Pagina 24 di 30 PrimaPrima ... 142223242526 ... UltimaUltima
Risultati da 231 a 240 di 293

Discussione: Reparti cecchini italiani nella prima guerra

  1. #231
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Questa invece è pane per il buon Furiere Maggiore.

    La didascalia originale riporta: 1891, truppa in formazione alle esercitazioni di tiro, sotto la sorveglianza dei graduati tiratori scelti.
    Ma gradirei qualche suo commento sui dettagli delle uniformi
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  2. #232
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Io mi limito a commentare la posa di tiro del milite al centro della foto, di cui posto il particolare ingrandito.
    Non è la posizione regolamentare in piedi?

    Eh, avere il sergente alle costole...IINN RIIGA! CAARICAT! PUUNTAT! FUOCO!
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  3. #233
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Piuttosto invece, con che arma sparano?
    Armigeri, a me!



    Credo che lo "spadone" del sottufficiale in primo piano non lasci alcun dubbio...
    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  4. #234
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Tornando al cecchino anonimo di Sella Nevea, egli descrisse un'arma alleggerita e modificata.
    Secondo voi, possono avere modificato la leva del grilletto per rendere più delicato il tocco?

    Chiedo la consulenza dell'armaiolo (a cui dedico il fregio della seconda fotogafia )
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  5. #235
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: Reparti

    [quote=jampi]
    Citazione Originariamente Scritto da Fabio 90
    Il rumore ta-pum lo si può udire se ci si trova davanti al fucile e non dietro ed è per questo motivo che lo sentivano i nostri soldati.
    Questo si spiega perchè l'onda sonora emessa dalla bocca del fucile è longitudinale.

    Citazione Originariamente Scritto da "Fabio 90":1dxvl7qs
    Il ta è prodotto dall'uscita della pallottola dalla canna e il pum è prodotto dal superamento della pallottola della barriera del suono.
    E questo deriva dalla velocità* di bocca di 2232 Km/h che è circa due volte la velocità* del suono.

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio 90
    Probabilmente il tipo di pallottola e la velocità* della stessa rendevano il suono dello Steyr differente da quello degli altri fucili.
    E' propio questo il problema, credo.
    Infatti la velocità* di bocca del 91 è 2520 km/h, più veloce dello Steyr di 288Km/h.
    Quindi dev'essere la cartuccia (cioè il tipo di carica, la forma, la quantità* di carica di lancio od un mix di questi elementi) o la forma della palla.
    Il problema è capire come vengono sfruttati i gas della deflagrazione della carica di lancio nelle canne delle due armi in questione perchè riescano ad imprimere alla palla le rispettive velocità*, e questo è legato anche dalla diversa massa e lunghezza delle canne.

    Qualcuno che spara con queste armi è in grado di fare delle prove?
    Più indietro hai detto che lo sparo del 91 è più secco, il 91 ha la canna più lunga del 95?

    @ Amministratori del Forum (Carlo, credo...o anche Giovanni )
    E' possibile aggiungere un elemento multimediale (ad esempio un mp3) in modo che si possa sentire a casa il rumore di queste armi? Chiedo perchè potrebbe essere interessante: magari per qualcuno che non ha la possibilità* di frequentare un poligono, od uno studioso che non ha la possibilità* di sentire sprare un 91 o il Mannlicher 95. [/quote:1dxvl7qs]

    La canna del 91 è lunga 78cm, quella del 95 è lunga 76,5cm.
    Io posso fare le prove al poligono, assolutamente non in questi mesi però (ci sono 40 gradi all'ombra, non voglio morire ), spero di poter riprendere in settembre. Il grosso problema è che il rumore si può sentire solo se ci si trova davanti al fucile e in assenza di altri rumori. Quindi io che lo uso non sento il pum e non posso nemmeno registrarlo. Dovrebbe andare qualcuno a 100 200 metri di distanza davanti a me e io dovrei sparare nella sua direzione in modo tale che lui senta sia il ta che il pum e fare le prove con le due armi. Ma questo è impossibile perchè vietato. Visto che parecchi esperti si sono già* occupati della questione basterà* andare a leggere le loro conclusioni sulla questione.

  6. #236
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio 90
    Dovrebbe andare qualcuno a 100 200 metri di distanza davanti a me e io dovrei sparare nella sua direzione in modo tale che lui senta sia il ta che il pum e fare le prove con le due armi
    Per carità*!


    Meglio non fare scherzi.
    Avevi pensato in modo particolare a qualcuno che reggesse la mela?
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  7. #237
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Onde di pressione dell'aria, causate ad esempio da un corpo in vibrazione, e comprese in un determinato spettro di frequenza, vengono percepite dall'orecchio come rumore. Ogni onda sonora è costituita da una compressione (semionda positiva) seguita dalla corrispondente rarefazione dell'aria (semionda negativa) e si diffonde attorno alla sorgente sonora con velocità* costante, dipendente dalla natura del mezzo e dalla sua temperatura.

    Quale unità* di misura dell'intensità* dei suoni è stato adottato il decibel (dB).
    Normalmente il suono di uno sparo raggiunge e supera i 120 dB.

    La diffusione del suono è solo raramente corrispondente a quella teorica perché essa è influenzata dalle differenze di temperatura tra gli strati d'aria e il terreno, nonché dal vento.

    Lo sparo vero e proprio è prodotto dalla rapida espansione dei gas che escono dalla bocca dell'arma con una velocità* che può essere doppia di quella del proiettile e con una pressione di alcune centinaia di atmosfere.
    Nel rumore dello sparo si possono distinguere due componenti fondamentali:
    • 1) l'onda percorritrice, causata dal fatto che il proiettile, viaggiando nella canna, accelera e comprime l'aria che vi si trova, così che il proiettile è preceduto da un'onda che raggiunge la pressione di parecchie atmosfere. Quest'onda può sommarsi a quella provocata da quei gas che, per difetto di aderenza tra canna e proiettile, riescono a superare ed a precedere il proiettile.
      2) l'onda provocata dall'uscita dei gas caldi dell'esplosione. La pressione di quest'onda dipende fondamentalmente dalla pressione dei gas e questa, a sua volta, dalla lunghezza della canna e dal tipo di polvere. Canne corte e polveri progressive hanno come conseguenza alte pressioni di bocca; il contrario avviene con canne lunghe o polveri vivaci.
      Una canna corta in relazione alla velocità* di combustione della polvere (e ciò avviene di regola con i revolver a canna corta e munizioni potenti) produce un notevole aumento dell'inÂ*tensità* dello sparo, pur non aumentando necessariamente la pressione dei gas, poiché può avvenire che dalla canna escano dei gas incombusti che combinandosi con l'ossigeno dell'aria esplodono fragorosamente (fuoco di bocca).


    I rumori prodotti dal proiettile durante il suo volo sono ben tre:
    • 1) Il primo rumore è il sibilo: esso è riconducibile sia ai vortici che al risucchio d'aria dietro al proiettile, sia a quel fenomeno che in aereodinamica è conosciuto come "rumore dello strato limite": quando un corpo solido si muove ad alta velocità* in un elemento gassoso la viscosità* del gas provoca la comparsa di uno strato turbolento in prossimità* della superficie del corpo stesso, dello spessore variabile da frazioni di millimetro ad alcuni centimetri, a seconda delle dimensioni del corpo, della sua rugosità* superficiale, della densità* del gas. In esso si generano così dei vortici che provocano variazioni di pressione e quindi onde sonore che possono raggiungere anche notevole intensità*; il sibilo di un apparecchio a reazione raggiunge anche i 140 dB e quello di un proiettile di arma leggera produce un suono che a 10 metri dalla traiettoria arriva a 95 dB.
      Questo rumore si propaga anch'esso, naturalmente, con la velocità* del suono.

      2) Il secondo rumore, analogo al suono del proiettile che rimbalza dopo aver urtato contro un ostacolo, subentra in luogo del sibilo in determinate circostanze ed è quello ronzante e quasi musicale che produce il proiettile non sferico male stabilizzato. La stabilizzazione del proiettile non è mai perfetta ed il proiettile è soggetto a movimenti di precessione che lo portano a compiere un lento percorso a spirale attorno alla traiettoria ideale percorsa dal centro di gravità* del proiettile. à? sufficiente una causa anche minima per esaltare il movimento di precessione e far sì che la punta percorra delle spirali ravvicinate, con l'asse del proiettile che può giungere a disporsi perpendicolarmente alla traiettoria.
      Il proiettile così destabilizzato produce il tipico ronzio propagantesi (alla velocità* del suono) attorno al proiettile.

      3) Il terzo suono, detto onda balistica, è quello prodotto da un proiettile che viaggia ad una velocità* supersonica.


    La somma dei rumori e del moto del proiettile costituisce il Pum.
    Il Ta, come già* ricordato, è prodotto dall'impatto della palla sul bersaglio che, viaggiando a velocità* superiori a quella del suono, arriva prima dei rumori descritti.
    (libero adattamento da Acustica dello Sparo di E.Mori, che puoi integralmente trovare qui)



    Ok, questa è la fisica, ma essa ancora non spiega come mai gli austriaci non abbiano fatto una loro canzone sul Ta-Pum italiano...
    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  8. #238
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,790

    Re: Reparti

    Citazione Originariamente Scritto da jampi
    ..........
    Ok, questa è la fisica, ma essa ancora non spiega come mai gli austriaci non abbiano fatto una loro canzone sul Ta-Pum italiano...
    Credo che solo agli italiani poteva venire in mente di fare una canzone su una cosa come il ta-pum!

  9. #239
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    8

    Re: Reparti

    Citazione Originariamente Scritto da jampi
    @Romano

    Sono riuscito a trovare le tavole "originali" del progetto dell'ottica "a gomito" di cui avevi chiesto informazini.
    Siccome è un'ottica sperimentale, credo sia piuttosto difficile trovare qualche foto.

    L'unica che conosco viene da Uniformi&Armi.

    Sperando di esserti stato utile...

    Grazie!
    Ma dove cavolo le trovi le cose????????????

    Complimenti ancora per il forum

  10. #240
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio 90
    La canna del 91 è lunga 78cm, quella del 95 è lunga 76,5cm.
    E' comunque strano che il Ta-pum faccia un suono più cupo del 91, perchè la cosa dovrebbe un po' funzionare come le canne d'organo: più sono lunghe e più greve è il suono, più sono corte e più il suono è acuto.

    Deve per forza dipendere dalla polvere usata.
    Solenite, la nostra, giusto?
    E quella austriaca?
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

Pagina 24 di 30 PrimaPrima ... 142223242526 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato