Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 37

Discussione: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Altro articolo oggi sul quotidiano l'Arena, che trascrivo per quando non sarà più disponibile online.
    Un bel riconoscimento per il Museo della seconda guerra mondiale del fiume Po di Felonica, Mantova e la Gotica Toscana (Scarperia, Firenze): finalmente si comincia a capire che le associazioni private di appassionati e reenactors spesso sono più competenti degli espertoni ministeriali accademici delle varie sovraintendenze...
    Un appello ai forumisti affiliati a queste associazioni: appena sapete qualcosa su questo mistero fatevi sentire, la vostra testimonianza sarà di inestimabile valore rispetto alle congetture giornalistiche.


    Erano sei, morti sotto una pioggia di bombe

    SVELATO IL MISTERO DI PORTA NUOVA. Ora gli esperti si occuperanno del restauro dei reperti più interessanti, capaci di raccontare altri dettagli. Si pensa a una mostra. Si tratta di tre soldati tedeschi, come indicano le piastrine, una giovane italiana, forse una sposa, e due civili. Lasciati nel cratere creato dall'ordigno

    Verona. Erano persone diverse. Per origine, lingua, storia personale. Ma la guerra incrociò i loro destini, e nel modo peggiore: con la morte sotto le bombe, a pochi passi dalla stazione di Porta Nuova, in una fredda giornata tra il '44 e il '45. I tre tedeschi, soldati di truppa. La giovane donna italiana, forse una sposina. E gli altri due civili: probabilmente italiani anch'essi, di cui forse una seconda donna, a giudicare dall'ossatura minuta. Sei corpi ammucchiati insieme in un'unica fossa che, con tutta probabilità, era il cratere lasciato da uno dei tanti ordigni alleati sganciati sopra lo snodo ferroviario. Li hanno trovati dopo 70 anni, scavando in piazzale XXV Aprile, nel cantiere per il parcheggio di fronte alla stazione. Fusi insieme, quasi, in un caos di ossa scomposte, con gli effetti personali erosi dal tempo e dalla terra. E ora quelle sei storie, quelle persone di cui ancora non si conosce il nome, riemergono dall'oblio con i loro oggetti di tutti i giorni. La fede al dito, le scarpe, la divisa o il soprabito, il rossetto nella borsetta, lo spazzolino da denti e la gavetta nello zaino militare. Ma l'operazione della memoria non finisce così, dopo due giorni di scavi ininterrotti, tra ieri e lunedì, ad opera di due associazioni storiche incaricate dalla Procura. Alle stesse associazioni, il Museo della seconda guerra mondiale del fiume Po (Felonica, Mantova) e la Gotica Toscana (Scarperia, Firenze), ora è demandato il restauro dei reperti più significativi prelevati in piazzale XXV Aprile. Simone Guidorzi, direttore e curatore del Museo di Felonica, e Filippo Spadi, segretario della Gotica Toscana, aiutati da una decina di volontari, hanno allineato gli oggetti ancora infangati su un panno bianco, mentre le ossa sono già state riposte in cassette. «La nostra attenzione si concentrerà su alcune cose che più di altre potranno svelare la storia dei defunti», spiegano. «Per esempio la piastrina identificativa di uno dei tre militari tedeschi», spiegano, indicando la sottile targhetta metallica, la cui superficie è illeggibile, ma chiaramente percorsa da un tratteggio che rendeva possibile spezzarla in due. Se il soldato periva sul campo di battaglia, metà piastrina veniva sotterrata con lui, l'altra metà inviata all'esercito. «Questo era il modo per certificare il “conteggio” dei caduti», spiegano i due esperti. Ma la targhetta del soldato di piazzale XXV Aprile è ancora intera: «Segno che non morì in combattimento, ma in una circostanza imprevista». E i resti umani? «È indubbio che i tre militari siano tedeschi. L'equipaggiamento ce lo conferma. Quindi è probabile che trovino sepoltura nel cimitero per soldati tedeschi di Costermano. Con qualche informazione in più, che potrebbe emergere dal restauro dei reperti, e con l'aiuto del Consolato, forse verremo a capo anche della loro identità. E si potrebbero, chissà, rintracciare anche i discendenti: non sarebbe la prima volta», aggiungono Guidorzi e Spadi. «Alle spoglie dei civili, per le quali è più difficile risalire ai nomi, dovrà pensare il Comune». I reperti, con il nulla osta della Procura, saranno portati via temporaneamente dalle due associazioni per essere lavati, ripristinati e analizzati. Facile che, alla fine, entrino a far parte della collezione dei musei di Felonica e Scarperia. «Ma è presto per deciderlo. Non escludiamo la possibilità di fare una mostra a Verona». Lorenza Costantino

    http://www.larena.it/stories/dalla_home ... a_di_bombe
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #22
    Utente registrato L'avatar di PoRiverCrossing
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    fiume Po
    Messaggi
    105

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Ecco qui di seguito la relazione stilata la sera del primo giorno di lavoro, Martedì 22 Gennaio 2013, ed inviata alla Procura della Repubblica di Verona.
    Ci tengo a postare quanto segue in quanto priva di "interpretazioni e fantasie giornalistiche".

    Simone

    "Breve relazione del giorno 22 Gennaio

    A seguito dello scavo effettuato in data 22 Gennaio è emerso quanto segue.
    Le sepolture sono risultate contaminate in almeno due passate occasioni: recentemente durante i lavori di scavo necessari per la costruzione del nuovo parcheggio e grazie ai quali è stato reso noto il sito, ma anche antecedentemente durante la costruzione di una condotta fognaria che ne risultava tangente. Per questo motivo i reperti sono emersi mescolati e quindi di difficile separazione e attribuzione ai singoli individui.
    Risulta certa la presenza dei resti mortali di tre individui maschi adulti, con ogni probabilità militari; di uno di questi è stato rinvenuto un piastrino di riconoscimento germanico oltre a numerosi oggetti riconducibili alle forze armate tedesche.
    È anche certa la presenza di resti mortali di una donna corredati da frammenti di indumenti e accessori civili. Questa è con ogni probabilità italiana.
    I resti delle divise e degli indumenti recuperati sono generalmente in lana o in panno, quindi farebbero presupporre per una data di decesso compresa tra il periodo autunnale e quello primaverile (1944-1945).
    Oltre ai resti ossei umani sono emerse ossa sottili e cave tipiche dei volatili, presumibilmente due polli.
    Lo scavo odierno ha interessato un’area ancora molto circoscritta e superficiale rispetto allo sbancamento già operato nel cantiere (in realtà il rinvenimento risulta profondo circa un metro e mezzo rispetto alla pavimentazione in asfalto del parcheggio preesistente).
    La tessitura della matrice del terreno permeabile ha favorito la circolazione dei fluidi interstiziali portando la completa decomposizione dei tessuti molli favorita dall’ambiente aerobico. La pavimentazione in asfalto costruita in un secondo tempo ha invece preservato il sito dalla percolazione dell’acqua piovana rallentando le decomposizioni successive.
    Il sopravvento dell’oscurità ha imposto l’interruzione dei lavori di recupero e il deposito dei materiali rinvenuti all’interno di un locale del cantiere (operazione avvenuta sotto la supervisione dei Carabinieri e del personale del Cimitero militare tedesco di Costermano).
    In fede
    Museo della Seconda Guerra Mondiale del fiume Po (Felonica - MN) e Gotica Toscana Onlus (Scarperia - FI)"

  3. #23
    Utente registrato L'avatar di PoRiverCrossing
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    fiume Po
    Messaggi
    105

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Ecco qui di seguito la relazione del secondo giorno di lavoro, Mercoledì 23 Gennaio 2013, conclusiva del lavoro e sempre inviata alla Procura della Repubblica di Verona.

    Simone

    "Breve relazione del giorno 23 Gennaio

    A seguito della prosecuzione dello scavo effettuato in data 22 Gennaio si comunica il termine dei lavori comprensivi dell’esame dell’area primaria e dell’area secondaria.
    Da una prima sommaria analisi dei resti umani rinvenuti risultano sepolti nella fossa comune almeno 6 corpi incompleti; si suppone la presenza di almeno una donna, unitamente ad almeno 3 militari di indubbia nazionalità tedesca. Tali affermazioni sono avvalorate dal ritrovamento di numerosi oggetti personali e di equipaggiamento ancora da analizzare in modalità definitiva (fedi nuziali, stivali militari, bottoni da uniforme, stoviglie, borraccia, spazzolini da denti, cinturone, piastino di riconoscimento militare, monete tedesche, ecc.. per quanto concerne la presenza dei militari tedeschi; fede nuziale, rossetti, calze, calzature da donna, cappotto civile da donna, specchietto, ecc… per quanto concerne l’eventuale presenza di una donna). Sono inoltre stati rinvenuti all’interno della fossa i resti di una valigia e resti di almeno due volatili, presumibilmente polli.
    Poiché la sepoltura è stata contaminata in passato si suggerisce l’affidamento di tutti i resti umani rinvenuti all’autorità competente (Polizia Mortuaria) per la separazione dei resti maschili e femminili ed altre indagini possibili all’identificazione.
    Per quanto riguarda il materiale di equipaggiamento e gli effetti personali si suggerisce la custodia temporanea allo scrivente museo, il quale produrrà una catalogazione ed identificazione, anche in virtù del pessimo stato di conservazione che impone una rapida analisi.
    Al termine dei due procedimenti qui sopra suggeriti i resti umani e di materiali riconducibili a militari tedeschi saranno consegnati al personale del Cimitero militare tedesco di Costermano, invece i resti umani e di materiale femminile saranno consegnati al Comune di Verona.
    In fede
    Museo della Seconda Guerra Mondiale del fiume Po (Felonica - MN) e Gotica Toscana Onlus (Scarperia - FI)"

  4. #24
    Utente registrato L'avatar di PoRiverCrossing
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    fiume Po
    Messaggi
    105

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Articolo apparso sul Corriere della Sera del 24 Gennaio

  5. #25
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Qualche considerazione personale in ordine sparso su questa vicenda:

    - questo ritrovamento sembra avere un'alone di mistero intorno a sè, essendo che questi poveracci, militari e civili, sono andati incontro al loro destino finendo la loro esistenza con ogni probabilità nel bel mezzo di un bombardamento aereo, uno degli innumerevoli che colpirono Verona nel biennio 1944-45, in quello che era allora come oggi l'ampio piazzale davanti alla stazione ferroviaria principale della città, crocevia di traffico importantissimo, e proprio per questo fatto così tanto oggetto delle attenzioni nemiche.

    Una morte atroce e stupidamente beffarda allo stesso tempo.

    Chi si interessa un po' di storia in generale, pur non essendo esperto su questo periodo come me, è magari portato a pensare paradossalmente che, nonostante tutto, i bombardamenti fossero gestiti da parte di chi li subiva in un modo, per così dire, "ordinato": nelle città, c'erano i centri di avvistamento, in teoria suonavano con un certo preavviso gli allarmi, si correva ai rifugi che pur con tutte le loro carenze coprivano bene o male tutti i punti della città. Poi ovviamente in realtà questi rifugi erano perlopiù le cantine delle case, e se colpite direttamente da una bomba non avevano speranze di resistere. Ma si pensa appunto che più o meno tutti avessero modo di arrivare a rifugiarsi: questi evidentemente, per qualche motivo, non ci sono riusciti. Viaggiavano forse su un treno da poco fermatosi in stazione?

    - Possibile che, magari buttatisi a terra per ripararsi, siano stati sepolti da una massa di terra spostata dalle deflagrazioni, e quindi finito il bombardamento nessuno si sia accorto di loro. I militari tedeschi saranno stati dichiarati dispersi. Oggi ci saranno pure delle liste da consultare, sia per militari e civili. Relativamente a questi ultimi, non saranno stati pubblicati appelli sui giornali, all'epoca?

    - E' strano che per i 3 militari sia stata rinvenuta solo una semiautomatica come unica arma. Gli altri 2 erano in giro completamente disarmati, cosiderato il periodo? Nemmeno la baionetta al fianco, anche fossero stati militari di truppa dotati del solo Kar. 98? Possibile ovviamente che le altre armi siano state sbalzate via, sepolte altrove o successivamente rinvenute.

  6. #26
    Utente registrato L'avatar di PoRiverCrossing
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    fiume Po
    Messaggi
    105

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Citazione Originariamente Scritto da Festungsartillerie
    Qualche considerazione personale in ordine sparso su questa vicenda:

    - Possibile che, magari buttatisi a terra per ripararsi, siano stati sepolti da una massa di terra spostata dalle deflagrazioni, e quindi finito il bombardamento nessuno si sia accorto di loro. I militari tedeschi saranno stati dichiarati dispersi. Oggi ci saranno pure delle liste da consultare, sia per militari e civili. Relativamente a questi ultimi, non saranno stati pubblicati appelli sui giornali, all'epoca?
    Il sito scavato è sicuramente relativo ad una sepoltura, ovviamente temporanea ed effettuata non da militari tedeschi. Questo per il luogo, per come sono stati ritrovati i resti umani e perchè il piastrino è risultato completo e non spezzato in due parti.
    Ora si sta lavorando sull'anello d'oro (compare il codice del fabbricante) e sul piastrino (già restaurato e perfettamente decifrabile). Quest'ultimo dovrebbe portare al nome del militare (sempre che tale documentazione non sia andata persa nell'incendio del Deutsche Dienststelle o WASt di Berlino) e quindi alla data in cui è risultato disperso. Da questa data si ricercheranno eventuali commilitoni dichiarati dispersi con lui e si ricercheranno civili dispersi in occasione di bombardamenti a Verona.

    Citazione Originariamente Scritto da Festungsartillerie
    Qualche considerazione personale in ordine sparso su questa vicenda:

    - E' strano che per i 3 militari sia stata rinvenuta solo una semiautomatica come unica arma. Gli altri 2 erano in giro completamente disarmati, cosiderato il periodo? Nemmeno la baionetta al fianco, anche fossero stati militari di truppa dotati del solo Kar. 98? Possibile ovviamente che le altre armi siano state sbalzate via, sepolte altrove o successivamente rinvenute.
    Dobbiamo tenere conto che si trattava di retrovie, quindi ci sta che fossero armati poco o addirittura disarmati (pensiamo al personale impiegato in uffici o nella logisica in generale).

    Simone

  7. #27
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,810

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Non deve stupire il fatto che molti soldati girassero disarmati.
    Come ha spiegato Simone, era una prassi abbastanza diffusa, specialmente nelle retovie.
    Ho conosciuto personalmente un reduce tedesco che, di stanza a Rolo tra il 1944/1945, frequentò per tantissimi anni il paese, nel dopoguerra. Mi ripetè spesso che aveva al fianco la fondina per la pistola, ma che la stessa era desolatamente vuota.
    Era ben voluto da tutti, tanto che una notte di nebbia, mentre si recava in stazione (era addetto alle comunicazioni) venne fatto cadere in bicicletta dai partigiani (...lo volevano disarmare...) ma accortisi che era Pietro (si chiamava Peter) si scusarono con lui e lo aiutarono a risalire sulla bici. Ovviamente nn lo disarmarono in quanto la pistola nn l'aveva!!!
    Andò pero peggio a due motociclisti tedeschi il 26 febbraio 1945, anche quelli vennero fermati per disarmarli ma la loro fondina era vuota. Gli presero le due motociclette.....ma nn ebbero la stessa fortuna di Pietro.

    Ma a parte questo, ho letto davvero con molto interesse la storia legata al ritrovamento di questi resti, speriamo si riesca a risalire, per quanto possibile, alla loro indentità e a distanza di tanti anni dare loro una degna sepoltura.
    Noi anni fa riesumammo i resti di due soldati tedeschi, sepolti nelle nostre campagne (...e tanti ancora ce ne sono...). Tramite la Prefettura fu informato il Consolato tedesco, la cosa andò per le lunghe e alla fine li tumulammo nel nostro cimitero, dove riposano assieme ai nostri morti.
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  8. #28
    Utente registrato L'avatar di PoRiverCrossing
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    fiume Po
    Messaggi
    105

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Le indagini ed il restauro sui reperti rinvenuti nel corso dello scavo stanno proseguendo.
    Sarà fondamentale, più d'ogni altro elemento, la risposta in merito alla spedizione a Kassel in Germania del piastrino militare di riconoscimento. Da questo si desumerà, oltre al reparto ed al nominativo del militare tedesco, la data nella quale venne dato per disperso e quindi la contestualizzazione dell'evento e il via alla ricerca, ardua, sui dispersi civili.

    Simone

  9. #29
    Utente registrato L'avatar di PoRiverCrossing
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    fiume Po
    Messaggi
    105

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    A seguito dell'assegnazione da parte della Questura di Verona e dell'inizio del restauro del reperto, dalla fondina è uscita una FN Model 1922...
    I restauri proseguono.

    Simone

  10. #30
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Grazie di tenerci informati, sulla pistola tutte le previsioni erano sbagliate, niente Sig Sauer nè Walther quindi, ma una pistola belga. Speriamo si arrivi all'identificazione dei caduti.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •