Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21

Discussione: Riconoscimento semiautomatica

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    italia
    Messaggi
    2,046

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    ho guardato le prime tre foto ma non vedo traccia chiara di percussore!!!!!!
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  2. #12
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    IMHO Browning 1910 cui manca la molla principale, quella avvolta attorno alla canna
    l'esploso dovrebbe essere qui:

    http://www.wisnersinc.com/exploded_view ... g_1910.htm

    e qui

    http://world.guns.ru/handguns/hg95-e.htm

    Oppure

    http://stevespages.com/ipb-browning-1907.html

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    italia
    Messaggi
    2,046

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    ...strano, se è quella indicata nel secondo link da Oscar è ben rifatta vista la totale assenza di marchi dei quali la 1910 è ricca, le guancette ovviamente sono rifatte, mi vado convincendo che è appunto un modello spagnolo della ben più famosa Braw, confermo a parer mio l'idea del percussore lanciato!!!!!!!!!!!!!
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    3

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    Ciao a tutti,
    sono nuovo del sito e le foto appartengono ad una pistola che mi è stata consegnata smontata e così fotografata. Intanto è doveroso ringraziare tutti coloro che hanno fornito un contributo, grazie ancora.
    Attraverso altre ricerche ho accertato che si tratta di una pistola Browning modello 1910 calibro 9 corto (non ne sono state fatte tante), la stessa pistola dovrebbe essere una delle due che fu utilizzata per uccidere in Serbia il principe asburgico nel 1914. Sto cercando di reperire altre informazioni sulla storia di questa pistola e poi di decifrare il punzone "v" all'interno di un quadrato. (qualcuno ne sa qualcosa???)
    ...e poi come mai non ci sono diciture sul carrello dell'arma???? eppure non ci sono segni di obliterazione e cancellazione.
    Per quanto riguarda i pezzi a disposizione, il percussore confermo che è presente così come la molla devo tuttavia consultarmi con un bravo armaiolo e vedere un modello simile per rendermi conto veramente cosa manca nel modello a mia disposizione di cui vorrei ripristinare il funzionamento per sparare.
    Chiedetemi pure altre informazioni.

    Grazie ancora

  5. #15
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    Citazione Originariamente Scritto da savoia1948
    ...strano, se è quella indicata nel secondo link da Oscar è ben rifatta vista la totale assenza di marchi dei quali la 1910 è ricca, le guancette ovviamente sono rifatte, mi vado convincendo che è appunto un modello spagnolo della ben più famosa Braw, confermo a parer mio l'idea del percussore lanciato!!!!!!!!!!!!!
    Però tieni presente che in quel periodo anche i belgi erano degli"spagnoli" nel senso che copiavano parecchio le armi altrui.
    Sarei curioso di sapere chi punzonava sulla camera cal 9 c. Per noi italiani il 9x17 è il 9 corto ma negli altri paesi?
    In francese court, in spagnolo corto, così dice il traduttore, percui il problema permane.
    Nella foto dove si vede la molla sulla destra si intravede il percussore, per esserne sicuro ho smontato la Baby che si basa sulla stessa meccanica.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    3

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    grazie andrea,
    cmq da un'altra rivista ho constatato che manca l'asta guida molla.
    Sembra che non rechi nessuna dicitura sul carrello perchè fu approntata in tempo di guerra della serie """"scappa e via", quindi il punzone "v" in un rettangolo/quadrato apparteneva a qualche controllore militare.
    Che ne dite?

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    638

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    la stessa pistola dovrebbe essere una delle due che fu utilizzata per uccidere in Serbia il principe asburgico nel 1914.
    Se non ricordo male la 1910 che uccise Francesco Ferdinando era in calibro 7,65mm.
    The blade

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    3

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    Salve a tutti,
    oggi sono stato in un'armeria dove hanno la stessa pistola ma in calibro 7,65mm Brow. Dopo averla smontata ho effettivamente constatato cosa manca nella mia ovvero nella mia c'è tutto ma il percussore con molla non sono appartenenti alla pistola ma:
    il percussore è di provenienza beretta, serie 70;
    la molla è adattata.
    Quando l'ho rimontata ho accertato che la piccola leva di sgancio era montata al contrario e che la molla troppo lunga (e qs spiega anche la presenza di un pezzo di molla di uguale sezione ma molto più piccola) ostacolava la chiusura dell'arma stessa, quindi stavano in soldoni cercando di adattare un altro percussore a qs pistola.
    Per quanto riguarda altre notizie sulla pistola ancora non sono venuto a capo sul fatto che non presenti nessuna dicitura, sul punzone "V" nel quadrato e su quale epoca si può collocare l'arma anche alla luce della matricola presente.
    Qualsiasi suggeri,mento è ben accetto!!!
    Grazie cmq a tutti

    Gianluca

  9. #19
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    Ho guardato su un libro ma quel marchio non è riportato, nel dubbio sia spagnola bisognerebbe guardare cone marcavano nella zona di Eibar e Guernica.
    Per il percussore non vedo problemi, basta comprarne uno per quella attuale ed adattarlo, quasi sicuramente quello della 10/22 va bene con minimi aggiustaggi. La molla del percussore e quella principale li si può reperire dalla stessa fonte. Attenzione a specificare che l'arma è in 9 prima che ti diano una molla per la 7,65 perchè allora sai che risate.
    Il problema potrebbe sorgere se fosse spagnola. Anni fa ho restaurato una PPK senza marchi di un amico (aveva solo le matricole) ed il problema era che "sembrava" una PPK ma neanche un pezzo della tedesca andava bene. Ho dovuto adattare tutto per avere un minimo di funzionamento accettabile. Alla fine era funzionante ma quando mi ha detto "dai che la proviamo al poligono" ho declinato cortesemente l'offerta.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  10. #20
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Riconoscimento semiautomatica

    Se sabato mattina non lavoro mi prenderò cinque minuti per smontare e fotografare la 7.65 del poligono...
    Certo che mettersi a riadattare il percussore di una Beretta... erano proprio disperati! Chi ha un minimo di attrezzatura lo rifarebbe da zero, tempra compresa!

    Andrea, avrei declinato anche io se fosse capitato a me!
    Farmi aprire il "terzo occhio" da un carrello vagante non è nei miei progetti futuri...
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato