Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 26

Discussione: ritrovamenti in cantina

  1. #11
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Alla faccia della cantina.. bunker vorrai dire.. pezzi molto interessanti..
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Graie Grazie sono sempre ben accetti i complimenti da parte diun GURU come te

    Casomai ora sono io che devo ringraziare te,ma non esageriamo....sono solo uno che ha tanto tempo libero per passare sul forum.....e sono un neofita[]

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Terni
    Messaggi
    37
    Citazione Originariamente Scritto da Viper 4

    Alla faccia della cantina.. bunker vorrai dire.. pezzi molto interessanti..
    Ho ricostuito un pò di storia del paese e sembra che l'attività* partigiana in quel posto era molto attiva ..,quindi penserei che si trattasse di armamento preda di qualche rappresaglia...Inoltre c'è anche una storia molto triste(come tutte quelle del periodo bellico ) ancora oggi narrata

  4. #14
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Gianni se puoi raccontare la Storia di cui fai cenno.. la leggerò volentieri da parte mia.. ciao viper 4
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  5. #15
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Un bel contenitore.
    Io lo pulirei semplicemente con del petrolio dandolo con un pennello senza sporcare la targhetta.
    Poi asciugandolo con uno straccetto.
    Il petrolio non altera le scritte sul tubo ne toglie la vernice.
    [ciao2]
    luciano

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Terni
    Messaggi
    37
    Grazie per il consiglio sul petrolio....(sai dirmi anche dove me lo posso procurare?)
    invece riguardo alla storia....ecco il fatto:
    Provncia di Terni ai confini delle regoni Umbro Laziale
    , una giovane rifugiata istriana di 17 anni nel Dicembre del 1943 raggiunge il paesino di Configni(Rieti) e viene presa in casa da una coppia di sfollati Ternani(i coniugi Peppucci) che la trattano come una figlia.Ma la giovane vorrebbe tornare a Capodistria, sua città* natale, ed ogni volta che vede una colonna tedesca(in ripiegata) le và* incontro chiedendo , in Tedesco, un passaggio invno però.
    Il suo comportamento viene notato dai partigiani Comunisti della brigata Giovanni Manni, che operano nelle montagne di Stroncone(Terni) i quali in un primo momento redarguiscono la giovane a cambiare il suo atteggiamento verso i nazisti;Per un pò sembra che tutto torni alla normalità* addirittura tra la fine di Marzo a gli inizi di Aprile del 44 le bande partigiane si erano sciolte sena combattere dopo una serie di rallestramenti.
    Poi alla metà* di aprile dello stesso anno le direttive del PCI diedero ordine, ai pochi partigiani rimasti in armi, di "eliminare" tutte le spie della zona colpevoli di aver aiutato nei rastrellamenti delle varie bande sparse nelle montagne della zona.
    L'ira accecante del fatto portò a far passare per le armi molti civili (anche innocenti) da prte della "Manni" ma ancora nn bastava.
    Era in 23 aprile del 1944 a a Lugnola(Rieti) si celebrava la festa della Madonna di Loreto quando in casa Peppuci si presentarono due ribelli armati ,vestiti con abiti militari e una stella rosssa a cinque punte sul berretto prelevando con orza la giovane istriana colpevole, secondo loro di essere una spia Tedesca solo perchè parlava quella lingua;A nulla valse l'opposizione del signor Peppucci ed i tre si allontanarono in direzione della montagna di Finocchieto di Stroncone (Terni)facendo perdere le loro tracce.
    Denunciato il fatto venne inviate nella Zona una camicia nera del presidio della GNR di Confignila quale cominciò le indagini.
    Pochi giorni dopo la sua indagine venne consegnata al Maresciallo dei Carabinieri di Cottanello(Rieti) e mentre stava per tornare al suo comando veniva prelevato da quatro partigiani della "Manni", i quali lo portarono al cimitero di Vasciano di Stroncone con l'intenzione di fucilarlo. Nel tragitto incrociarono un vecchio pastore che cercava di prendere le difese della giovane camicia nera e veniva freddato da un colpo d pistola.Giunti al cimitero il "Fascista" veniva fucilato, come succedeva di solito in quel periodo, di spalle.
    Si seppe poi che la ragazza istriana fu condotta in una carbonai a uccisa barbaramente prima mutilandola con una bomba a mano "balilla" e poi facendola bruciare viva.in seguito i suoi resti fatti mangiare dai maiali selvatici della zona.
    I partigiani a fine guerra subirono un processo e in prima istanza condannati ma nel 1950 furono dinuovo liberi grazie alla amnistia "togliatti" perchè riconosciuti come esecutori di un fatto necessario per la lotta contro i edeschi!
    La giovane istriana si cchiamava Iolanda Dobrilla ed aeva 17 anni

  7. #17
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266
    Citazione Originariamente Scritto da Gianni

    Grazie per il consiglio sul petrolio....(sai dirmi anche dove me lo posso procurare?)
    invece riguardo alla storia....ecco il fatto:
    Provncia di Terni ai confini delle regoni Umbro Laziale
    , una giovane rifugiata istriana di 17 anni nel Dicembre del 1943 raggiunge il paesino di Configni(Rieti) e viene presa in casa da una coppia di sfollati Ternani(i coniugi Peppucci) che la trattano come una figlia.Ma la giovane vorrebbe tornare a Capodistria, sua città* natale, ed ogni volta che vede una colonna tedesca(in ripiegata) le và* incontro chiedendo , in Tedesco, un passaggio invno però.
    Il suo comportamento viene notato dai partigiani Comunisti della brigata Giovanni Manni, che operano nelle montagne di Stroncone(Terni) i quali in un primo momento redarguiscono la giovane a cambiare il suo atteggiamento verso i nazisti;Per un pò sembra che tutto torni alla normalità* addirittura tra la fine di Marzo a gli inizi di Aprile del 44 le bande partigiane si erano sciolte sena combattere dopo una serie di rallestramenti.
    Poi alla metà* di aprile dello stesso anno le direttive del PCI diedero ordine, ai pochi partigiani rimasti in armi, di "eliminare" tutte le spie della zona colpevoli di aver aiutato nei rastrellamenti delle varie bande sparse nelle montagne della zona.
    L'ira accecante del fatto portò a far passare per le armi molti civili (anche innocenti) da prte della "Manni" ma ancora nn bastava.
    Era in 23 aprile del 1944 a a Lugnola(Rieti) si celebrava la festa della Madonna di Loreto quando in casa Peppuci si presentarono due ribelli armati ,vestiti con abiti militari e una stella rosssa a cinque punte sul berretto prelevando con orza la giovane istriana colpevole, secondo loro di essere una spia Tedesca solo perchè parlava quella lingua;A nulla valse l'opposizione del signor Peppucci ed i tre si allontanarono in direzione della montagna di Finocchieto di Stroncone (Terni)facendo perdere le loro tracce.
    Denunciato il fatto venne inviate nella Zona una camicia nera del presidio della GNR di Confignila quale cominciò le indagini.
    Pochi giorni dopo la sua indagine venne consegnata al Maresciallo dei Carabinieri di Cottanello(Rieti) e mentre stava per tornare al suo comando veniva prelevato da quatro partigiani della "Manni", i quali lo portarono al cimitero di Vasciano di Stroncone con l'intenzione di fucilarlo. Nel tragitto incrociarono un vecchio pastore che cercava di prendere le difese della giovane camicia nera e veniva freddato da un colpo d pistola.Giunti al cimitero il "Fascista" veniva fucilato, come succedeva di solito in quel periodo, di spalle.
    Si seppe poi che la ragazza istriana fu condotta in una carbonai a uccisa barbaramente prima mutilandola con una bomba a mano "balilla" e poi facendola bruciare viva.in seguito i suoi resti fatti mangiare dai maiali selvatici della zona.
    I partigiani a fine guerra subirono un processo e in prima istanza condannati ma nel 1950 furono dinuovo liberi grazie alla amnistia "togliatti" perchè riconosciuti come esecutori di un fatto necessario per la lotta contro i edeschi!
    La giovane istriana si cchiamava Iolanda Dobrilla ed aeva 17 anni
    Purtroppo posso solo dire - nulla di nuovo sotto il sole.
    L'errore è stato processarli per i due fatti che stiracchiando la legge potevano rientrare nella togliatti e non accusarli di omicidio volontario nei confronti del pastore.
    Ciao
    Andrea
    Il petrolio lo trovi in ferramenta oppure puoi usare detergenti per armi, ma solo quelli che riportano la scritta MIL che sono fatti per pulire senza danneggiare. Comincia comunque sempre in un punto poco visibile.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  8. #18
    Collaboratore L'avatar di EnzoLuca
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Agrate Brianza MB
    Messaggi
    2,886
    Io il petrolio lo trovo anche nei grossi centri del fai da te. (castorama,brico,leroy merlin ecc.)
    Di solito viene venduto negli stessi barattoli del diluente e acquaragia.
    Costa poco.

    Ciao
    Ciao. Enzo
    "Non abbiate paura"

  9. #19
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Gianni ho letto con interesse la storia che hai postato.. molto triste e crudele.. qui mi fermo per non aggiungere altro.. grazie mille viper 4
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Terni
    Messaggi
    37
    tutte le storie della guerra sono tristi la cosa più straziante è il sapere che la sua famiglia nn ha saputo nulla fino agli anni 90 quando due ricercatori dela RSI si sono adoperati per far avere notizie della figlia ai parenti ..poi a me piace spulciare e far tornare a galla storie che non dovrebbero mai cadere nel dimenticatoio

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato