Pagina 3 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 73

Discussione: ritratto eroico

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    300

    Re: ritratto eroico

    e' vero che i nostri bersaglieri sono stati bersaglio di fuoco amico alleato.
    ed il generale dapino lo fece presente al generale americano walker (walker non aveva buona stima di dapino e dei bersaglieri)che non immediatamente fece smettere di bombardare a casaccio le linee secondo lui nemiche
    chi combatte può anche perdere - chi non combatte ha già perso

  2. #22
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: ritratto eroico

    Le cinque paginone che stiamo aspettando?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  3. #23
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Re: ritratto eroico

    Citazione Originariamente Scritto da MP cougars
    e' vero che i nostri bersaglieri sono stati bersaglio di fuoco amico alleato.
    ed il generale dapino lo fece presente al generale americano walker (walker non aveva buona stima di dapino e dei bersaglieri)che non immediatamente fece smettere di bombardare a casaccio le linee secondo lui nemiche
    Di bastardi simili i soldati italiani ne hanno incontrati molti.Il fatto che fosse un alleato, ti da' la dimensione di come conducevano le loro truppe contro i tedeschi, che certamente nella zona di Cassino, fecero loro vedere i sorci blu. PaoloM

  4. #24
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022

    Re: ritratto eroico

    Citazione Originariamente Scritto da Blaster Twins
    Le cinque paginone che stiamo aspettando?
    non aver fretta
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  5. #25
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: ritratto eroico

    No,ma io non ho fretta,ci mancherebbe.Solo che quando come ha fatto MP cougars si afferma di avere pronte cinque pagine di materiale sull'argomento viene spontaneo chiedersi perchè non vengono postate ed è giusto esortare MP cougars a postarle ed a condividere con noi questa pagina della Storia del nostro Paese e dei nostri Soldati.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    300

    Re: ritratto eroico

    hai ragione..me ne scuso
    purtroppo il lavoro che faccio e' imprevedibile alcune volte mi connetto dall'ufficio ed alune volte dal bunker sul tardi..ogni promessa e' debito
    sabato mi metto al lavoro e mettero' il tutto x scritto della storia di montelungo.....e nel frattempo cerchero' di reinviare i documenti su bisari la strage oltre il 600/800 non li imposta il sito .
    dopodomani sono di riposo di mattina e scrivero' il tutto............notte
    chi combatte può anche perdere - chi non combatte ha già perso

  7. #27
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: ritratto eroico

    Ok,ci contiamo!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    300

    Re: ritratto eroico

    LA BATTAGLIA DI MONTE LUNGO
    nel corso della campagna d'italia,le forze tedesche nella penisola intersero far fronte a non cedere un palmo al nemico alleato.
    sfruttando tutto il territorio in modo geniale e diabolico della sua struttura naturale
    nell'autunno del 1943 le truppe germaniche si schierarono lungo le due linee difensive
    denominate linea d'inverno e la seconda la mitica linea gustavunco passaggio x cassino e poi roma.
    linee molto ben presidiate e difese da molteplici fortini.
    fu'la prima vera battaglia ove gli italiani si scontrarono con il suo ex alleato.
    sapevano di non poter competere contro le armi tedesche superiori in tutto.
    sapevano di andare incontro ad una morte c'erta.
    sapevano, ma hanno voluto lo stesso affrontare con slancio e coraggio la morte.
    fu' una battaglia di rancori, odio ,pregiudizi,rivalita' e vanita' verso il milite italiano.
    l'italiano che combatteva con il suo alleato tedesco contro gli americani ,,, ora combatte con gli americani contro il suo alleato tedesco.
    cosi' fu'visto dagli americani e dai tedeschi ,un soldato non affidabile pronto a voltar le spalle al primo campanello di allarme.
    x quello che fu' impiegato in missioni di secondaria importanza (come loro pensavano)
    ma la battaglia di monte lungo cambio le sorti dell'iatliano d'innanzi agli alleati scetttici del valore militare italiano.
    (SONO STATO RICHIAMATO AL LAVORO - DOMANI POSTERO' ANCORA)
    chi combatte può anche perdere - chi non combatte ha già perso

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    300

    Re: ritratto eroico

    LA BATTAGLIA DI MONTE LUNGO 2a PARTE
    autunno 1943 le truppe germaniche si schierano lungo le due linee difensive,,la prima con scopo ritardatore era denominata --- linea invernale --- la seconda molto piu' formidabile, era la mitica --- linea gustav -- che faceva perno sulla stretta di cassino, passaggio obbligato obbligato x roma
    la linea d'inverno chiamata dai tedeschi linea bernhardt o reinhard attraversaa una serie di montagne partendo dal lato sud di monte camino,,monte maggiore (lato nord) e monte sammucro.
    quest'ultimo con la sua mole di mt1.205 dominava l'abitato di s.pietro che si affacciava sulla strada statale 6,,lungo la quale la 5a armata ua si dirigeva verso cassino.
    la strada statale 6 o via casilina da capua (l'antica casilinun) giunta all'altezza di mignano si addentraa tra le quattro montagne prima citate, attraverso una strettoia nota come valico di mignano o mignano gap (per gli alleati) in questa stretta ,la strada statale 6 e la ferrovia adiacente si dividevano per aggirare la minaciosa montagna sovrastante..monte sammucro.
    questo massiccio montuoso avrebbe visto il battesimo del fuoco""ufficiale""delle truppe italiane al fianco degli alleati in un durissimo combattimento dal profondo significato storico,,simbolico per i militari italiani.
    le truppe alleate giunte il 15 novembre 1943 alle soglie della valle fiume liri, si erano aperte la strada attraverso la zona di mignano, impossessandosi di monte maggiore a sinistra della strada statale 6 e di monte rotondo sulla destra.
    il passo successivo era la conquista di monte lungo (sulla sinistra oltre monte maggiore) e del villaggio di s.pietro (sulla destra oltre monte rotondo)
    questi due obiettivi dovevano caderese si fosse voluto proseguire per cassino.
    in particolare s.pietro cittadella in pietra arroccata su terrazze alle pendici ovest di monte sammucro,,era la chiave per la valle del liri.
    il generale mark w.clark comandante della 5a armata usa alla fine di ottobre 1943 si era interessato a s.pietro e montesammucro.
    nella prima quindicina di novembre li considero' obiettivi vitali.
    clark non intendeva lanciare un attacco frontale lungo la strada statale 6, ma riteneva migliore una manovra avvolgente da est verso ovest, che partisse da ceppagna.
    un sucesso avrebbe tagliato fuori monte lungo e messo s.vittore del lazio alla portata delle truppe usa e liberato la strada diretta per cassino
    clark aveva ordinato al II corpo usa..gen.geoffrey keies.. di conquistare monte sammucro per mezzo della 36a infantry division texas...gen fred.l.walker..i cui uomini erano noti come T.PATCHERS per via del simbolo T .. texas.. sullo stemma divisionale.
    FINE SECONDA PARTE A DOMANI
    chi combatte può anche perdere - chi non combatte ha già perso

  10. #30
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: ritratto eroico

    Molto bene MP cougars.
    Ti leggo con interesse.
    luciano

Pagina 3 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •