Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 49

Discussione: Schiessperiscop Kaucic e periscopio kuk

  1. #21
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Complimenti a tutti per i vostri pezzi.
    Io posso solo ammirare.
    [ciao2]
    luciano

  2. #22
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    983
    Come scritto da Cocis... io posso solo ammirare []

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    638
    Ecco come promesso le foto del periscopio innestato sul binocolo. Entrambi i pezzi provengono dalla medesima fonte...
    Il binocolo è un modello M9/13Z fabbricato dalla Karl Zeiss presso lo stabilimento di Vienna (il marchio purtroppo è poco legibile). Non so dire se era previsto un periscopio per ogni oculare del binocolo, sul libro the emperor's coat c'è una foto con un binocolo che ha innnestato un solo periscopio...chissà*..io l'ho provato e funziona ancora benissimo...spero sia di vostro interesse
    un saluto

    Immagine:

    53,99*KB
    Particolare dell'attacco


    Immagine:

    62*KB
    i marchi


    Immagine:

    69,6*KB


    Immagine:

    70,66*KB
    The blade

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    Blade questo per l'attacco al binocolo è eccezionale..

    premetto che sono un amante dei binocoli Zeiss..e il tuo sicuramente dove c'è il markio dovrebbe essere marcato Yena (questa sigla ti dà* una corrispondenza temporale per quelli che furono tra i migliori binocoli mai fatti..in seguito dopo la caduta della germania vennero trasferiti nell'est cambiando di nome....la scritta Yena dovrebbe essere visibile sotto il marchio karl Zeiss..ma direi che un pò per la foto, un pò per l'usura del tempo non riesco a leggerla..da quello che riesco a vedere ke sia uno Zeiss sono sicurissimo..


    cmq..io non l'ho il periscopio..il mio era un contributo fotografico..i vostri sono eccellenti..e mai visto un iposcopio da fucile..non si finisce mai di imparare..
    bellissimi e eccellenti le vostre collezioni!

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    Jena..meglio!
    ariciao

    digjo
    Ciao
    digjo

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    846
    Grazie per le foto, meritavano davvero la visione!!! Bei pezzi, tienteli stretti!!! Oppure dalli a me!!! [^]

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    Ciao celtico..ma lo hai comprato o ne sei venuto in possesso casualmente?..

    sono oggetti particolari e sicuramente non comuni..

    bel topic

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  8. #28
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    17,208
    Citazione Originariamente Scritto da celtico
    ...P.S. hai voglia di illustrarci anche l'altro compagno di foto? Fucile e periscopio? [^]
    Si il mio iposcopio defilatore Kaucic non e' di scavo e conserva oltre i marchi,anche tutta la sua vernice feldgrau.Fu portato a casa
    dal padre di un vecchio medico mio amico, che li' per li' me lo fece
    solamente fotografare affinché io ne ricavassi un articolo, come poi
    ho fatto negli anni '90 sulla rivista TAC ARMI;poi, riuscii ad
    acquistarlo dopo innumerevoli insistenze, visto che lui non aveva il
    Mannlicher.Per curiosita' l'ho provato al poligono di tiro:credo che
    per usare il marchingegno in questione occorresse un sacco di allenamento,infatti su 6 colpi sparati,uno solo sono riuscito
    a metterlo in sagoma,riuscendo ad inquadrare al centro, ma riuscendo
    a metterla solo in alto a sinistra;distanza 150mt.Vi ho poi rinunciato per non buttare via altre pallottole.Sono sicuro pero'
    che l'iposcopio defilatore era un oggetto realmente geniale in mano
    a qualche talento naturale nel tiro.Mi risulta che tutti i tiratori
    scelti KuK erano stati addestrati con questo, e probabilmente molti
    dei nostri, che magari si ritenevano al sicuro, furono beccati.
    Anche l'altro,il periscopio leggero poteva essere utile per vedere cosa c'era oltre la prima linea, ma dubito potesse servire ad un cecchino.
    [ciao2]PaoloM

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    638
    ....la scritta Yena dovrebbe essere visibile sotto il marchio karl Zeiss..ma direi che un pò per la foto, un pò per l'usura del tempo non riesco a leggerla..da quello che riesco a vedere ke sia uno Zeiss sono sicurissimo..
    Sono contento che vi siano piaciute le foto....digjo può sembrare strano ma sotto la scritta Carl Zeiss è chiaramente leggibile Wien...evidentemente la Zeiss aveva uno stabilimento anche in Austria...mistero
    per concludere vi posto i miei ultimi periscopi, uno Kaucic e l'atro telescopico da appendere alla cintura

    Immagine:

    54,68*KB


    Immagine:

    58,01*KB


    Immagine:

    153,68*KB
    Si legge :PATENT ANG. KAUCIC SCHIESSPERISOP. Secondo Ofelli ve ne erano di due misure, questa dovrebbe essere la più piccola
    [ciao2]
    The blade

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    846
    Citazione Originariamente Scritto da marpo

    Citazione Originariamente Scritto da celtico
    ...P.S. hai voglia di illustrarci anche l'altro compagno di foto? Fucile e periscopio? [^]
    Si il mio iposcopio defilatore Kaucic ........credo che
    per usare il marchingegno in questione occorresse un sacco di allenamento,...................Sono sicuro pero'che l'iposcopio defilatore era un oggetto realmente geniale in mano a qualche talento naturale nel tiro.Mi risulta che tutti i tiratori scelti KuK erano stati addestrati con questo, e probabilmente molti dei nostri, che magari si ritenevano al sicuro, furono beccati.
    Anche l'altro,il periscopio leggero poteva essere utile per vedere cosa c'era oltre la prima linea, ma dubito potesse servire ad un cecchino. [ciao2]PaoloM
    Sì Paolo, credo che come in tutte le cose ci volesse anche tanta pratica ed allenamento, oltre all'abilità* personale od al "talento" individuale.
    Da qui appunto nascevano i famosi tiratori scelti: i cosiddetti cecchini.
    Per averlo usato personalmente in esercitazioni ludiche, escludo anch'io categoricamente che singolarmente il periscopio da trincea non fosse usato dai cecchini, è solo un mio pensiero ma lo ritengo alquanto improbabile.
    Il mio pensiero si basa essenzialmente su due motivi:
    Primo che come ben sappiamo sono altri i periscopi ed i marchingegni usati all'epoca dai cecchini;
    Secondo perchè da solo il periscopi non ingrandisce nulla, anzi è tanto piccolo il campo visivo che da quasi l'impressione di rimpicciolire l'immagine (anche se è solo un effetto ottico e non è vero!).
    Peraltro oltre alla difficoltà* tecnica per riuscire ad individuare il bersaglio con un così piccolo campo visivo e senza alcun ingrandimento dell'immagine si sarebbe aggiunta la difficoltà* pratica della mira stessa.
    Anche l'utilizzo di un binocolo come nel bell'esemplare di The Blade ritengo che fosse puramente per uso di ispezione al di là* della trincea e non per uso di tiro. Tuttalpiù poveva essere d'aiuto dopo l'effettuazione del tiro per verificare se era andato a segno ma non di più.
    Non a caso io l'ho definito forse impropriamente salvavita, perchè credo che potesse essere utile soprattutto per capire come e se muoversi al di là* della trincea! [ciao2]

Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato