Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Richiesta informazioni Batteria Racchia

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    San Francesco al Campo(TO)
    Messaggi
    4,463

    Richiesta informazioni Batteria Racchia

    Recentemente durante un'escusione alle Cinque Terre ho avuto occasione di visitare i resti della Batteria Racchia ubicata nel Comunie di Riomaggiore in località* Torre Guardiola.Oltre al nome non sono riuscito a sapere altre notizie.Qualcuno può fornirmi notizie precise?Mi sevirebbero per un Reportage.Inoltre chi fosse interessato a fortificazioni puo visitare il sito WWW.ICSM.IT/WORLD/REPORTAGE dove potrà* trovare dei Reportage di visite ad Opere del Vallo Alpino e della Maginot Alpina.Ciao e Grazie Gianfranco
    Gianfranco

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    245
    La racchia è un mio "black Hole": non so praticamente niente se non che dopo l'8 settembre era presidiata da truppe tedesche e che, letto su "la spezia - città* italiana in tempo di guerra", la convivenza tra tedeschi e locali fu discreta. Mi sono ripromesso di andarci al più presto e di "intervistare" qualche "Vecchietto" del luogo... sono la migliore fonte.
    Il nome deriva dal Carlo Alberto Racchia, (Torino, 31 agosto 1833 - La Spezia, 12 marzo 1896), Senatore del Regno e politico italiano.
    Fu Ministro della Marina del Regno d'Italia nel Governo Giolitti I.


    Amici di riomaggiore mi dicono che veniva anche chiamata la Gracchia, perché quando sparava....gracchiava! (voce ovviamente da controllare durante le prossime interviste!!!)

    qualche notizia in più la trovi sul sito www.poetsgulf.it (o .com),
    di una vecchia conoscenza di questo sito. Non è molto, ma come infarinatura ti potrebbe bastare....
    buon lavoro
    Michele

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    94
    Costruita attorno agli anni '20 sul promntorio di Monte Regio ad un' altezza di circa 80 metri slm, la batteria fu intitolata all' ammiraglio Carlo Alberto Racchia, senatore politico del regno , ministro della marina del Regno d' Italia durante il governo Giolitti; era armata, come tutte le batterie antinave coeve, con quattro cannoni da 152/50 ed un pezzo obsoleto da 120 usato per il tiro illuminante.
    Fornita di telemetro e fotovoltaica non aveva sovrastrutture in calcestruzzo ed i suoi pezzi posizionati in barbetta erano protetti da scudature metalliche.
    Sia le riservette proietti chhe la polveriera erano collocate in grotte artificiali.
    Ciao Stefano

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato