Pagina 5 di 7 PrimaPrima ... 34567 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 67

Discussione: Sbarco di Anzio/Nettuno 22/01/1944

  1. #41
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    relativamente alle motobombe FFF..scusa se ti rispondo adesso..da quello che so io, non furono utilizzate nel quadro "Shingle" o, perlomeno le fonti da cui attingo non riferiscono di questo specifico utilizzo..ma come giustamente hai detto in Sicilia..
    ne furono trovate immagazzinate..ed alcune furono anche utilizzate ad esempio a Siracusa..ed a Bari, dove produssero danni ingenti avendo colpito un convoglio alleato che trasportava materiali chimici..
    la cosa incredibile è che erano Bombe create dall'Italia ed acquistate dalla Germania dopo preventive simulazioni sul campo a Travemùnde, sul Baltico, sede del centro sperimentale della Luftwaffe.
    la "genialità*" dell'ordigno siluro era proprio quella che prevedeva una corsa a spirale espandente quindi ideale per attacchi su convogli in navigazione, e sopratutto concentramenti di unità* navali in rade e porti..se pensiamo che gli inglesi scrissero "considerate deludenti dagli Italiani che non possedevano quasi mezzi ricognitivi per controllarne gli effetti"..

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  2. #42
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Citazione Originariamente Scritto da DdayDodger

    Buon giorno a tutti!

    per chi è della zona Castelli Romani e aree limitrofe, segnalo una mostra ad Albano Laziale, a cura dell'associazione Vittime di Propaganda Fide, in occasione dell'anniversario del bombardamento.

    Questo mercoledì alle 17.30, conferenza, e domenica mattina, ore 09.00 cerimonia, presso il circolo culturale di Piazza Fagiolo, vicino il comune.
    -----------------------------------------------

    Personalmente non ritengo volontario il bombardamento delle ville ponteficie, se così fosse stato penso che ben pochi si sarebbero salvati!
    Sicuramente poche bombe fuori obiettivo, disgraziatamente cadute su un luogo ristretto, affollatissimo!

    <font face="Book Antiqua">
    Mi sa che sei tra i pochi a pensarla così, si dice che lo stesso Bomber Command ammise di aver sbagliato clamorosamente, per essersi tratto in inganno...
    Cmq se ne sono dette tante, perfino che l'OSS voleva uccidere un alto esponente del PCI rifugiatosi nelle Ville travestito da prete...</font id="Book Antiqua">

    Da ricerche da me effettuate in alcuni comuni dei Castelli Romani ho personamlmente fotocopiato documenti originali, tra cui un'interessantissimo ordine di evaquazione: il quadrato risultante tra Albano, Genzano, Genzano-Cecchina, Pavona-Albano era stato esplicitamente dichiarato zona di guerra, e pertanto la popolazione civile doveva essere allontanata, tale doucumento era emesso dalla locale autorità* militare tedesca.

    Ora, Albano era il punto nevralgico della retrovia tedesca, tra i tanti comandi, vi era anche quello di Gerike, era il punto di smistamento delle truppe in "entrata e in uscita" dal fronte di Anzio, e i comandi alleati erano informati di tutto ciò, grazie anche all'attività* partigiana, quindi i bombardamenti erano d'obbligo.

    Ora chi conosce la zona sà* quanto esigua o addirittura inesistente sia la distanza tra il territorio di Albano e di CastelGandolfo, e tale distanza a migliaia di metri di altezza si annulla completamente, quindi ritengo che il rifugiarsi nelle ville Ponteficie fu un grosso errore, o per quei poveretti una tremenda illusione che non li ha salvati dagli eventi bellici!

    <font face="Book Antiqua">La popolazione fu, infatti, quasi interamente sfollata e invitata a rifugiarsi nelle Ville Pontificie... Il bombardamento di Albano fu poca cosa, probabilmente solo un paio di aerei la coplirono, Castel Gandolfo... praticamente intonsa, dall'alto (manco tanto alto, visto che la Luftwaffe era latitante...) le Ville Pontificie apparivano come un parco, con ampi spazi, popolati...
    La leggenda dice che qualche bombardiere non se la sentì di sganciare su tanta gente, allo scoperto, e scaricò le bombe sui due laghi... che fornirono, così, pesce in abbondanza ai superstiti...</font id="Book Antiqua">

    Seganlo inoltre che non tutti i civili erano favorevoli ad allontanarsi da Albano, questo perchè, a seguito del 1° ordine di evaquazione, nelle prime notti gli abitanti del vicino paese di Ariccia "ripulirono" molte case incustodite.
    Questo episodio mi è stato riportato dal vecchio titolare di una delle librerie storiche dei castelli.....situata proprio in Albano.

    <font face="Book Antiqua">Tra le varie piacevolezze di stare tra l'incudine e il martello la mia famiglia ebbe la casa saccheggiata e non da abitanti di Ariccia, ma da... concittadini (mi sa che il tuo informatore ce l'ha con gli ariccini...)... ma questo neppure lo citavo, visto che è stato il male minore...
    E pensare che mio nonno aveva portato la famiglia "fuori porta" perchè Roma era pericolosa...</font id="Book Antiqua">

    Un saluto a tutti!
    Ivano

  3. #43
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Ora chi conosce la zona sà* quanto esigua o addirittura inesistente sia la distanza tra il territorio di Albano e di CastelGandolfo, e tale distanza a migliaia di metri di altezza si annulla completamente, quindi ritengo che il rifugiarsi nelle ville Ponteficie fu un grosso errore, o per quei poveretti una tremenda illusione che non li ha salvati dagli eventi bellici!

    <font face="Book Antiqua">Mmmm mi sa proprio di no...
    Anche a non conoscere la zona, basta dare un'occhiata tramite Google Earth...
    Dalle costruzioni più vicine i due paesi distano oltre un chilometro... Svariati ettari di parco e bosco...
    Dubito che si trattò di poche bombe finite fuori bersaglio...
    Anche perchè, ancor meno finirono su Albano: poche zone furono colpite...
    comunque che si trattò di un errore fu chiaro subito dopo il bombardamento: piuttosto... Quali alternative aveva la popolazione inerme e senza mezzi di trasporto?
    Tra l'altro anche il tram era stato bombardato: altro che scarsa accuratezza dei bombardamenti: in pieno centro del paese, di fronte al vecchio ufficio postale, tra due file di palazzi...</font id="Book Antiqua">

  4. #44
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    255
    Buongiorno a tutti!

    Ciao Klaus!
    nel 2004 si è tenuta a Palazzo Venezia una bellissima mostra sugli eventi bellici del 1944 a Roma e provincia.

    Con foto e materiali inediti, calcola che hanno portato dagli USA il famoso cartello segnaletico ROMA,... comprai il book....e tra le tante foto ce ne sono alcune di Albano, con il corso ridotto ad un cumulo di macerie, (se conosci Le Tartarughe riconoscerai il posto).

    Infatti poi vi è una foto, dove ho riconosciuto l'incrocio della Nettunense dopo Cecchina, all'altezza del Frantoio Cianfanelli, e lì vi è un MP, con tanto di bellissima Harley WLA, che devia tutto il traffico verso Albano, e quindi l'Appia, verso la Nettunense o via Anziate stessa.

    Tanta era la distruzione che il corso rimase impraticabile per molto tempo, cosa confermata anche da più di un anziano!

    Penso che per avere una quanto mai vaga idea di come doveva essere in quota....dovresti scorrere Google Earth ad un altezza più meno attendibile per quella da bombardamento e "scorrere" il mouse come fosse un traguardo Norden.....cazzz io l'ho fatto.....e non è che sia una passeggiata distinguere i bersagli a terra......mettici poi la flak e la caccia........

    Ora, pochi millimetri di "sbarellamento" sul traguardo Norden significavano km in terra....e che cosa è un km di distanza? purtroppo per quei poveracci niente!!

    Un saluto!
    Ivano

  5. #45
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Con foto e materiali inediti, calcola che hanno portato dagli USA il famoso cartello segnaletico ROMA,... comprai il book....e tra le tante foto ce ne sono alcune di Albano, con il corso ridotto ad un cumulo di macerie, (se conosci Le Tartarughe riconoscerai il posto).

    Le foto d'epoca sono molto note.
    Mia nonna ricordava Via Aurelio Saffi del tutto distrutta, ma solo sul piano di calpestio...
    A conoscere Albano, non è difficile ricostruire i danni: basta considerare dove mancano gli edifici più antichi...
    Di nuovo, oggi, che c'è?
    Qualche palazzo lungo il Corso, proprio all'altezza della Piazzetta delle Tartarughe, al posto dell'allora Grand Hotel, che era dove ora c'è Blockbuster e il palazzo dove c'è stato a lungo il vecchio ufficio postale. Distrutto anche il palazzo che sovrastava Porta Pretoria (ne conoscerai la grottesca storia)...
    Se ripercorri mentalmente il Corso Matteotti tutti gli altri edifici risalgono al settecento o all'epoca umbertina... San Paolo, il quartiere più confinante con le Ville Pontificie, è rimasto, ancora oggi, pressochè intatto, salvo il palazzo Telecom, che ha ospitato il tribunale fino a qualche anno fa, provvisoriamente...
    Segni del bombardamento restano ancora oggi nei palazzi e nelle ringhiere di tutto il paese, ma in moltissimi casi si tratta di segni lasciati dalle mitragliatrici cal .50: evidentemente non passavano così alti, 'sti americani...
    GTli edifici di Castel Gandolfo, molto più vicina alle Ville Pontificie, mi apio tutti d'epoca antica...
    La contraerea, dicono, nel paese c'era e non c'era, la Luftwaffe... pure...
    Il bombardamento avvenne di mattina presto, a quel che ricordavano i miei vecchi... (tutti morti, purtroppo) alla prima luce del mattino.
    Bossoli cal 20mm sono stati trovati a Villa Doria. Alcuni di .50 nel bosco dei Cappuccini, insieme a molte tracce dei bivacchi dei civili... Molti si erano scavati cavità* nelle pendici del lago, ancora oggi visibili...
    A mio avviso il cannone Anzio Express era qui... o molto vicino... e questo non aiutava...
    La diatriba ha diviso gli abitanti della zona sin da subito...
    Mentre il resto dell'Italia si è divisa tra Coppi e Bartali, Vespa e Lambretta, Peppone e Don Camillo, scapoli e ammogliati, qui ci siamo divisi anche su: responsabilità* per la distruzione delle Navi di Nemi e per l'accidio di Propaganda Fide... così riflettendo le opinioni politiche di ciascuno, alla fine...
    E quindi ogni opinione ha il suo peso... nullo...
    Beh, a parer mio, modestissimo, superficiale ed ignorante, oltre che influenzato da trasporto emotivo, le distruzioni a tappeto da incursione americana sono ben altra cosa: una sola bomba da 500 KG, col solo spostamento d'aria e l'onda sismica ne abbatte quattro di palazzi del '700, costruiti con muri a sacco e solai in legno... I danni prodotti ad Albano, secondo me, sono riconducibili a pochi aerei...
    Resta poi il dubbio: se riuscivano a colpire con adeguata precisione il quartiere San Lorenzo di Roma, negli stessi giorni, ancor più difficile da selezionare, nel tessuto urbano, tanto imprecisi non dovevano essere e tanto contrasto nemico non dovevano trovare...
    E sulla carta di volo avevano ben evidente l'area neutrale dello Stato Vaticano, come ora è evidente su Google Earth...
    E poi... s'è anche detto che fu Albano ad essere bombardata per errore perchè si puntava a Propaganda Fide e non il contrario...

  6. #46
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    eccoci..
    non conosco bene quanto voi le peculiarità* di questi eventi, tantomeno i luoghi, non che non conosca i Colli, ma sicuramente vi sto leggendo così ne so di più..

    una cosa sola posso aggiungere a questa zona in riferimento all'Anzio express o Annie (Krupp 28 cm K5 E detto "Leopold"..) come sappiamo venne chiamato così dagli Alleati. Smontato ed imbarcato da Civitavecchia nel dopoguerra..esistono, sia lui che "Robert", tutt'oggi."Leopold" negli Stati Uniti in esposizione ad Aberden (Maryland) nel campo prove corazzati "Aberden Proving Ground U.S.A."), "Robert" presso Calais..Francia
    Si è cercato di stabilire per molto tempo l'effettiva collocazione del cannone..si sa che viveva su binario, mimetizzato alla ricognizione aerea..probabilmente in galleria su binario morto..da ciò che mi risulta pare sparasse da un punto situato in zona "Cava delle Mole" Frascati.. per poi rientrare dopo pochissimi colpi..ma era la costanza e la spaventosa potenza del proietto 280mm (283mm)che ne fece un protagonista di quei mesi..gli diedero la caccia in molti.

    Un testimone oculare (civile di Anzio..) mi raccontava di quando un colpo si abbattè in prossimità* del faro di Anzio, sito nelle immediate vicinanze di quella che tutt'oggi è conosciuta come "ruderi della villa di Nerone", (nella realtà* archeologica Magazzini Neroniani del porto)..creando una voragine di più di dieci metri di diametro (ad occhio aggiunse..) il resto che mi raccontò è abbastanza truculento..evito.

    La vita nel perimetro della testa di ponte..causa incursioni e bombardamenti si sviluppò sottoterra per molti mesi..le cittadine anche se non appare, sono un insieme di cunicoli e grotte esistenti sin dall'epoca romana, ampliati nell'epoca delle scorrerie saracene..servirono molto bene all'occultamento logistico..anche perkè sia per i bombardamenti precedenti lo sbarco, sia dopo, non esistevano più molti edifici integri..

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  7. #47
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Già*... il terreno di Roma e dintorni è famoso per questo: si scava con facilità*, dato che si alternano strati più o meno duri di tufo, pozzolana e peperino... lo strato più morbido è scavabile, quelli sovra e sottostanti, più duri, fungono da struttura portante... Da queste parti si chiama "cappellaccio".
    Albano, in alcuni punti, ha addirittura due livelli ipogei e seppure raramente, si aprono voragini...
    Molte di queste cavità* sono estesissime (quando cercavo casa ad Albano, una di quelle proposte in vendita aveva, come pertinenza, una grotta, di "età* ed estensione imprecisata"...) e sono state usate da civili sfollati e da militari.
    La leggenda dice che Albano e Roma siano collegate là* sotto... Tipica esagerazione, ovvio, ma dalla Chiesa della Stella (Catacombe di San Senatore) l'esplorazione è proseguita per chilometri, prima di arrestarsi per un crollo...
    Un conoscente mi ha invitato, per sabato prossimo, a visitare, in un piccolo bosco di sua proprietà*, sito vicino Aprilia, alcune grotte usate da tedeschi e americani, nei pressi delle quali, gli alleati avevano lasciato un un piccolo carro armato in panne, non meglio identificato, oltre ad equipaggiamenti vari...
    Negli anni cinquanta gli artificieri fecero brillare alcuni esplosivi...
    Vi farò sapere...

  8. #48
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    "Un conoscente mi ha invitato, per sabato prossimo, a visitare, in un piccolo bosco di sua proprietà*, sito vicino Aprilia, alcune grotte usate da tedeschi e americani, nei pressi delle quali, gli alleati avevano lasciato un un piccolo carro armato in panne, non meglio identificato, oltre ad equipaggiamenti vari...
    Negli anni cinquanta gli artificieri fecero brillare alcuni esplosivi...!
    Vi farò sapere...
    [/quote]

    Assolutamente si..
    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  9. #49
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Citazione Originariamente Scritto da digjo

    <font color="navy">eccoci..
    non conosco bene quanto voi le peculiarità* di questi eventi, tantomeno i luoghi, non che non conosca i Colli, ma sicuramente vi sto leggendo così ne so di più..
    </font id="navy">
    Quoto quanto detto da Digjo anzi per me è ancora peggio.
    Il cannone che avete accennato è questo ed è su carro ferroviario ma la didascalia recita soltanto "cannone tedesco a lunga gittata sul fronte di Anzio".
    [ciao2]

    Immagine:

    89,29*KB
    luciano

  10. #50
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Se non erro l'Anzio Express aveva un calibro da 380 mm.Un confetto piccolo piccolo,vero?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

Pagina 5 di 7 PrimaPrima ... 34567 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •