Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 37

Discussione: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Una notizia apparsa sui media locali veronesi oggi riporta il ritrovamento dei resti di alcuni caduti della 2° Guerra Mondiale, effettuato in occasione di un lavoro di scavo per un nuovo parcheggio sotterraneo sul piazzale della Stazione di Porta Nuova.
    Oltre ai resti ossei sono stati rinvenuti elementi di equipaggiamento individuale e una pistola semiautomatica contenuta nella sua fondina.
    Un mistero come dei caduti siano potuti giacere oltre 65 anni in un luogo frequentatissimo di una città come Verona; al riguardo il quotidiano l'Arena avanza anche delle ipotesi, nell'articolo che qui trascrivo per quando non fosse più disponibile online:

    Scavi alla stazione, di tre persone le ossa ritornate alla luce

    IL CASO. Il nodo ferroviario di Porta Nuova spesso bombardato dagli alleati nel 1944. I lavori non saranno interrotti. La ruspa ha riportato alla luce tre teschi, bottiglie, stivali e una pistola semiautomatica con fondina. Spunta anche una bomba d'aereo: oggi sopralluogo

    Verona. Un cucchiaio. È lui a far suonare il metal detector, nel piazzale di stazione Porta Nuova a soqquadro per il cantiere del parcheggio sotterraneo. Ma gli operai ancora non lo sanno. «L'ennesima scheggia di bomba», pensano invece. In un angolo ne hanno già accumulata una catasta, di queste lamiere sbrindellate, testimoni color ruggine degli ordigni piovuti dai bombardieri alleati tra l'Armistizio e la Liberazione. Il sottosuolo attorno alla stazione è disseminato di frammenti, ma non è questo il problema. L'importante è non trovare una bomba inesplosa. Quella sì che sarebbe una grana. Ferma i lavori, chiama gli artificieri, evacua la zona? È già successo un anno fa. E così, sperando si tratti dell'ennesimo pezzetto e non dell'ordigno tutto intero, il ruspista manovra il braccio meccanico con la massima cautela. Nel gergo del cantiere si dice "sbennare": grattare il terreno con i denti della benna. Giù e giù, fino a un metro sotto il livello dell'asfalto. Ecco, si vede. La ruspa si blocca, gli operai si affacciano stupiti attorno allo scavo. Non è una bomba. Non è nemmeno una scheggia. È un cucchiaio. E poi una vecchia borraccia di vetro, anzi metà: quella col tappo, il resto è andato in frantumi. Una torcia. Una lente rotonda, forse di cannocchiale. Una bottiglia verde con impressa sul vetro la scritta "Ferro-China. Milano": il vecchio liquore Bisleri che si usava anche come ricostituente. Cinture di cuoio. Un rudimentale spazzolino da denti. Stivali neri consunti, ancora calzati. Di quelli di pelle liscia, senza lacci, del tipo in dotazione all'esercito tedesco della Seconda Guerra mondiale. Brandelli sbiaditi di divisa militare. E dentro una fondina infangata, una pistola semiautomatica. Dal ventre di piazzale XXV Aprile, intitolato alla Liberazione dall'occupazione nazifascista, mercoledì pomeriggio sono venuti alla luce gli scheletri di tre soldati col loro piccolo bagaglio di oggetti personali. Sì, soldati: questo appare subito verosimile agli operai del cantiere, e poi all'archeologo che sempre dev'essere chiamato quando dal terreno emergono resti del passato. Anche se i resti, come in questo caso, sono le spoglie di tre persone vissute nella storia recente, e morte probabilmente una settantina d'anni fa, sul finire della seconda guerra mondiale. Sia chiaro: ipotesi tutte da confermare nel corso della prossima settimana, quando gli esperti verranno ad analizzare il ritrovamento, scavando ulteriormente per vedere se gli scheletri abbiano altri commilitoni seppelliti. Le ossa sono scomposte. Tra un caos di femori e tibie ci sono, vicini, tre teschi di cui uno fratturato. Le orbite sono piene di terra. Ma i denti, non si può fare a meno di notarlo, stanno ancora tutti al loro posto, allineati, bianchi. E viene da pensare che si trattasse di gente giovane, molto giovane. Perché sono lì, un metro sottoterra sul lato ovest del piazzale, accanto a ciò che resta dei giardini smantellati dai lavori? E chi (o cosa) li ha uccisi? Il terreno, proprio in quel punto, presenta uno strano colore grigiastro. Forse testimonianza dello scoppio di una bomba. I tre potrebbero essere morti a causa della deflagrazione. O magari quel buco non è che una fossa: una fossa comune dove qualche mano pietosa depose i cadaveri di militari ignoti. Se dell'esercito italiano o tedesco è difficile capirlo. I fragili brandelli di divisa ormai hanno assunto il colore della terra e della muffa: impossibile anche solo intuirne la tinta originaria. Gli alti stivali di cuoio nero, di forma tubolare, senza lacci, con suola e tacco robusti, fanno pensare ai tedeschi. La bottiglia milanese di Ferro-China agli italiani. E agli alleati rimanda lo spazzolino da denti, che solo negli Stati Uniti era già prodotto in massa, tanto da rientrare nell'equipaggiamento militare. Nulla ancora, però, esclude che possa trattarsi di civili colpiti dal bombardamento o di irregolari o di contrabbandieri del mercato nero. Ma la risposta potrebbe arrivare dalla pistola, chiusa in un sacchetto di plastica dalla polizia scientifica, che la esaminerà. Una processione di esperti si recherà, nei prossimi giorni, a far "visita" agli ignoti personaggi. Il ritrovamento, comunque, non bloccherà i lavori di Grandi Stazioni. L'area del ritrovamento, un fazzoletto di terra tre metri per tre all'interno del cantiere di corso Porta Nuova, è stata recintata. E le spoglie ricoperte con un telo bianco. A tarda sera si è saputo che a poca distanza da quei poveri resti è stata trovata una bomba d'aereo. Dopo l'ispezione dei Genieri, che sarà stamani, ne sapremo di più. (Lorenza Costantino)

    Leggibile qui:

    http://www.larena.it/stories/dalla_home ... alla_luce/

    La foto che lo accompagna:
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Altro articolo su questo rinvenimento sull'Arena di oggi:

    Ora è caccia alle piastrine dei tre soldati

    LA STORIA CHE RITORNA. Recintata la zona dove mercoledì sono stati scoperti i resti degli uomini in divisa durante i lavori nel cantiere della stazione di Porta Nuova. Incaricato un pool di archeologi per dare un nome ai militari, morti in un bombardamento della Seconda guerra mondiale

    Verona. Tre persone. Tre storie ancora avvolte nel mistero. E tre famiglie ad aspettare un ritorno che non avvenne mai. Perché di certo quei soldati che giacciono in piazzale XXV Aprile, dei quali rimangono solamente le ossa e pochi oggetti personali, avevano dei genitori. Forse delle fidanzate o mogli. Forse anche dei figli. L'enigma sulla loro identità potrebbe svelarsi la settimana prossima, quando un team di archeologi scaverà ulteriormente attorno agli scheletri, nella piccola area recintata all'interno del cantiere di stazione Porta Nuova. Dalla terra potrebbe riemergere, chissà, la piastrina con nome, cognome e matricola che ogni militare doveva portare con sé. E allora, dopo settant'anni, i parenti o i discendenti di quei tre soldati (o due? o uno e due civili?) saprebbero la verità. I loro cari sono morti lì, probabilmente uccisi in uno dei tanti bombardamenti sul principale scalo ferroviario di Verona tra l'autunno del 1943 e l'aprile del 1945, a pochi passi dai binari sui quali forse speravano di fuggire. Il ritrovamento delle spoglie è avvenuto mercoledì pomeriggio, nel corso dei lavori per la realizzazione del parcheggio interrato tra il palazzo della stazione di Porta Nuova e il Tempio Votivo. Gli operai stavano portando avanti la minuziosa ispezione del piazzale con il metal detector, necessaria a rilevare l'eventuale presenza di ordigni bellici inesplosi. Una prima bomba, infatti, era saltata fuori nel novembre del 2011; una seconda è stata rinvenuta giovedì e dovrà essere prelevata e fatta brillare dagli artificieri. All'estremo ovest del cantiere, vicino ai giardinetti sconquassati dai lavori, il sensore ha suonato. Si pensava all'ennesima scheggia di bomba: ce ne sono a migliaia nel sottosuolo attorno alla stazione. Invece, scavando per un metro sotto il livello dell'asfalto, gli operai hanno capito che si trattava di posate ormai arrugginite. Parte dell'equipaggiamento di tre soldati. Poi, una borraccia con tappo a vite, una torcia, una bottiglia del vecchio liquore Ferro-China. E stivali neri, di cuoio liscio, senza lacci: il reperto meglio conservato, che rimanda alle calzature di qualità in dotazione all'esercito tedesco della seconda guerra mondiale. Sicuramente tedeschi ce n'erano molti, a controllare stazione Porta Nuova, perché il movimento ferroviario era di fondamentale importanza. Nel sepolcro estemporaneo, accanto agli scheletri, è stata trovata anche una pistola. Un elemento importante per ottenere qualche dettaglio in più su chi la possedeva. La polizia scientifica l'ha prelevata, chiusa in una busta di plastica, e portata nei propri laboratori. Lo scopo, trattandosi di un'arma, era di escluderne la possibile pericolosità. Ma l'arnese è assai malridotto, praticamente incollato alla custodia infangata in cui era inserito. «Stabilito che la pistola è innocua, l'abbiamo lasciata nella sua fondina. Maneggiarla ulteriormente avrebbe significato distruggere il reperto, che invece sarà ceduto a un ente in grado di esaminarlo sotto il profilo storico», spiegano dalla Questura. Per ora, si sa solo che si tratta di un modello semiautomatico. La fondina presenta lo spazio per il caricatore di scorta. Però sembra da escludere si tratti di una pistola tedesca: una Luger o una Mauser dalla caratteristica canna lunga. La sagoma è tozza, assomiglia piuttosto a una Beretta. Il luogo del ritrovamento è transennato, un telo bianco ora ricopre le spoglie dei tre corpi, della cui storia forse si scriverà nei prossimi giorni l'ultimo capitolo. (Lorenza Costantino)

    leggibile qui:

    http://www.larena.it/stories/dalla_home ... e_soldati/

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    106

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Incredibile... almeno adesso quei corpi avranno degna sepoltura e non sono più dei dispersi anche se ormai sono passati 70 anni e i familiari che tanto avevano dato per cercarli ora probabilmente non ci sono più o sono in avanzata età...

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    E' davvero incredibile che vengano fuori resti di caduti da luoghi così strani!
    Almeno potranno riposare in un posto degno del loro stato...

    Anche sulla Gotica la scorsa settimana hanno recuperato un paio di tedeschi...
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di gotica68
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    toscana
    Messaggi
    1,422

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Anche sulla Gotica la scorsa settimana hanno recuperato un paio di tedeschi...[/quote]

    ancora Passo della Raticosa?

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Armata Sarda
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,615

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    LA berretta 34 non esclude che possano essere tedeschi..la usavano volentieri!
    Le imbecillità in Italia fanno sempre rumore. (Indro Montanelli)

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Ragionando sulla presenza di un'arma si potrebbe ipotizzare che si tratti di caduti durante un bombardamento, magari sepolti da successive esplosioni.
    Se fossero caduti in un combattimeto od in un'esecuzione sicuramente quell'arma non sarebbe rimasta li.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Aggiungo le immagini tratte dal giornale L'Arena di venerdì 11.
    Questa mattina al bar con gli amici ho dato un'occhiata veloce al giornale e se non mi ricordo male mi pare di aver letto che ipotizzano sia una PPK Walther.

    [attachment=4:3g2nm9l6]1.jpg[/attachment:3g2nm9l6]

    [attachment=3:3g2nm9l6]2.jpg[/attachment:3g2nm9l6]

    [attachment=2:3g2nm9l6]3.jpg[/attachment:3g2nm9l6]

    [attachment=1:3g2nm9l6]4.jpg[/attachment:3g2nm9l6]

    [attachment=0:3g2nm9l6]5.jpg[/attachment:3g2nm9l6]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    luciano

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di Artmont
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Friuli
    Messaggi
    350

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    ppk no.
    per me è una CZ27 (questa è la mia)
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089

    Re: Scoperta resti caduti 2 g.m. a Verona

    Direi che non ci sono molti dubbi... immagine dalla rete
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •