Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 18 di 18

Discussione: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    659

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    Tutto stupendo anche il cerbiatto, caro...
    Occhio alla bomba!

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    876

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    Occhio alle zecche perchè in gotica come nel carso ce ne sono un botto,se tolte dopo le 24-48 ore dalla puntura possono provocare la trasmissione di virus e malattie tipo la sindrome di lime!personalmente consiglio di stare attenti anche a non usare maniche corte in quanto le bestiole stanno specialmente in terra e nel sottobosco quindi scavando è facile beccarle....in più consiglio una volta a casa dopo ogni escursione un'accurato controllo dell'epidermide specie nelle parti intime.Non voglio allarmare nessuno ma personalmente mi fanno schifo e mi sembrava doverosa una spiegazione.Ciao Lukino

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    90

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    Concordo con quantodetto sopra, aggiungo che la bomba presenta ancora lo spillo di sicurezza, indicherebbe che è stata abbandonata li e non sparata.

    Saluti Stefano

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    Citazione Originariamente Scritto da lukino
    Occhio alle zecche perchè in gotica come nel carso ce ne sono un botto,se tolte dopo le 24-48 ore dalla puntura possono provocare la trasmissione di virus e malattie tipo la sindrome di lime!personalmente consiglio di stare attenti anche a non usare maniche corte in quanto le bestiole stanno specialmente in terra e nel sottobosco quindi scavando è facile beccarle....in più consiglio una volta a casa dopo ogni escursione un'accurato controllo dell'epidermide specie nelle parti intime.Non voglio allarmare nessuno ma personalmente mi fanno schifo e mi sembrava doverosa una spiegazione.Ciao Lukino
    Sono d'accordo, con le zecche non si scherza. Se vengono individuate dopo 24 ore dalla puntura è necessario recarsi subito in ospedale per rimuoverle. Io questa estate ne ho presa una che mi si era attaccata in un polpaccio. Me ne sono accorto appena arrivato a casa e gli ho spruzzato sopra lo spray per i cani, dopo 30 secondi era morta stecchita e si era staccata da sola.

  5. #15
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    Bei ritrovamenti in particolare quello vivo. A che distanza gli siete arrivati?
    Ciao
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  6. #16
    Utente registrato L'avatar di Gabri
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    MILANO
    Messaggi
    78

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    Complimenti grande
    Gabri

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    lucca
    Messaggi
    189

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    gli siamo arrivati a circa tre metri dal cerbiatto ma non bisogna toccarli altrimenti la madre li abbandona cmq è uno spettacolo vedere una creatura del genere da cosi vicino

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Toscana ( Gotenstellung ) Mugello
    Messaggi
    4,175

    Re: ritrovamenti dalla gotica scorsa settimana

    Le probabilità* della trasmissione di agenti patogeni per mezzo della puntura di zecche dipendono strettamente dalla durata della permanenza di queste sull'ospite e sono, in generale, basse se la zecca rimane attaccata per meno di 24-48 ore. Ecco perchè è importante rimuovere la zecca il più presto possibile. Ecco come fare:

    Afferrare saldamente la zecca con una pinzetta il più possibile aderente alla cute, con una delicata rotazione in senso antiorario e tirarla leggermente, ma senza strappi, per evitarne la rottura.
    Proteggere le mani con guanti o un fazzoletto durante l'operazione, per evitare la possibilità* di infezione attraverso piccole lesioni della pelle o autoinoculazione per via congiuntivale o orale.
    Se il rostro della zecca rimane all'interno della pelle, estrarlo con l'aiuto di un ago sterile. Eventuali residui del corpo della zecca rimasti nella pelle di solito non comportano conseguenze.
    Applicare disinfettanti e antibiotici sulla parte soltanto dopo l'estrazione della zecca, evitando quelli che colorano la pelle (tintura di iodio, mercurocromo) perchè potrebbero mascherare segni di infezione.
    Non applicare calore o sostanze quali acetone, ammoniaca, cloruro di etile, alcol etilico, etere, cloroformio o vasellina sulla zecca prima della rimozione. Tali procedure sono sconsigliate, in quanto inducono nella zecca un riflesso di rigurgito, con forte aumento del rischio di trasmissione di agenti patogeni.
    La zecca tolta va messa in un contenitore chiuso con alcool, petrolio o altra sostanza per essere uccisa. Non va assolutamente schiacciata perchè si spagerebbero le sue uova ovunque.
    Alla rimozione della zecca dovrebbe seguire un periodo di osservazione della durata di 30-40 giorni per individuare la comparsa di eventuali segni e sintomi di infezione nella sede del morso quello che viene chiamato Eritema Migrante. Se si nota questo arrossamento che si allarga pian piano o altri sintomi, bisogna andare subito dal medico.
    La somministrazione di antibiotici per uso sistemico nel periodo di osservazione è sconsigliata, perché può mascherare eventuali segni di malattia e rendere più complicata la diagnosi.
    Nel caso in cui, per altre ragioni, fosse necessario iniziare un trattamento antibiotico, è opportuno impiegare farmaci di cui sia stata dimostrata l`efficacia sia nel trattamento delle rickettsiosi che delle borreliosi.

    Esiste anche una apposita pinzetta, che evita di premere l'addome della zecca come avviene invece con le tradizionali pinzette. Questo permette di ridurre la possibilità* che defluisca nel soggetto morso una eventuale infezione. Si chiama O'TOM® e si può trovare in farmacia o in negozio per animali.

    Occhio con la granata Americana, ho paura che sia ancora efficente.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato