Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18

Discussione: Restauro parti di armi

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    206

    Restauro parti di armi

    Ciao a tutti,
    sto restaurando dei pezzi di una mariagrazia affidatami,disattivata(con certificato) ,senza otturatore e con canna saldata (foro occluso)
    presumibilmente originale della 2° G.M.,visto lo stato in cui è... Era stata verniciata in grigio ferro (terribile) e stuccata( ) nelle parti porose del metallo intaccate dalla ruggine,il 50% circa, ...le altre parti invece sono lisce,mai intaccate...
    Naturalmente ho bisogno del vostro aiuto e consigli...


    1)Come fare rispuntare il numero di matricola ed i vari waffenmant (ricordo vagamente un sistema con acido tipo CSI per i numeri abrasi,ma non come...)

    2)Portare il ferro a lisciatura (con sistemi abrasivi) ove poroso o lasciarlo com'è?

    3)Brunirla a freddo o verniciarla poi ?Se sì,di che colore (Ral?)?

    ...grazie a tutti per l'eventuali risposte!!!
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    206

    Re: Restauro parti di armi

    Ringrazio Andrea,pubblicamente, intanto...e mi scuso anche della confusione che ho fatto...

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Restauro parti di armi

    Allora... cominciamo a dire che hai una bella rogna per le mani perchè si tratta di un'arma già* "massacrata" dal tempo e dagli agenti atmosferici.
    Le vie possibili sono 2. La prima sarebbe pulire tutta la 42 per asportare stucco e vernice....ma ci troveremmo tra le mani un pezzo sbrunito, camolato e difficilmente ripristinabile. Le camolature non si possono togliere senza interventi pesantissimi (sono profonde) che cancellerebbero definitivamente eventuali scritte. Il fare poi ricomparire Waffen e numeri con l'acido non credo sia impossibile ma fuori però dalla nostra portata. Si potrebbe ribrunire ma con risultati scarsi a meno di non rivolgerci ad un armaiolo valido.
    Se però quello che interessa è l'estetica un sistema ci sarebbe anche se mi vergogno a suggerirlo.
    Si stuccano tutte le camolature e la si liscia per bene in tutte le componenti metalliche, poi ci si rivolge a chi fa verniciature a polvere (sono molto robuste) e la si fa "tinteggiare" in nero semilucido simulando la brunitura.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111

    Re: Restauro parti di armi

    quoto Andrea, visto lo stato in cui versa, opterei anche io per un intervento massiccio a livello di camolature stuccandola e riverniciandola.

    Un saluto Stefano

    Ps Complimenti per l'oggetto perchè in se stesso è un bell'"attrezzo"
    kappa

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    206

    Re: Restauro parti di armi

    Grazie Andrea e Stefano!!!
    Ma.....e se io invece,ammettendo che ci sia materiale con spessore sufficiente, andassi giù di (e addio marchi e punzoni) smerigliatrice con dischi in carta,poi levigatrice con carta di vari grani,per togliere le camolature(ecco come si chiamano! ),...renderla più o meno a specchio, e poi brunirla a freddo....?
    E' un lavoraccio,lo so...
    Oppure (comunque ho già* tolto la vecchia vernice e stucco!) se la lascio "nature"...così...,cosa faccio,brunisco o vernicio?

    Quello che mi rompe è che non è tutta "camolata",ma solo in certi punti...a riuscirci,per il colore,l'ideale sarebbe brunirla dove non intaccata e verniciarla(e stuccarla)dove è camolata...

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Restauro parti di armi

    Lavoro difficile, molto difficile!
    Iniziando dal fatto che un'arma disattivata non si può smontare mentre per agevolare l'opera questa è la prima cosa da fare!
    Capisco il tuo desiderio, salvare il salvabile e mascherare il resto ma secondo me non hai a disposizione le attrezzature per questo tipo di obiettivo...
    In teoria dovresti trattare con una sabbiatrice a penna (tipo quella dei restauratori) le camolature una per una e poi passare tela smeriglio in bagno di petrolio iniziando con una grana 120 e poi una 300 per ritrovare la superfice della lamiera. Successivamente stuccare e carteggiare i buchi usando un colorante per dare allo stucco una tonalià* scura. Brunitura a freddo con tanta pazienza. In questo modo si dovrebbe apprezzare il metallo originale ma continuando a riconoscere le parti restaurate con lo stucco, esattamente come si comporterebbe un restauratore di opere d'arte.

    Però resto dell'idea che la cosa sia molto difficile da realizzare...

    Per quanto riguarda i marchi, se non sono stati pesantemente smerigliati dovrebbero saltare fuori da sotto la vernice.

    Altrimenti prendi una bomboletta spray da autoritocco e la fai gialla a pois rossi, la usi come materiale d'arredamento postmoderno!
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di alpi-adria
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Veneto
    Messaggi
    461

    Re: Restauro parti di armi

    Sicuramente andrò contro corrente, ma la deformazione da passione oggetti da scavo non mi consente di esprimere la mia opinione

    Perchè invece che tentere un restauro che non ti garantisce un risultato ottimale non la prepari bene stile scavo relic?

    Io la sistemerei così, cercherei di dare uniformità* all'usura in egual modo su tutte le parti, una bella spazzolata con conseguente scaldata e bagno in olio vecchio nero come la pece, qualche colpo, graffio e piccole rotture sulla parte terminale in legno e via...
    Ti trovi una bella mitraglia vissuta che trasuda storia, battaglie, intemperie e anni passati sotto terra...

    Ma è solo un mio parere...
    Ciao a tutti

    Alessandro - alpi-adria

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    659

    Re: Restauro parti di armi

    Quoto alpi-adria anche io agirei ripristinandola a livello relic. Ti faccio i super complimenti per il tuo pezzo!
    Ale

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Restauro parti di armi

    Scusate ma non posso fare a meno di notare che la canna, dichiarata otturata, è comunque mobile: ma a quando risale il certificato di disattivazione? In questo stato direi a circa il 1943-1944, non dopo perchè allora la canna, oltre che otturata sarebbe anche stata saldata al castello.
    A questo stadio di disattivazione basterebbe mettergli una canna nuova ed un otturatore e potrebbe sparare.
    Strano, veramente strano!
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  10. #10
    Collaboratore L'avatar di milit73
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Verona,Italia
    Messaggi
    1,422

    Re: Restauro parti di armi

    a tutti,

    io la farei sabbiare tutta e poi,nel caso il risultato fosse soddisfacente,la farei ribrunire a caldo da chi sa farlo e la terrei come relic.E' assurdo,secondo me,volere farla "risuscitare" in queste condizioni.
    Giusta anche l'osservazione di kanister : nella mia ( ovviamente inertizzata e certificata ! ) tutto è saldato,anche la canna e la "leva" per sfilarla è tagliata in modo da avere solo un effetto scenico in quanto la canna è appunto saldata al castello e il meccanismo per lo sfilo della canna non può quindi essere funzionale.

    Ciao
    Michele

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato