Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: ritrovamento di lama sconosciuta

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di dagger1
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Pavia, Italy
    Messaggi
    145

    Smile ritrovamento di lama sconosciuta

    Salve, da tempo possiedo questa povera lama,
    colore brunito, circa 30 cm, senza impugnatura e con un fodero un pò strano (si tratta di due guancette di legno con un rivestimento metallico).
    La lama presenta una serie di decorazioni e di sigle; forse austriache (io leggo FW KB); secondo un mio amico più esperto potrebbe trattarsi di una "spada ridotta" ijn quanto alcuni margini delle decorazioni appaiono asportati dal filo della lama.
    Mi piacerebbe avere qualche vostro parere al riguardo e allego le foto...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Itaca
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    178
    Il tuo amico ha certamente ragione, si tratta molto probabilmente di una Sciabola ridotta che è stata utilizzata per scopi militari - pugnale - o per utilizzi civili come coltello o pugnale da caccia,
    il filo della lama intatto farebbe propendere più per un pugnaletto, ma potrebbe anche essere semplicemente un coltello poco utilizzato.
    Difficile dire cosa fosse in realtà anche perchè manca la guardia, le incisioni a bulino o acido sono sicuramente artigianali probabilmente fate fare
    da un signorotto locale o da un nobile sulla sua sciabola, le stesse dovrebbero identificare a chi sarebbe appartenuta ma ci vorrebbero nozioni
    di araldica e/o delle famiglie nobiliari di mezza europa.

    Saluti
    Icaro
    L'avatar è stato gentilmente concesso
    dal sito regioesercito.it
    www.regioesercito.it/

    Nessuno dei mali che la guerra vuole combattere è grande come la guerra stessa.

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di dagger1
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Pavia, Italy
    Messaggi
    145
    Grazie mille, non sapevo neppure esistessero le sciabole "ridotte", nell'era del consumismo è impensabile un riutilizzo degli oggetti ma evidentemente all'epoca si teneva in conto tutto ciò che poteva ancora servire.
    Grazie e saluti.

  4. #4
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Citazione Originariamente Scritto da dagger1 Visualizza Messaggio
    Grazie mille, non sapevo neppure esistessero le sciabole "ridotte", nell'era del consumismo è impensabile un riutilizzo degli oggetti ma evidentemente all'epoca si teneva in conto tutto ciò che poteva ancora servire.
    Grazie e saluti.
    Confermo tutto quanto ti è gia stato detto. Non è per nulla difficile trovare pugnali e coltelli ricavati da spezzoni di lame di altre armi. Potevano essere armi sottratte al nemico, trovate sul campo di battaglia o provenienti dal mercato civile. Alcuni buoni pugnali erano costruiti trasformando in lame delle lime. Teniamo sempre presente, che nei primi mesi (abbondanti) della prima guerra mondiale, il pugnale ed il coltello da combattimento non erano presenti nella dotazione del soldato, ma capita subito l'utilità che avrebbero avuto nelle anguste trincee o nei colpi di mano notturni, tutti corsero ad approvvigionarsi di tali armi, attingendo al mercato civile o adattandosi come meglio potevano. Molti militari partivano gia da casa con armi bianche tradizionali ( famoso l'esempio dei fanti sardi della Sassari), da caccia o di famiglia. Il primo pugnale normato italiano è il modello per assaltatori arditi del 1917. Prima di tale periodo fu un fiorire di modelli personali, baionette modificate, coltellacci civili, armi improprie, coltelli da caccia, sciabole ridotte eccetera,eccetera.....
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato