Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 50

Discussione: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    1,446

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Citazione Originariamente Scritto da inge
    Qui in particolare però ci si riferisce a proiettili d'artiglieria che si possono trovare su ghiacciai.... Non penso che un ragazzino di 14 anni da solo o, peggio, con amici più piccoli vada a giocare in certi posti a 3000 e più metri.
    Quelle granate sicuramente non vanno stuzzicate e prese a sassate per gioco però è da dire che sono abbastanza "in letargo" e sicure.
    Come già* detto basti pensare che sul Presena delle granate italiane da 210mm CARICHE vengono sfregate e urtate ogni inverno dagli sciatori (sono ben evidenti i graffi sul corpo dei proietti).

    Sono convinto che se fossero successi casi di esplosioni casuali o per semplice sfioramento di quei colpi ora li avrebbero già* tirati su a qualsiasi costo!

    Si potrebbe mettere qualche avvertimento magari sui sentieri principali o in corrispondenza dei rifugi ma stare a segnalare ogni granata penso sia un provvedimento lungo e inutile.... Se qualcuno ha fatto un giro in Adamello (che forse è quello più granata-popolato) capisce bene a che lavorata enorme mi riferisco (e sicuramente ne sfuggirebbe qualcuna).
    Quei segni sulle granate nn sono le lamine degli sci, ma il naturale sfregamento delle pietre mosse dal ghiaccio! Una granata nn è mai sicura fintantochè nn viane fatta brillare o viene disattivata da chi di competenza. Chi ci mette mano x rimpolpare la propria collezione e le disinnesca in loco o a casa lo fa a proprio rischio, senza tener conto che potrebbe coinvolgere anche altre persone del tutto innocenti!!!!!!!
    Inoltre cosa intendi x sicure e in letargo? Qualche anno fa sullev13 cime due turisti hanno aperto una cassa di gelatina, esplosivo detonante molto instabile e sensibile al calore. Figurati farlo passare da -\+0 a +20!!!!! buuuum! Ed il mostro in letargo ha fatto due vittime!!!!
    Come ha detto franzmaximillian, basterebbe cordonarle.....ma come senpre chi è strapagato x star seduto in una poltrona nn si assume mai le proprie responsabilitä!!!!!!!!
    what doesn´t kill you, makes you stronger.

    viking280177@yahoo.de

    visitate il mio museo alla pagina FB: http://www.facebook.com/#!/groups/548572035176664/

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Ragazzi, non scherziamo con queste cose!!! Voi non avete mai visto un corpo maciullato da una granata inesplosa. Io si e piu' volte.Assolutamente non toccare nulla di questo genere!
    Avvisare sempre le Autorita' competenti. Se non faranno nulla, sara' responsabilita' loro, ma
    almeno la vostra parte l'avete fatta!!! Quando facevo le elementari, periodicamente portavano a scuola delle cassette piene di ordigni (ovviamente scarichi) e ci facevano vedere cio' che non dovevamo assolutamente toccare:

    viewtopic.php?f=66&t=12644&hilit=dimostrative&star t=25
    Bombe in mano a ragazzini?Neanche pensarle certe cose perché qualche demente
    puo' pensare che sia tutto normale.
    PaoloM

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    942

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Sono assolutamente d'accordo sul fatto che non vadano toccate. Sta di fatto che certe granate da sole non scoppiano e se il rischio fosse così alto le avrebbero già* portate giù anche se l'operazione fosse stata la più costosa del mondo.
    Le casse con i tubi di gelatina sono ben altra cosa....
    Così come è altra cosa portare giù granate cariche e aprirle in casa!

    In fin dei conti sta a noi stare attenti soprattutto se si va su con bambini o ragazzini, lassù come già* detto è difficoltoso e costoso fare bonifiche e penso che verrebbero organizzate solo se il pericolo fosse appunto imminente. Così come è difficoltoso segnalalrle con bandierine e quant'altro visto che ci sono aree dove ogni 3 metri ce n'è una... Come ho pensato si farebbe prima a mettere cartelli di avviso nei rifugi e nei sentieri di accesso.

    Non voglio essere frainteso... Non voglio sminuire la pericolosità* di ordigni del genere, ma non voglio neanche farmi prendere dal panico creando terrorismi inutili, il 210 del Presena se ne sta lassù e io ci giro intorno, se proprio sono sfortunato e ci inciampo sopra quello non comunque non reagisce...
    Sono convinto che ad esempio in Adamello (posto frequentatissimo da escursionisti e popolatissimo di granate) qualche piccolo proietto tipo un 75mm sia stato accidentalmente urtato o pestato coi ramponi in questi 90 anni... Magari appena coperto da qualche centimetro di neve.

    Più che altro ora ascolterei volentieri il parere di chi è più esperto, ossia un artificiere del forum.
    Inge

  4. #24
    Banned
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Veneto
    Messaggi
    686

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Non si confonda la casualita', con l'ordinario.

    Qualunque pezzo, rimasto, per secoli, sotto ghiaccio, e' instabile.

    Modici sbalzi di temperature, movimenti bruschi, possono ravvivare, l'originale miscela.

    Questo l'ho imparato da un amico che, e' presente nel sito ed ha molto da insegnare a tutti noi, che vediamo i Morti e la Guerra, solo al Cinema.

    Come riferito da Marpo, la vita reale e' diversa e, spero, non avere, giammai,
    occasione di vedere cio' che ha riferito.

    Intollerabile,nonostante la riduzione di mezzi, il lasciare certi pezzi, alla merce' di qualsivoglia persona.

    Intollerabile il silenzio dei Rifugisti,

    Visto che l'autore del Threat e' dei luoghi, intervenga in prima persona....


    Se non lo fa' e se non lo faranno altri...

    Il primo che si rompera' un'unghia, sara' legittimato a chiedere il risarcimento danni e, questo threat, e' prova versus....

    Non lo dico per me...

    ma avverto....

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    1,063

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Citazione Originariamente Scritto da inge
    Più che altro ora ascolterei volentieri il parere di chi è più esperto, ossia un artificiere del forum.

    Eh? Cosa?

    Scusate, mi ero appisolato, sarà* il caldo.

    Si diceva? Ah si, se questi oggetti, così lasciati sul terreno sono pericolosi o meno?

    E se lo sono se uno semplicemente li accarezza?

    Quello che so e che mi sentirei di scrivere e quello che DEVO scrivere sono due cose leggermente diverse. Chi ha orecchie per intendere intenda.

    Un ordigno del tipo fotografato all'inizio di questo topic (granata lanciata, sicurezze di maneggio e trasporto e di prima traiettoria della spoletta "assenti") da sola di sicuro non esplode! L'avrebbe già* fatto. Non credete?

    Il problema forse non sussiste nemmeno nel caso che qualcuno "inavvertitamente" ci inciampi sopra.

    Le adatte cause esterne che favorirebbero il brillamento sono di sicuro: il fuoco, un tentativo maldestro di disattivazione (despolettamento) e un volontario brillamento dell'ordigno (leggi operazione di bonifica).

    Quindi, a meno che uno non si metta lì con mazzetta e scalpello con il chiaro intento di farsi male, da sole non fanno nulla.
    Quello che è scandaloso è che anno dopo anno, nonostante questi ordigni siano più e più volte segnalati alle autorità* competenti (Prefetture), queste non riescano a stanziare dei fondi per risolvere almeno in parte questi problemi.


    Ciao
    ermanno

  6. #26
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Citazione Originariamente Scritto da TELLER67
    ...Quello che è scandaloso è che anno dopo anno, nonostante questi ordigni siano più e più volte segnalati alle autorità* competenti (Prefetture), queste non riescano a stanziare dei fondi per risolvere almeno in parte questi problemi...
    Ti do ragione su tutto caro Teller.Poi tu sei uno dei pochi che sa come funzionino queste cose.Il problema pero' e' proprio quello che hai fatto rilevare. Fino a che non ci scappa il
    morto, che ha agito o per imperizia o per faciloneria o per sbadataggine. Si, il costo per le
    bonifiche immagino sia enorme, ma gia' segnalare queste cose alle Autorita', potrebbe
    salvare qualcuno.Tutto qui.
    Una fatto di cronaca, mi pare di tre o quattro anni fa' accaduto nel mantovano, mi fa'
    pensare che gli ordigni forse hanno dei meccanismi incontrollati: all'improvviso, nel giardino di una villetta è successo il finimondo. Un botto terribile, piante sradicate e staccionate finite a 500mt di distanza!Nessun morto o ferito per fortuna!Che e' successo ?La zona, nel 1943/44 era stata oggetto di un pesante bombardamento notturno alleato (dovevano essere inglesi). Ebbene un ordigno, presumibilmente una grossa bomba era rimasta sepolta
    in quello che sarebbe poi diventato negli anni '80 il giardino di una villetta residenziale.
    L'ordigno, silente per una sessantina d'anni, senza che nessuno sospettasse della sua esistenza nel posto e senza che nessuno ovviamente lo avesse toccato (perché si calcola che fosse a non meno di 4mt di profondita' nel terreno argilloso), e' esploso inaspettatamente.La cronaca ne dette ampio risalto e mi pare vi fu anche un servizio televisivo. A questo punto, come ci si puo' fidare degli ordigni, anche della Grande Guerra?
    Lo dico naturalmente da profano e non mi passerebbe neanche per l'anticamera del cervello di andare a stuzzicare un proietto inesploso. PaoloM

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    1,446

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Ho fatto addestramento molti inverni e primavere al passo del tonale. Prima o poi il morto ci scapperä e toccatevi pure i maroni!
    Soprattutto i gatti delle nevi che battono le piste e potrebbero urtare con la violenza necessaria quei giganti!
    what doesn´t kill you, makes you stronger.

    viking280177@yahoo.de

    visitate il mio museo alla pagina FB: http://www.facebook.com/#!/groups/548572035176664/

  8. #28
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Speriamo proprio di no! Facciamo gli scongiuri! PaoloM

  9. #29
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Di solito quelle che scoppiano da sole sotto terra sono quelle ad innesco ritardato di tipo chimico.

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    1,063

    Re: Ritrovamento sul Ghiacciaio dei Forni

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Citazione Originariamente Scritto da TELLER67
    ...Quello che è scandaloso è che anno dopo anno, nonostante questi ordigni siano più e più volte segnalati alle autorità* competenti (Prefetture), queste non riescano a stanziare dei fondi per risolvere almeno in parte questi problemi...
    Ti do ragione su tutto caro Teller.Poi tu sei uno dei pochi che sa come funzionino queste cose.Il problema pero' e' proprio quello che hai fatto rilevare. Fino a che non ci scappa il
    morto, che ha agito o per imperizia o per faciloneria o per sbadataggine. Si, il costo per le
    bonifiche immagino sia enorme, ma gia' segnalare queste cose alle Autorita', potrebbe
    salvare qualcuno.Tutto qui.
    Una fatto di cronaca, mi pare di tre o quattro anni fa' accaduto nel mantovano, mi fa'
    pensare che gli ordigni forse hanno dei meccanismi incontrollati: all'improvviso, nel giardino di una villetta è successo il finimondo. Un botto terribile, piante sradicate e staccionate finite a 500mt di distanza!Nessun morto o ferito per fortuna!Che e' successo ?La zona, nel 1943/44 era stata oggetto di un pesante bombardamento notturno alleato (dovevano essere inglesi). Ebbene un ordigno, presumibilmente una grossa bomba era rimasta sepolta
    in quello che sarebbe poi diventato negli anni '80 il giardino di una villetta residenziale.
    L'ordigno, silente per una sessantina d'anni, senza che nessuno sospettasse della sua esistenza nel posto e senza che nessuno ovviamente lo avesse toiccato (perché si calcola che fosse a non meno di 4mt di profondita' nel terreno argilloso), e' esploso inaspettatamente.La cronaca ne dette ampio risalto e mi pare vi fu anche un servizio televisivo. A questo punto, come ci si puo' fidare degli ordigni, anche della Grande Guerra?
    Lo dico naturalmente da profano e non mi passerebbe neanche per l'anticamera del cervello di andare a stuzzicare un proietto inesploso. PaoloM
    Conosco questa vicenda abbastanza bene perchè è stato il mio ufficio ad interessare il Comune, dove è poi successo l'incidente, per fare la ricerca di quell'ordigno.
    Era una bomba d'aereo piuttosto grossa e munita di una spoletta a funzionamento differito (lungo ritardo).
    Si tratta di una cosa completamente diversa. Le spolette di quei colpi in alta montagna sono tutte meccaniche, e solo simulando l'insulto che avrebbero ricevuto impattando sulla roccia, forse esploderebbero.
    Questo tecnicamente....
    E' chiaro che non è ammissibile lasciare a portata di mano tutto questo materiale e rischiare che qualcuno, prima o poi, possa arrivare a pensare di farsi il souvenir...
    E' una grande responsabilità* per chi ha ricevuto le segnalazioni, dover poi spiegare perchè non si è fatto questo o quello....!

    Ciao
    ermanno

Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato