    Per quanto riguarda il galloncino al bavero esso era d'argento sia per gli Auc che per i frequentanti la Scuola di Modena. Va da sé che il galloncino era dorato a Torino.
    A Modena, come a Torino, comunque già* dal 1915 furono sospesi i corsi ordinari mentre furono organizzati quelli "accellerati" stante l'esigenza...

    Ciao

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    157

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    ok, giusto per il colore del galloncino al bavero!

    forse ricordo male ma mi sembrava che anche nelle retrovie, presso i comandi di C.d'A. e d'Armata, si tenessero questi corsi accelerati (la cui durata veniva sempre più ridotta stante la necessità* di ufficiali inferiori in linea)...appena torno a casa, venerdì, provo a controllare...

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    ... bene, bene, vedo che ti va sempre meglio...
    Già*, ultimamente ho fatto qualche buon colpo!


    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    e la stelletta sulla controspallina è ancora a 8 punte. Diventerà* a 5 con l'inizio della Grande Guerra...
    Ecco, questo proprio non lo sapevo
    Grazie di tutte le precisazioni

    Circa i corsi accelerati anche a me risulta che si tenessero solo a Modena e Torino, però proverò a riguardare anch'io tra le mie carte

    Un saluto,
    Arturo
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Lord Acton
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    354

    Re: Regia marina: da allievo a tenente

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    Caro il mio Andrej, durante la guerra a me risulta che solo a Modena si tennero i corsi per Auc di fanteria mentre quelli d'artiglieria e genio si tenevano all'Accademia di Torino.
    Detti corsi c.d. "accelerati" duravano circa 3 mesi al termine del quale gli allievi si presentavano ai reggimenti con il grado di Aspirante ufficiale - il distintivo di grado era una stelletta in filo nero e una trecciola nera al berretto - solo dopo qualche mese - credo 3 - in questa posizione "pratica" se idonei venivano promossi sottotenenti.
    Confermo in parte... a Modena e a Torino vennero organizzati i famosi "Corsi Accellerati" di 14 settimane che facevano acquisire il grado di Aspirante Ufficiale, poi si veniva destinati ad un Reggimento e dopo 3 mesi, come diceva Furiere Maggiore, si veniva promossi Sottotenente se ritenuti idonei... se non si veniva promossi in prima valutazione, ce ne era una seconda dopo altri 3 mesi... non ho mai capito bene cosa succedeva se non venivano promossi in seconda valutazione.
    Sono questi che sono da considerarsi i primi "Ufficiali di complemento" del nostro Esercito, figura che prima non esisteva.

    Durante la guerra, alcuni di essi furono "ammessi in servizio continuativo per merito di guerra" mentre altri che non avevano ricevuto questa concessione, se volevano rimanere in servizio, dovettero frequentare un corso di perfezionamento professionale di alcuni mesi all'Accademia di Modena, corsi che si tennero nel 1920/1921.

    Diverso era per i cosidetti "Sergenti Allievi Ufficiali" che provenivano dalla truppa e che frequentarono corsi speciali presso alcuni Depositi Reggimentali.

    Ho un vago ricordo di Scuole Ufficiali di Armata o di Corpo d'Armata... certamente sono esistite, ma non ricordo a memoria... devo fare qualche ricerca.

    Lord Acton
    Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •