Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21

Discussione: Roger Waters ritrova il padre: eroe dello "Sbarco di Anzio"

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275
    Interessante... la guerra è più vicina di quanto si pensi nella memoria delle persone.

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,374
    Citazione Originariamente Scritto da lutetia11
    ... anche nella prima parte di "Another Brick in the Wall" ...
    Non scordiamoci "The Fletcher memorial home" da "The final cut", con l'immagine (ideale) di suo padre nella quarta di copertina.

    Plinio

  3. #13
    Utente registrato L'avatar di CHri
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    1,468
    Waters dedico al padre anche la canzone "Us and Them", presente nell' album "The dark side of the moon" pubblicato nel 1973!

    US AND THEM "Pink Floyd"

    Us and them
    And after all we're only ordinary men
    Me,and you
    God only knows it's not what we would choose to do
    Forward he cried from the rear
    And the front rank died
    And the general sat,and the lines on the map

    Moved from side to side
    Black and blue
    And who knows which is which and who is who
    Up and down
    And in the end it's only round and round and round
    Haven't you heard it's a battle of words
    The poster bearer cried
    Listen son,said the man with the gun
    there's room for you inside

    Down and out
    It can't be helped but there's a lot of it about
    With,without
    And who'll deny it's what the fighting's all about
    Out of the way, it's a busy day
    I've got things on my mind
    For wants of the price of a tea and a slice
    The old man died.

    NOI E LORO "Pink Floyd"

    Noi e loro
    E dopo tutto siamo solo uomini comuni
    Io e tu
    Dio solo sa che non è ciò che avremmo scelto di fare
    Avanti, gridò, da là dietro
    E la prima fila morì
    E il generale sedeva, e le linee sulla mappa
    Si muovevano da una parte all'altra
    Nero e blu
    E chi sa quale è quale e chi è chi
    Su e giù
    E alla fine è solo girare e girare e girare
    Non hai sentito che è solo una battaglia di parole
    Urlò l'uomo con il manifesto
    Ascolta figliolo, disse l'uomo con la pistola
    c'è posto per te qui dentro

    Sotto e fuori
    Non ci si può fare niente, ma ce n'é molto in giro
    Con , senza
    E chi negherà che è qui che sta il senso della battaglia
    Fuori dai piedi, ho un sacco di cose da fare
    Ho tante cose in testa
    Per voglia di un the e di una fetta di torta
    Il vecchio morì

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    54
    Buongiorno!

    Tutte canzoni bellissime, senza ombra di dubbio!

  5. #15
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Tempo fa Waters venne a Cassino nella speranza di ritrovare la tomba del padre, ma allora le ricerche non ebbero esito...

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Parma
    Messaggi
    107
    Ne aveva già fatto cenno anche nel singolo Free Four del 1972

    You are the angel of death
    And I am the dead man's son.
    And he was buried like a mole in a fox hole.
    And everyone is still in the run.

    Evidentemente il fatto di non avere mai conosciuto suo padre e di non sapere dove fosse sepolto devono averlo segnato molto.
    Egoisticamente mi viene da dire che se così non fosse probabilmente non avrebbe scritto tutti questi capolavori.

  7. #17
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,810
    Credo che la perdita di un genitore sia uno dei più grossi dolori che, nostro malgrado, la vita ci porta ad affrontare, anche se nn lo si è mai conosciuto.
    Una mia vicina di casa, orfana di guerra (....della Grande Guerra!!!) nata nel 1915 nn conobbe mai suo padre, morto proprio nell'autunno del 1915, eppure tutte le volte che ne parlava gli occhi gli si bagnavano di lacrime.
    Un dolore mai sopito, per un padre mai conosciuto.
    Roberta è mancata un paio di anni fa, ma è stata in gambissima fino all'ultimo.
    Mi piace pensare che finalmente abbia potuto abbracciare suo padre.
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  8. #18
    Utente registrato L'avatar di CHri
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    1,468
    Roger Waters saluta Anzio e Aprilia: «Tornerò certamente» - Il Messaggero
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Parma
    Messaggi
    107
    Rogers Waters sbarca ad Anzio e in cinquanta intonano "Another brick in the wall". Il musicista britannico e fondatore dei Pink Floyd stamattina si è recato nel luogo esatto, ad Aprilia, dove il padre, Eric Fletcher Waters, morì il 18 febbraio di settant'anni fa. Il padre, nel 1944 militare dell'esercito britannico, partecipò alle operazioni dello sbarco alleato e morì ad Aprilia, nel punto dove stamani è stato scoperto un monumento in sua memoria. E poi, verso mezzogiorno, si è recato ad Anzio per ricevere la cittadinanza onoraria. Ad attenderlo, centinaia di fan e giornalisti assiepati davanti al cancello di V illa Sarsena, sede del Comune. All'ingresso Roger Waters è stato accolto dalla corale polifonica città di Anzio, che hanno intonato la più celebre canzone del gruppo. Prima di entrare in Comune per partecipare alla cerimonia, il cantante dei Pink Floyd si è fermato a salutare i fan, mandando baci e urlando "I love you". Il sindaco di Anzio, Luciano Bruschini, gli ha poi consegnato una medaglia d'oro a ricordo della giornata e la cittadinanza onoraria di Anzio che recita: "In memoria di Eric Fletcher Waters, sbarcato ad Anzio e disperso nelle paludi della guerra, ritrovato nei nostri cuori e nel nostro desiderio di pace e libertà attraverso l'intensa Poesia di suo figlio Roger, Ambasciatore di Pace, al quale la città di Anzio con profonda gratitudine conferisce la cittadinanza onoraria".
    "Ai concerti incontro sempre veterani- le parole di Roger Waters alla fine della cerimonia - Una volta mi è capitato un uomo che mi strinse la mano e mi disse 'Tuo padre sarebbe fiero di te'. Ebbene - ha concluso il cantante dei Pink Floyd- anche io sono fiero di mio padre e dei cittadini di Aprilia e Anzio che hanno fatto questo per me e sono molto commosso". (da Repubblica.it)

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di CHri
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    1,468
    Citazione Originariamente Scritto da BR1 Visualizza Messaggio
    Rogers Waters sbarca ad Anzio e in cinquanta intonano "Another brick in the wall". Il musicista britannico e fondatore dei Pink Floyd stamattina si è recato nel luogo esatto, ad Aprilia, dove il padre, Eric Fletcher Waters, morì il 18 febbraio di settant'anni fa. Il padre, nel 1944 militare dell'esercito britannico, partecipò alle operazioni dello sbarco alleato e morì ad Aprilia, nel punto dove stamani è stato scoperto un monumento in sua memoria. E poi, verso mezzogiorno, si è recato ad Anzio per ricevere la cittadinanza onoraria. Ad attenderlo, centinaia di fan e giornalisti assiepati davanti al cancello di V illa Sarsena, sede del Comune. All'ingresso Roger Waters è stato accolto dalla corale polifonica città di Anzio, che hanno intonato la più celebre canzone del gruppo. Prima di entrare in Comune per partecipare alla cerimonia, il cantante dei Pink Floyd si è fermato a salutare i fan, mandando baci e urlando "I love you". Il sindaco di Anzio, Luciano Bruschini, gli ha poi consegnato una medaglia d'oro a ricordo della giornata e la cittadinanza onoraria di Anzio che recita: "In memoria di Eric Fletcher Waters, sbarcato ad Anzio e disperso nelle paludi della guerra, ritrovato nei nostri cuori e nel nostro desiderio di pace e libertà attraverso l'intensa Poesia di suo figlio Roger, Ambasciatore di Pace, al quale la città di Anzio con profonda gratitudine conferisce la cittadinanza onoraria".
    "Ai concerti incontro sempre veterani- le parole di Roger Waters alla fine della cerimonia - Una volta mi è capitato un uomo che mi strinse la mano e mi disse 'Tuo padre sarebbe fiero di te'. Ebbene - ha concluso il cantante dei Pink Floyd- anche io sono fiero di mio padre e dei cittadini di Aprilia e Anzio che hanno fatto questo per me e sono molto commosso". (da Repubblica.it)
    Ci credo che hanno intonato "Another brick in the wall" ! D'altronde che mondo sarebbe senza le canzoni dei Pink Floyd!!!

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •