Pagina 5 di 30 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 292

Discussione: Reparti cecchini italiani nella prima guerra

  1. #41
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Una giornata di caccia grossa:

    "Presi il cannocchiale e cercai di scovare un nemico nascosto. Lo vidi con l'elmetto marroncino (n.d.r. evidentemente aveva il suo M16 ricoperto da telino antiriflesso) disteso dietro ad un piccolo speroncino di roccia che armeggiava qualcosa.
    Puntai verso di lui mettendoci tutta la mia arte e pazienza.
    Binocolo sopra il fucile, lo vedevo armeggiare, forse chiamare e più armeggiava e chiamava e più si distraeva dalla sua protetta, o quasi, posizione e più montava in me la voglia di ammazzarlo.
    Ebbi la fortuna di centrare una spalla già* al primo colpo. Mi accorsi del centro perché vidi lo spolvero della casacca colpita accuito dall'impatto con le carni.
    Subito dopo lo ricentrai mentre si dimenava per chiamare aiuto o dal dolore, questa volta di tralice nel petto: e lo vidi stramazzare.
    Non bastava mi misi a cercarne altri fino a scovarne uno nascosto ancora dietro un fusto di albero che smanettava in direzione di un suo compagno, anch'esso nascosto nell'albero accanto.
    Ci vollero tre tiri prima di centrargli in pieno il ginocchio e vederlo cadere di lato purtroppo sempre nascosto dall'albero. Ebbi ancora più fortuna quando, il suo commilitone, credendo che il tiro fosse stato uno dei tanti che partivano a casaccio dalla trincea e non da un cecchino, cercò incautamente di soccorrerlo.
    Allora lo colpii fra elmetto e collo. Lo vidi barcollare, dopo un attimo di fredda immobile morte tanto che stavo per tirargli ancora. Poi scartò di lato: finito".

    (da Memorie di Guerra - il dovere o la ragione )

    [attachment=2:iebwjcpu]9a[1].jpg[/attachment:iebwjcpu]

    [attachment=1:iebwjcpu]elemetto 2.jpg[/attachment:iebwjcpu]

    [attachment=0:iebwjcpu]elemetto 3.jpg[/attachment:iebwjcpu]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  2. #42
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Ecco cosa ci può ancora regalare una trincea dimenticata: si tratta di un ottica francese Scheibler.

    [attachment=0:2avogm96]relic hunter.jpg[/attachment:2avogm96]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  3. #43
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Ecco tre belle immagini di 91 dotati di ottica.
    Nella prima il 91, prodotto dall'arsenale Beretta VT, è dotato di ottica francese Scheibler.
    Nella Seconda e terza si vede il 91 conservato nel museo di Rovereto, dotato di ottica Filotecnica e prodotto dall'arsenale di Terni.

    Si può apprezzare il diverso sistema di fissaggio dell'ottica all'arma. Nel primo tipo l'ottica non è in posizione dritta sull'arma ma è scartata di lato (come nello SMLE) per permettere il caricamento e l'estrazione, con tutti i problemi di rettifica e puntamento che derivano da questo "infelice" posizionamento dell'ottica: i cecchini sparavano da lunette protette da scudi da trincea attraverso fori di forma ovoidale ad asse maggiore verticale, non orizzontale.
    Il difetto è stato corretto dall'arsenale di Terni, alzando il supporto dell'ottica in modo da riportarla in asse con l'arma e simultaneamente permettere caricamento ed estrazione.

    Da qualche parte ho letto che in certi modelli di 91 (credo però sempre sperimentali e sicuramente prodotti dopo la prima guerra mondiale) il caricamento avvenisse dal basso (attraverso la luce di espulsione lastrina, modificata all'occorrenza) ma non ho mai visto un'arma del genere ed ignoro completamente come potrebbe essere il meccanismo di alimentazione di una siffatta arma. Secondo me dovrebbe complicare molto il caricamento dell'arma, ma, si sa, con un'arma la cui rigatura parabolica ha complicato la produzione perché non modificare anche l'alimentazione per complicarla un po'..solo un pochino.

    [attachment=2:5dkg3oyo]Beretta_1891_sniper.jpg[/attachment:5dkg3oyo]

    [attachment=1:5dkg3oyo]rovereto1.jpg[/attachment:5dkg3oyo]

    [attachment=0:5dkg3oyo]rovereto2.jpg[/attachment:5dkg3oyo]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  4. #44
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Ecco quello che volevo dire.
    Il 91 posto sulla feritoia dello scudo mette in evidenza il problema di avere un'ottica disassata: si riduce enormemente il campo di tiro.
    Il problema si risolve ponendola in asse (vedi seconda foto) e alzandola per permettere il caricamento e l'azione dell'otturatore.

    [attachment=1:30i2xjjj]Scudo italiano.jpg[/attachment:30i2xjjj]

    [attachment=0:30i2xjjj]91ww1.jpg[/attachment:30i2xjjj]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  5. #45
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Reparti

    Jampi:

    Ma forse ti sei documentato sul testo classico di Andrea Viotti dal titolo L'uniforme grigio-verde (1909-191 a cura dell'Ufficio Storico SME, in cui sono riportate le tavole tratte dalle circolari dello SME. A pag.183 è riportato il primo modello di brevetto di specilità* dei tiratori scelti. Constava di due fucili incrociati (sul modello inglese ed americano). Io personalmente non l'ho mai visto, nè dal vivo nè in foto.
    E se questo testo costituisce la "bibbia" degli uniformologi...
    ... a pagina 183 del volume citato sono riportate le tavole a corredo della circolare n. 186 del 1915 che riguardava i distintivi (non fregi) per cariche speciali del Corpo Volontari Ciclisti e Automobilisti che erano sensibilmente diversi da quelli in uso nel R.E. in quanto si trattava di organizzazioni di volontari (senza stellette) che cooperavano con l'esercito...

    Dalla foto postata da te non si evince che gli ufficiali portassero il distintivo, come quello del bersagliere, sembrano delle ombre fotografiche. Comunque, ripeto, per gli ufficiali non era previsto da nessuna disposizione l'uso di detto distintivo la cui origine risale al 1868 modificata successivamente in quello postato.

    Per quanto riguarda il testo citato una "bibbia" sicuramente non lo è. E' come tutti gli altri testi un... ulteriore contributo alla conoscenza...


    Ciao

    F.M. :P

    [attachment=1:14wnwjtf]Copia di IMG.jpg[/attachment:14wnwjtf]

    [attachment=0:14wnwjtf]IMG.jpg[/attachment:14wnwjtf]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    E' la somma che fa il totale.

  6. #46
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Reparti

    ... a proposito della qualifica di tiratore scelto questo è quanto riporta l'Enciclopedia Militare, vol. VI pag. 1213... ben lontana di quelli con il fucile con l'ottica...

    ciao

    F.M.

    [attachment=0:k2skbz92]IMG_0001.jpg[/attachment:k2skbz92]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    E' la somma che fa il totale.

  7. #47
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    @Furiere Maggiore

    Complimenti per la tua precisazione!
    Senti, non intendevo offenderti (dal tono del tuo intervento pare tu lo sia), ma non sei ancora riuscito a convincermi...

    Mi spiace non riuscire ad ingrandire l'immagine degli ufficiali alpini con il brevetto cucito sulla manica, perché quella sarebbe proprio la prova (fotografica) che, in mancanza di disposizioni ciascuno si comportava secondo sua coscienza...
    Del resto la prova che alcuni ufficiali abbiano fatto del cecchinaggio è data dal libro di memorie di Michele Campana - Perché ho ucciso - Libreria della Voce (Firenze).

    Credi che avrebbero consegnato un fucile così prezioso (in tutti i sensi, perché un'arma di questo tipo è anche molto costosa - circa dieci volte un fucile normale) a chiunque non fosse un abile tiratore?
    Ed una volta ottenuta la qualifica, perché non portare il distintivo?
    Hai mai visto la divisa di Gabriele D'Annunzio? E quanti ufficiali indossarono pantaloni da cavalleria, pur non avendone titolo?

    Credo comunque che in zona di operazioni lo abbiano portato in pochi...

    Concludo anche questo mio intervento con un piccolo passo tratto dal libro Perché ho ucciso di Campana. Questa volta anziché citare il celeberrimo passo in cui esegue un tiro con l'osservatore (tra l'altro già* presente in questo topic) porterò quest'altro (a pag. 63 di detto libro):

    "Ricordo il suo viso giovanissimo, sbiancato, magro, magro, occhi molto grandi, biondo, biondo.
    L'avevo già* bene in mira, senza tremare, nel mezzo del petto. La tempia mi batteva forte contro il calcio del moschetto. Ho lasciato andare la botta e ho subito rialzato un po' il capo per vedere l'effetto del colpo: come a caccia, proprio come nei capannelli, quando si allunga il collo dalla guardiola per assicurarsi dove casca il morto.
    Egli ha inarcato le braccia contro il cielo, piegandosi sui ginocchi e si è afflosciato giù tra i massi con quattro o cinque strattoni".


    Invito inoltre chiunque abbia foto sull'argomento (distintivi, fucile, ottiche, ecc...) di postarle.
    Chiedo inoltre che i lettori contribuiscano alla discussione con un "televoto" (parola che oggi va molto di moda): Secondo voi il fregio dorato era portato o no dagli ufficiali?
    La discussione diventa più avvincente, era proprio ciò che volevo...

    [attachment=2:397s3ly0]GrandiAviatori_D'Annunzio.jpg[/attachment:397s3ly0]

    [attachment=1:397s3ly0]fiume.jpg[/attachment:397s3ly0]

    [attachment=0:397s3ly0]grande3.jpg[/attachment:397s3ly0]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  8. #48
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    @Furiere Maggiore

    In merito alle competizioni annuali tra tiratori che vengono menzionate nell'Enciplodia Militare vol. VI pag. 1213, c'erano quelle tra ufficiali, sottufficiali e per la truppa, come attestano queste medaglie.
    Non sono però del periodo della prima guerra mondiale, direi che appartengono più al ventennio.
    In che epoca è stata pubblicata l'Enciclopedia Militare? Forse in epoca fascista?

    Del resto nel 1930 viene approvata la LEGGE 17 APRILE 1930, n. 479 (GU n. 114 del 15/05/1930)
    RIFORMA DELLA LEGGE SUL TIRO A SEGNO NAZIONALE. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.114 DEL 15 MAGGIO 1930)

    Il testo integrale della legge si può trovare qui

    [attachment=2:uy793z9s]ufficiali.jpg[/attachment:uy793z9s]

    [attachment=1:uy793z9s]sottufficiali.jpg[/attachment:uy793z9s]

    [attachment=0:uy793z9s]truppa.jpg[/attachment:uy793z9s]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  9. #49
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    Questa sembra di epoca più antica: non sono un esperto ma direi di epoca umbertina (correggetemi se sbaglio)
    Nel verso non si menziona fra chi è disputata la gara (ufficiali o sottufficiali o truppa)...ma solo Società* del Tiro a Segno Nazionale. Essendo d'argento non escludo che ce ne siano d'oro e di bronzo!

    [attachment=1:38q8eu1r]recto.jpg[/attachment:38q8eu1r]

    [attachment=0:38q8eu1r]verso.jpg[/attachment:38q8eu1r]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

  10. #50
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    424

    Re: Reparti

    I premi delle gare non consistevano solo in vile denaro...

    In una di queste targhette si legge Ministero della Istruzione Pubblica: speriamo che la Gelmini non legga questo topic...perché non vorrei rimetterci le penne il prossimo anno scolastico

    [attachment=4:3qw4681e]1.jpg[/attachment:3qw4681e]

    [attachment=3:3qw4681e]2.jpg[/attachment:3qw4681e]

    [attachment=2:3qw4681e]3.jpg[/attachment:3qw4681e]

    [attachment=1:3qw4681e]4.jpg[/attachment:3qw4681e]

    [attachment=0:3qw4681e]5.jpg[/attachment:3qw4681e]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    La conoscenza non è nulla se non viene condivisa (Seneca)

Pagina 5 di 30 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato