Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Ricevitore radio BC-312 M ( 1944 )

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di milit73
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Verona,Italia
    Messaggi
    1,399

    Ricevitore radio BC-312 M ( 1944 )

    Ciao a tutti,

    arrivato oggi ... fresco fresco :-)

    Lo so ... le foto, tra l'altro del venditore, sono un po' riduttive ma la bestiola ( eh si, pesa sui 20 KG ! ) è già in revisione da un amico riparatore di radio d'epoca che a suo tempo mi aveva riparato anche un Torn E.b tedesco.

    Gli farò un bel reportage quanto ritornerà ... in forma smagliante e completamente funzionante :-)

    E ora due righe sulla storia di questo receiver ( dalla rete ) :

    Il BC 312 fu progettato nel 1942 nei laboratori del SIGNAL CORPS di FORT MONMOUTH, New Jersey, e l'appalto per la costruzione se lo aggiudicò la ditta RCA che a sua volta delegò altre prestigiose ditte per far fronte alla grossa richiesta di apparati che lo sforzo bellico richiedeva.Notevole è la parte meccanica, la robustezza, la disposizione dei circuiti interni è ordinata, i cablaggi e filature sono eccellenti e molto ordinati e tutta la componentistica subiva un trattamento antifungo e antimuffa. Il BC 312 lavora in modulazione di ampiezza per segnali modulati, la gamma di frequenza va da 1500 KHz a 18 MHz, suddivisa in 6 gamme copertura in sintonia continua da 1500 / 3000 KHz, 3000 / 5000 KHz, 5000 / 8000 KHz, 8000 / 11000 KHz, 11000 / 14000 KHz , 14000 / 18000 KHz.

    Monta n.9 valvole e per ascoltare l'audio si può usare l'altoparlante LS-3 ( in arrivo anche questo ) o le cuffie HS-30.

    Riceve con qualsiasi tipo di antenna ed era utilizzato come apparato fisso e mobile su automezzi anche in apposite casse per stazioni di emergenza, equipaggiava tutti i reparti ed è stato protagonista in tutti i teatri di guerra assolvendo con onore il suo compito.

    Al termine della guerra una notevole quantità di apparati hanno dotato il nostro esercito, ma anche quello francese, greco, svizzero e altri ancora, ed al termine della loro carriera sono stati venduti in grossi lotti a prezzo di ferraccio ai rottamai e quindi poi distrutti mentre una parte è arrivata, fortunatamente, sul mercato del surplus militare.

    il ricevitore BC-312 era considerato, e lo è ancora oggi, uno dei migliori apparecchi del suo genere ed è ancora oggi ricercatissimo dai radioamatori in quanto permette tutt’ora di ricevere bene le onde corte.

    Oltre al BC-312 nacquero altri ricevitori molti simili che differivano per l’alimentazione in corrente alternata come il BC-342 o per gamma come il BC-314 che copriva da 150 a 1500 KHz in 4 gamme e alimentazione in corrente continua e il BC-344 identico al BC-314 ma alimentato in corrente alternata. Successive modifiche hanno realizzato vari modelli surrogati identificati con l’aggiunta di un suffisso in lettere dopo la sigla principale (es. BC-312-NX).

    E’ contenuto all’interno di un telaio in alluminio verniciato in nero ed ha un cofano, estraibile come un cassetto, al quale è bloccato con cinque viti prigioniere. Le parti interne del ricevitore sono suddivise in scomparti completamente schermati con scatoline d’alluminio chiaramente riconoscibili. Sul fondo del cofano vi è inciso lo schema elettrico del ricevitore.

    Solitamente l’installazione prevedeva un’apposita base di montaggio FT-162 per ridurre al minimo le vibrazioni. Il survoltore DM-21 è montato ed incernierato in un apposito vano sotto il telaio ed è collegato, mediante una spina frontale, all’alimentazione in C.C. del BC-312 proveniente dalla batteria. Nel funzionamento in C.A. a 115 V, al posto del survoltore sopra citato, si trova il raddrizzatore RA-20 che monta una valvola VT-97 o VT-197. In molti casi, per non dover aggiungere un autotrasformatore esterno 220/115 V il trasformatore dell’RA-20 è stato sostituito con uno di ugual dimensioni ma con il primario a 220V.

    E ora le foto del mio, direttamente dagli States.

    Ciao
    Michele
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    5,734
    Ottimo acchiappo ed ottima disamina
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,446
    Un'importazione leggera insomma .
    Apparecchio che sicuramente come hai ben detto ha fatto la storia, che sinceramente non conoscevo cosi bene.
    Ben messo anche l'interno, fantastiche le mitiche lamelle penetranti fra loro per le frequenze, come nelle vecchissime radio d'epoca e le mitiche valvole in ferro militari.
    Bello, un oggetto diverso dai soliti.

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato