Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 67

Discussione: Sbarco di Anzio/Nettuno 22/01/1944

  1. #31
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    275
    A mio modesto avviso gli Alleati, se non avessero avuto la superiorità* aerea, mica passavano, pur avendo di fronte dei reparti italo-tedeschi a ranghi ridotti. Anche se ormai fermare gli anglo-franco-americani ecc. su quella linea non sarebbe servito a mantenere le città* italiane del nord fuori del raggio d' azione dei bombardieri pesanti della 15th Air Force e dei bombardieri medi della MATAF, e del loro terroristico accanirsi anche sulle città* di valenza strategica prossima a zero, sicuramente possedere solo aviocampi nelle Puglie non avrebbe consentito agli "heavies" di spaziare senza problemi su tutto il territorio del Reich o comunque occupato da Forze Armate dei Reich, (e il bus navetta da-e-per aviocampi dell' URSS era generalmente poco ambìto).- Di questo i tedeschi, dai comandi più elevati sino all' ultimo fantaccino, erano ben consapevoli e fu uno degli incentivi che consentì loro di battersi da leoni: proteggevano così anche le loro case e le loro famiglie.
    Del resto molto dopo anche sugli Apennini gli Alleati impiegarono 15 giorni per percorrere 23 km, sulla linea Verde e su quella Azzurra, e i reparti tedeschi rimasti erano ben più logorati che non ai tempi dello sbarco.
    Un saluto
    bafforuno

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    con voi ..klaus e Luciano..

    ciao Baffobruno..a differenza di quello che potrebbe sembrare..se parliamo di Anzio/Nettuno, le forze in campo si equivalsero..intendo sia per quantità* di uomini che potrei dire anche qualità*..dopo il mese iniziale di presenza sul territorio degli Anglo/Americani e i successivi rinforzi..e sull'altro fronte, il bilanciamento Italo/Tedesco (anche se le forze Italiane lì erano per lo più una presenza)si considera che ad esempio in concomitanza con l'offensiva tedesca di febbraio..e poi con quella di marzo..le forze in campo erano di almeno 70.000/90.000 uomini per gli americani e almeno 35.000 per gli inglesi, per i tedeschi suppergiù 90.000.100.000.(queste cifre variano a seconda dei testi che uno segue..ndr)
    inoltre l'aviazione tedesca dimostratasi "rara" nel corso della avanzata nel sud Italia, ad esempio solo nel primo mese dello sbarco ad Anzio affondò direttamente ed indirettamente (tramite mine)almeno 5 navi di consistente tonnellagio..tra cui un incrociatore e almeno un caccia..più naviglio da carico..diversi i duelli aerei nella zona..certo nulla si poteva fare contro la massa di mezzi messa in campo da parte Alleata!..da marzo in poi ..le varie operazioni "strangle" diedero i loro frutti annientando i rifornimenti per il fronte..e come giustamente dici molte città* del centro nord già* venivano pesantemente bombardate..alla lunga ciò portò i suoi frutti!

    anche sull'appennino centro settentrionale si combattè strenuamente..questo accadde anche perkè non si "riuscì" a creare quella Famosa Sacca a sud di Roma per le truppe in ripiegamento da Cassino una volta sfondato il Fronte..(E' un'altra delle critiche che vengono rivolte a Clark per la gestione strategica dell'operazione Shingle)..

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    esattamente Klaus..per ciò che riguarda sia Roma(la presa) sia Cisterna..non è che avrebbero cambiato la situazione sulla carta..ma viste in un'ottica alleata di attacchi coordinati su vasta scala forse avrebbero fatto la differenza..
    è pur vero che di coordinazione di intenti gli alleati in questo scacchiere lasciarono un pò a desiderare..

    più eclatante tra tutti il bombardamento alleato dell'abbazia di Montecassino..dove, invece di far procedere immediatamente all'attacco dell'abbazia e della città* subito dopo il bombardamento chiesto ed ottenuto da Freyberg per motivi militari(discutibili) e concesso(per motivi politici)si tentennò dando modo ai difensori di insediarsi tra le rovine rendendole a quel punto difficilmente espugnabili..l'ottusità* dello sfondamento diretto..contro una linea solidamente fortificata è cosa che non si insegna in nessuna scuola di guerra del mondo!..tanto più se c'è da attraversare anche un corso d'acqua..in inverno!

    ci sono decine di situazioni di questo genere..di piccola e grande rilevanza che contraddistinsero queste operazioni..
    è pur vero che coordinare tante forze in campo..vedasi la variegata costituzione delle forze alleate..fu cosa ardua e complessa!..

    dal canto loro i Tedeschi ke riscrissero la storia con la loro efficenza e con i loro contrattacchi..peccarono anch'essi di alcuni errori..i più evidenti..le offensive sul fronte Anzio/Nettuno (ritornando su questo settore)che decimarono le unità* in linea e le forze corazzate rimaste..contro un muro invalicabile di bocche da fuoco che si concentravano tanto più ci si avvicinava alla costa..usufruendo anche del potenziale navale in appoggio..secondo me..(parere privo di valenza)i tedeschi ..una volta "incistati" gli alleati in quel perimetro privo di sbocchi..avrebbero dovuto mantenere un atteggiamento di pressione senza eccessi..salvaguardando le vie primarie dei rifornimenti verso il sud(Cassino) e controllando il settore Anziate (come peraltro fecero per 5 mesi) senza sprecare eccessive risorse in attacchi che in inverno e senza la protezione aerea..si rivelarono "suicidi".

    una cosa vorrei aggiungere..poco conosciuta..
    infiltrati della decima e parà* italiani..più di una volta sui fronti di loro competenza misero al corrente i propri comandi di attacchi impellenti da parte alleata anche in maniera fortunosa facendoli fallire..alcuni furono presi e fucilati come da uso militare..ci sono dei filmati e testimonianze..la giovane età* e l'aria di estrema convinzione da parte di quei ragazzi dovrebbero bastare a far capire il grado di dedizione per il Dovere e lo Spirito che alimentò questi combattenti!(che non vuol essere uno sminuire gli altri in loro favore, ma un esaltarli tutti insieme..riconoscendone il Valore..per tanto tempo velato!)

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  4. #34
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    [una cosa vorrei aggiungere..poco conosciuta..
    infiltrati della decima e parà* italiani..più di una volta sui fronti di loro competenza misero al corrente i propri comandi di attacchi impellenti da parte alleata anche in maniera fortunosa facendoli fallire..alcuni furono presi e fucilati come da uso militare..ci sono dei filmati e testimonianze..la giovane età* e l'aria di estrema convinzione da parte di quei ragazzi dovrebbero bastare a far capire il grado di dedizione per il Dovere e lo Spirito che alimentò questi combattenti!(che non vuol essere uno sminuire gli altri in loro favore, ma un esaltarli tutti insieme..riconoscendone il Valore..per tanto tempo velato!)


    Ricordo, qualche anno fa, trasmisero, durante una trasmissione Rai, la fucilazione di alcuni ragazzi fascisti della RSI...
    Rimasi impressionato da due cose:
    1) l'effetto distruttivo di una scarica di Springfield cal. 30.06... davvero sovrabbondante a certi scopi...
    Fino ad allora avevo visto spararci su un bersaglio di carta, altra cosa è vederli sparare contro persone legate a dei pali...
    Certe cose non avrebbero dovuto succedere...

    2) Il fatto che, nonostante la pubblicità* data a quella stessa fucilazione (ne avevo delle foto su un libro, con tanto di nomi delle... vittime), ripresa dai servizi di propaganda USA e fatta circolare in tutta Italia, se ne fosse voluta perdere la memoria: si disse che era un filmato inedito, riscoperto da poco in chissà* quali archivi segreti...
    La cosa fu subito smentita da uno storico presente nella trasmissione...

  5. #35
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Dimenticavo: che esito hanno avuto le cause legali intentate nei confronti delle autorità* militari?
    Se ne sa nulla?
    Nel nostro ordinamento l'unico esito, a mio parere, sarebbe, nel 99% dei casi: pernacchione e spese legali da pagare, ma si sa... con l'ordinamento Americano c'è da aspettarsi di tutto!

  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    275
    Argomento sempre più appassionante...
    Cari Amici,
    quando leggo, ad esempio:
    l'aviazione tedesca dimostratasi "rara" nel corso della avanzata nel sud Italia, ad esempio solo nel primo mese dello sbarco ad Anzio affondò direttamente ed indirettamente (tramite mine) almeno 5 navi di consistente tonnellaggio - sarei quasi tentato di pensare all' impiego da parte della Luftwaffe delle famose (e poco apprezzate da noi, se è vero che in Sicilia - dopo lo sbarco - gli alleati ne trovarono in quantità* - ancora imballate - e a quanto pare destinate a nessun utilizzo) Motobombe FFF; per quel che concerne poi l' Operazione Strangle la mia città* natale - Treviso - che, entro mura, misurava si e no un km di diametro - fu investita il Venerdì Santo del 1944 - ore 13 - da una massa di 166 bombardieri pesanti B-17F e G - che causarono danni all' 85% degli edifici e provocarono solo fra la popolazione civile residente - 2000 morti - di cui 126 bambini in età* prescolare; la linea ferroviaria TV-Mestre rimase interrotta si e no mezza giornata; NON UNA delle numerose caserme nè il vicino aeroporto militare tedesco (la ANR vi manteneva solo una officina SRAM) sede del XXVIII LuftGauKommando venne nemmeno sfiorato - nonostante dal suo perimetro sortisse una nutrita ed accurata reazione della Flak pesante - il cui personale era costituito principalmente da avieri lecchesi e comaschi - così come rimasero intatte le polveriere e fabbriche di munizioni poste nelle frazioni periferiche della città* stessa o dei piccoli centri abitati limitrofi. Di queste strutture produttive belliche gli Alleati erano ben a conoscenza per via della solita radiosoffiata partigiana. Fino all' aprile 1945 la città* venne visitata altre 35 volte! Compresa una missione notturna - ritengo l' ultima - da parte dei vecchi Vickers-Wellington di Sua Maestà* Britannica, intesa a demolire... l' acquedotto comunale.-
    E per il resto a rimestar cenere e macerie.-
    A meno che per "obiettivo strategico" non si intendesse qualche ufficetto distaccato dell' EIAR o del Ministero dell' Agricoltura...
    Tra i bersagli considerati "paganti" vi erano anche le imbarcazioni fluviali (fiume Sile e canali afferenti) e i filobus! Lo zio dello scrivente, e un coetaneo (età* scolare) appena scesi alla fermata di Sambughè, località* di sfollamento, SS 13 "Pontebbana" a mezzavia della tratta TV-Mogliano Veneto, nel successivo inverno, data esatta non registrata, furono ripetutamente presi di mira da una coppia di Spitfire e costretti reiterate volte a saltare ora dento l' uno ora dentro l' altro dei fossi che fiancheggiavano la strada comunale Croce-Sambughè (praticamente a 90° rispetto alla statale) a seconda della direzione d' attacco a volo radente degli eroici liberatori, poco furbi perché se avessero seguito l' asse stradale li avrebbero uccisi senza ombra di dubbio. Così invece i due ragazzini dopo i numerosi "salti della rana" tornarono a casa, quando gli Alleati ebbero esaurito munizioni o si resero conto di essere rimasti col solo carburante di riserva, con quasi mezzo quintale di bossoli presenti in lunghe file parallele perfettamente disegnate nei campi arati dei dintorni, e raccolti allacciando le maniche dei cappotti a mo' di barella improvvisata per il trasporto del prezioso e sudato metallo.
    Un saluto
    baffobruno

  7. #37
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Non ti dico che razza di operazione militare gli è venuta fuori dalle mie parti!!!
    Molti civili erano venuti fin da Roma e molti da tutti i castelli: donne, vecchi e bambini. Tra di essi mia nonna, incinta, con i due figli: mia madre, due anni, appena compiuti, e mio zio, quattro.
    Furono accolti a migliaia nel collegio di Propaganda Fide, zona neutrale, perchè a tutti gli effetti Stato della Città* del Vaticano, sulle pendici del vulcano che ospita il Lago di Albano, coperte da boschi secolari di quercie. Nel parco del collegio ci sono le c.d. "grotte" gli enormi criptoportici della villa dell'Imperatore Domiziano... In quei locali si rifugiavano oltre 1500 civili.
    Gli angloamericani dissero di aver sospettato manovre militari, di aver visto una contraerea... il 10 febbraio 1944 bombardarono la zona, uccidendo oltre 500 persone inermi. E, fortunatamente, solo ferendo i miei familiari...
    è per questo che decine di tombe, da queste parti, portano quella data...
    Di contraerea, pare, non ce ne fosse neppure l'ombra... dalla parte diametralmente opposta del lago sono emersi, anni fa, dei bossoli di ferro di una 20mm Flak, a buoni 10 km di distanza, in linea d'aria...
    Di tutte le strade, statali e ferrate, di cui ho parlato, neppure una passa da queste parti...
    Poche settimane dopo... il fratello di mia nonna stava per essere catturato, a Piazza del Popolo nel rastrellamento seguito all'attentato di Via Rasella...
    Bella vita eh? Tra l'incudine e il martello...

  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    255
    Buon giorno a tutti!

    per chi è della zona Castelli Romani e aree limitrofe, segnalo una mostra ad Albano Laziale, a cura dell'associazione Vittime di Propaganda Fide, in occasione dell'anniversario del bombardamento.

    Questo mercoledì alle 17.30, conferenza, e domenica mattina, ore 09.00 cerimonia, presso il circolo culturale di Piazza Fagiolo, vicino il comune.
    -----------------------------------------------

    Personalmente non ritengo volontario il bombardamento delle ville ponteficie, se così fosse stato penso che ben pochi si sarebbero salvati!
    Sicuramente poche bombe fuori obiettivo, disgraziatamente cadute su un luogo ristretto, affollatissimo!

    Da ricerche da me effettuate in alcuni comuni dei Castelli Romani ho personamlmente fotocopiato documenti originali, tra cui un'interessantissimo ordine di evaquazione: il quadrato risultante tra Albano, Genzano, Genzano-Cecchina, Pavona-Albano era stato esplicitamente dichiarato zona di guerra, e pertanto la popolazione civile doveva essere allontanata, tale doucumento era emesso dalla locale autorità* militare tedesca.

    Ora, Albano era il punto nevralgico della retrovia tedesca, tra i tanti comandi, vi era anche quello di Gerike, era il punto di smistamento delle truppe in "entrata e in uscita" dal fronte di Anzio, e i comandi alleati erano informati di tutto ciò, grazie anche all'attività* partigiana, quindi i bombardamenti erano d'obbligo.

    Ora chi conosce la zona sà* quanto esigua o addirittura inesistente sia la distanza tra il territorio di Albano e di CastelGandolfo, e tale distanza a migliaia di metri di altezza si annulla completamente, quindi ritengo che il rifugiarsi nelle ville Ponteficie fu un grosso errore, o per quei poveretti una tremenda illusione che non li ha salvati dagli eventi bellici!

    Seganlo inoltre che non tutti i civili erano favorevoli ad allontanarsi da Albano, questo perchè, a seguito del 1° ordine di evaquazione, nelle prime notti gli abitanti del vicino paese di Ariccia "ripulirono" molte case incustodite.
    Questo episodio mi è stato riportato dal vecchio titolare di una delle librerie storiche dei castelli.....situata proprio in Albano.

    Un saluto a tutti!
    Ivano

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    ciao Ivano e grazie della segnalazione..sono grossomodo daccordo con quanto riportato da Ivano, la zona era ad alta concentrazione "strategica", e per quello che era il pensiero dell'epoca Alleato(e non solo) sul bombardamento era come dire che l'intero appennino centrale doveva essere spianato..capisco ke è tragico ed inutile ed anche che ha comportato lutti e sofferenze klaus..quanto dice è vero...in quasi tutte le famiglie Italiane (solo per parlare del fronte italiano)..ognuno ha i suoi lutti..purtroppo.

    ciao baffo, cosa c'è che non è chiaro nel mio intervento?..forse ho compreso male ..era mia intenzione dire.. ad Anzio/nettuno, i tedeschi si fecero vedere con l'aviazione, anche di giorno..e bombardarono con stukas le navi alla fonda..sono ben oltre le 5 le navi colate a picco..se pensi che lo "HMS Spartan" (incrociatore antiaereo britannico classe newDIDO o Bellona) fu affondato da una bomba planante, il Janus cacciatorpediniere Britannico della Classe J da un aereo silurante tedesco, HMS Inglefield cacciatorpediniere Britannico della Classe I bomba planante, il Portent dragamine americano e lo swerve qualche mese dopo furono affondati da mine galleggianti si può ben comprendere di cosa ho parlato..la stessa cosa vale per le operazioni "Strangle"...insieme ai centri abitati venivano bombardate vie di comunicazione etc etc....è evidente che morirono tanti troppi civili..(ma non solo in Italia)..che poi tu sia schifato da ciò lo capisco......meno evidente è che gli aerei inglesi (perkè solo di loro ho sentito queste prodezze) sparassero per rappresaglia o divertimento sulla popolazione locale..una cosa simile al fatto dei due ragazzi successe alla pineta "Campana" dietro nettuno..posto inizialmente usato per gli sfollati dello sbarco..anche lì un ragazzo e una ragazza vennero presi di mira a volo radente da uno spit..che li mitragliò..(test. documentata)..il ragazzo ancora lo ricorda!

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  10. #40
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    Klaus..per le cause intentate..si ridussero ad una "sputtanata" storica dei "generali" in questione..non furono assunte colpe, anche perkè all'epoca del processo i responsabili erano ormai in pensione o fuori dall'esercito..come d'altra parte successo per altre cause "militari"..il tempo e la particolarità* dell'esperienza legata alla guerra è spesso causa prescrittiva per un azione legale..

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •