Pagina 5 di 8 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 79

Discussione: Restauro Adrian

  1. #41
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: Restauro Adrian

    Niente di che, nessun segreto.

    Però voglio premettere che questa tipologia di interventi per molti collezionisti sono pura eresia e assolutamente inaccettabili, perché gli oggetti devono restare così come si trovano.
    Io rispetto assolutamente queste opinioni, che sono fondate e seguite da moltissimi qualificati ed esperti collezionisti, e quindi ciò che faccio io è esclusivamente mio gusto personale.
    Avverto quindi tutti coloro che vogliono seguire queste tecniche, che può essere che in caso di cessione, o anche solo di presentazione dei loro pezzi così trattati, possono trovarsi di fronte a molti problemi.

    Comunque, dopo questa doverosa premessa, io ritengo che un elmetto trattato con acido ossalico dopo necessita di una passatina di olio.

    Io uso olio di vasellina, però molto poco, applicando con un pennello non intriso ma solo leggermmente untuoso, ovvero devi passarlo e ripassarlo per ottenere l'effetto.

    Lascio qualche ora, poi asciugo con carta che non lascia pelucchi, poi con straccio anch'esso che non lascia peli.

    Magari due volte, o tre.

    Gli elmetti ritornano quasi opachi, non restano lucidi.

    Poi dipende dagli elmetti; quelli con vernice liscia e semilucida, per esempio quelli francesi o anche i M33 di primo periodo, applico l'olio anche in maniera più abbondante, lascio assorbire per un po' di tempo, poi asciugo.

    A me sembra che i risultati siano sempre molto buoni.

  2. #42
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: Restauro Adrian

    Ah, giusto per aggiungere: ho notato che in genere gli elmetti tedeschi e quelli italiani reagiscono meglio all'azione dell'ossalico, quelli francesi ad esmpio, meno bene; penso dipenda dalla qualità* del metallo.

  3. #43
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    239

    Re: Restauro Adrian

    Grazie del consiglio piesse!
    Cerco molle ed elevatori per caricatore Fiat Revelli 14

  4. #44
    Collaboratore L'avatar di EnzoLuca
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Agrate Brianza MB
    Messaggi
    2,886

    Re: Restauro Adrian

    Grazie Piero, hai tolto molti dubbi.
    L'elmetto di Luca è rimasto lucido forse perchè ho usato troppo olio di vasellina. Lo ripasso di nuovo e magari col tempo perderà* questa lucentezza.

    Tornando alla questione "collezionistica" io credo che, parlando per esempio dell'elmetto che hai mostrato nelle tue foto, non ci sia paragone tra il prima e il dopo. Non credo siano state intaccate le sue prerogative, la vernice è quella originale, l'interno idem ecc. Quello che manca è lo strato di ruggine che c'era in precedenza, è un pò cose se foste stato "lavato".
    Parlo da ignorante in materia ma se io fossi un acquirente e mi venissero mostrati due elmetti, uno com'era prima e uno dopo averlo pulito, sceglierei senza alcun dubbio il secondo.
    Ciao. Enzo
    "Non abbiate paura"

  5. #45
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    13

    Re: Restauro Adrian

    Citazione Originariamente Scritto da Centerfire
    Nel caso di ulteriori quesiti sul tema, domandate e vi sarà* risposto!
    Buongiorno, visto il gentile invito sopra riportato, mi permetto di abusare della vs. disponibilità* e, soprattutto, grande competenza a riguardo. Devo restaurare un elmetto coperto di ruggine (non molta). Ho letto le varie esperienze (soprattutto positive) sull'uso dell'acido ossalico ma mi rimane qualche dubbio circa la corretta realizzazione del trattamento. Parto con una schematica elencazione dei dubbi così da favorire discussione e confronto:
    - tempi di azione del lavaggio: mediamente ho letto 12 ore (con controlli periodici per evitare sgradite sorprese), è corretto? il primo segnale di attenzione è la comparsa di una patina gialla?
    - temperatura acqua: è preferibile l'uso di acqua calda/tiepida ed è consigliabile operare in ambiente aerato; tuttavia, dovendo obbligatoriamente operare in giardino (ubicato in Cremona....non proprio un clima caldo...almeno adesso) e data la durata del trattamento, anche partendo da una situazione ottimale, la soluzione si raffredderà* presto; tutto ciò influirà* in maniera determinante sul risultato finale?
    - dovendo pulire un elmetto è necessario la totale immersion del pezzo (ho letto cmq che l`imbottitura interna non dovrebbe risentirne) o ci sono anche tecniche alternative (tipo spennellautre)?
    - fase successiva all`attacco dell`acido: prendo il pezzo e lo lavo con acqua corrente, poi lo infilo nel bagno di neutralizzazione. Non ho ben chiaro il dosaggio del bicarbonato e la durata della fase in questione. Poi altro lavaggio in acqua corrente per rimuovere il tutto.
    - trattamento finale: diversi tipi di applicazioni ma per un elmetto quale è il più indicato? Olio di vasellina?

    Grazie in anticipo. Oggi ho girato Cremona e alla fine solo una farmacia privata con magazzino chimico aveva l`a.o.....5 euro....100 gr.....


    grazie Simone

  6. #46
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Restauro Adrian

    Dezzomania, vorrei poterti rispondere direttamente, purtroppo però non ho mai provato l'ossalico ma solo letto le esperienze ed i consigli dei nostri amici del Forum.
    La questione della temperatura era già* stata accennata, sicuramente è impossibile mantenerla per 12 ore consecutive ma molto probabilmente partire con acqua stemperata accellera la rimozione dei primi strati di ossido facendo guadagnare qualche ora di ammollo.
    Per il resto meglio aspettare chi "fà* colazione con l'elmetto" tipo Piesse. Il quesito sull'imbottitura interna non è da poco...
    Per la "neutralizzazione" visto che viene dopo un primo risciacquo direi che un cucchiaio da cucina di bicarbonato in 2 litri d'acqua dovrebbe bastare...


    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  7. #47
    Banned
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Veneto
    Messaggi
    686

    Re: Restauro Adrian

    Si sta' discutendo senza partire dal primo presupposto...il tipo di metallo.

    Ho usato l'ossalico e da' effetti buoni su lamiere stagnate...penso pure su Bossoli, dove, peraltro, aceto e sale, garantiscono, comunque, ottimi effetti.

    Ribadisco..

    su gavetta 1917 stagnata, le dosi indicate, non sortivano effetto alcuno.

    Triplicata la dose, e' venuta via la colorazione giallognola, ma le incrostazioni piu' serie, permangono.

    Su Gavetta Ita 1897, la situazione e' peggiore.

    Confermo non intaccata la vernice originale
    Ma dopo pochi istanti dal risciacquo, emerge patina biancastra....

    Non mi sento di garantire l'uso del prodotto su pezzi di pregio.
    Ma, giustamente, ognuno puo' decidere come meglio crede.

  8. #48
    Banned
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Veneto
    Messaggi
    686

    Re: Restauro Adrian

    Dopo tante titubanze, mi sono deciso ad usare l'ossalico su Adrian M15.

    mi sembra impossibile.

    Posto foto del prima e del poi.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #49
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Restauro Adrian

    Vedi a non fidarti dei consigli degli amici....?

  10. #50
    Banned
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Veneto
    Messaggi
    686

    Re: Restauro Adrian

    Sai...ero titubante, perche' l'esito su ferraglia e' nascondibile, ma non sugli Adrian.

    Mi sembra un esito meraviglioso e , lo dice, chi non ha un minimo di manualita'.

    pensavo fosse irrecuperabile...invece....

Pagina 5 di 8 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato