Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Ruchnaya Granata obraztsa 42 goda

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    78

    Exclamation Ruchnaya Granata obraztsa 42 goda

    Sovs.png
    La RG-42 era una bomba a mano a frammentazione sovietica originariamente introdotta durante la seconda guerra mondiale come misura di emergenza, restando in uso in URSS e nei suoi alleati del Patto di Varsavia nel periodo post-bellico.

    La RG-42 conteneva circa 200 grammi di carica esplosiva (TNT) in una carcassa cilindrica. La granata potrebbe essere lanciata a circa 35-40 metri di distanza e ha un raggio di esplosione effettiva di circa 10 metri. Utilizza la spoletta 3.2-4 UZRGM, utilizzato anche nelle RGD-5, RG-41 e nelle granate F1.
    RG-42_grenade_Navy.jpg
    800px-RG-42.jpg



    NeL recente libro "le bombe a mano della II guerra mondiale" è definita difensiva, mentre in altro vecchio testo in lingua inglese la vedo definitA come offensiva. In internet dipende...
    A mio avviso, pur essendo una produzione speditiva di guerra, con gr 430 di peso dei quali 110 gr di tritolo, con triplice sottile manicoto di frammentazione interno, sarebbe una ottima antesignana delle moderne B.A.M. offenzive/difensive:
    - buona potenza di scoppio (in media l'80% in più di carica delle difensive coeve e delle nostre offenbsive dell'epoca, pari alla offensiva tedesca ad uovo mod. 39)
    - numerose schegge leggere, con quindi buona aturazione d'area ma con rapida perdita d'energia delle stese dopo alcuni metri (nulla a che vedere con le poche grosse schegge delle N. 36 Mills, MK2 e F1 che potevano uccedire a molte decoine di metri e per il resto fine polvere), con quindi raggio di sicuirezza contenuto in una ventina di metri:
    Voi cosa ne dite?
    Grazie per ogni parere
    Davide
    "La guerra non è questione di fortuna" - Federico il Grande

  2. #2
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497

    Re: RG 42 - offensiva o difensiva o via di mezzo?

    Ciao, la bomba a mano RG42 è da sempre considerata una bomba a mano difensiva, principalmente per due motivi: il primo è il manicotto di frammentazione, preintagliato metallico interno; il secondo e piu' importante, è il quantitativo di esplosivo notevole anche per una bomba a mano del suo tempo, ovvero 110grammi di TNT.
    Nonostante queste considerazioni, la stessa bomba a mano, nel pieno rispetto della dottrina sovietica, è stata usata in entrambi i ruoli, ovvero difensiva ed offensiva e continua ad essere impiegata in numerosi Paesi e in conflitti a bassa intensita', come la Somalia e nel recente conflitto libico.
    Ovviamente, non sono paragonabili gli effetti di due ordigni concettualmente diversi come la pesante e letale F1 e la leggera ma dirompente RG42...nemmeno inoltre paragonabile con le nostre autarchiche e nazionalissime Red Devil, ovvero il terzetto ridicolo di SCRM M35, OTO M35 e Breda M35...con i loro scarsi 40 grammi di Tnt e binitronaftalina e la quasi assenza di schegge metalliche.
    Insomma un'ordigno particolare nato in economia di guerra e adattato a molti ruoli, come si conviene ad un'esercito di massa come quello sovietico e modulare per rispettare la produzione di massa e l'addestramento di massa...ma che ha sempre dato ottima prova in tutte le situazioni e in ogni condizione climatica e di conservazione.

    Per raffronto, l'Esercito Italiano non è riuscito a liberarsi dei suoi fantasmi...rossi , mantenendo in servizio la SRCM M35 senza modifiche fino ai giorni nostri e nel momento che ha deciso un cambio, ha adottato un'ordigno macchinoso, complicato e unico nel campo delle bombe a mano come la OD 82 (accenditore solidale al corpo bomba; effetto offensivo e difensivo insieme, che in realta' non prende i pregi ma solo i difetti di entrambe le tipologie; sicure di trasporto e di prima traiettoria di forma e foggia italiche...) e mai arrivata in servizio attivo completamente; attualmente ( ...da anni se ne parla...) in sostituzione con la MF2000, spagnola !

    Ciao Francesco.
    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di AndreaBG
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    255
    Rispolvero questa vecchia discussione, avendo dei dubbi sulla mia RG 42.
    Qualcuno riesce datarla? Può essere una produzione risalente alla seconda guerra mondiale? non presenta marchi, il colore sembrerebbe il classico verdone sovietico quindi escluderei una produzione di qualche paese del patto di Varsavia.
    L'accenditore, incompleto, è un UZRG anche lui privo di marchi.

    1948124_240095629507089_835708440_n.jpg


    1947991_240095662840419_801430641_n.jpg

    10003447_240095546173764_1436897386_n.jpg

    1962675_240095592840426_1480477173_n.jpg

    Grazie in anticipo!

  4. #4
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    Ciao,
    non mi esprimo sulla datazione, nella mia, il raccordo all'accenditore è in ottone anzichè in ferro come il tuo. Rilancio inoltre chiedendo informazioni sull'altra, simile alla RG42 ma con il corpo piu spesso e priva del manicotto per la frammentazione interno.
    Personalmente l'ho catalogata come variante semplificata. Reca una saldatura verticale visibile accanto al foro, ed un'altra per fissare il raccordo. L'accenditore è post bellico.

    DSC06949 rid.jpg

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di AndreaBG
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    255
    Molto interessante fert, ci vedo male io o la saldatura laterale della tua variante è storta? sembrerebbe una produzione quasi da officina!
    Mai visto niente del genere, da dove viene? Magari è una copia approssimativa della RG 42 fatta da uno dei tanti paesi che costruivano armi sovietiche su licenza e non ma anche l'idea di una versione russa semplificata mi stuzzica.

  6. #6
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    ...la saldatura è proprio storta, molto approssimativa, lo stesso vale per quella superiore. Presa ad un mercatino insieme ad altro materiale russo.

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497
    ...ciao a tutti.
    Un link interessante per dipanare tanti dubbi e magari per farsene venire tanti altri...

    RG 42

    Sugli accenditori, nella leva in particolare e alla base lato esterno, in genere, vi erano stampigliature a freddo relative ad arsenali e anni di produzione.
    Relativamente alla bomba credo ci siamo numerosissime varianti e il colore in genere dice poco...in particolare in quelle esposte agli agenti atmosferici.
    Il materiale di Fert è molto interessante anche se ci sono almeno 5 varianti artigianali che ho visto personalmente in Bosnia Herzegovina ed enclave musulmane satelliti...ovviamente potrebbero essercene molte altre in ogni parte del pianeta, dove si è combattutto con pochezza di mezzi ma dove vi era una certa capacita' industriale( somalia, cecenia, georgia, abkhazia, balcani...etc).
    Rimane comunque un pezzo unico e particolare, ovviamente un tassello di storia degli ordigni esplosivi molto importante.
    Complimenti comunque a voi per i materiali sempre interessanti.
    Ciao Francesco
    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato