Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Sempre a proposito di THEVENOT

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    40

    Sempre a proposito di THEVENOT

    Ciao a tutti e..Buon anno, volevo ricollegarmi all'argomento Thevenot portato in risalto tempo fa da PEO e INGE con una esposizione dei restauri effettuati su reperti simili. Complimenti a tutti e due .
    Tempo fa in una grotta di guerra austriaca del Carso un mio amico ha trovato questo esemplare. Non mi sembra male, le alette sono in buono stato, la testata presenta due delle tre viti staccate ma restaurabili. Sono stati tolti i rimasugli, oramai fradici, della carica interna. Dopo questa sommaria pulizia all'interno della calotta si riesce ancora a leggere un marchio " WR " (vedi foto). Qualcuno sa a cosa si riferisce?
    Ora vorrei ristrutturare il tutto e siccome sono un novellino del Forum vorrei chiedere un consiglio:
    Dopo aver ripristinato le superfici esterne ora semi-arrugginite mi consigliate di dare soltanto una leggera mano di vernice trasparente oppure sarebbe meglio ripristinare il colore nero opaco che ancora si intravvede in alcune parti ?
    -----
    Come potete notare al pezzo mancano le parti superiori l'innesco con ballerina e bicchierino di sicurezza.
    Lancio pertanto un appello a chi può aiutarmi (non ho ancora frequentato mercatini) nel reperimento di questi particolari. Vi sarei molto grato. Un grazie anticipato.

    Sull'andamento di tale restauro naturalmente vi terrò documentati
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    953

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    per le parti mancanti le puoi trovare facilmente per pochi euro, il barattolo copri elica l'ho gia dato a peo e mi dimentico sempre di tirarne su altri la prossima volta devo ricordarmi
    occhio che la bombardina thevenot aveva una sua spoletta a elica leggermente diversa da quella delle ballerine, quella apposita si vede bene nell'esemplare di Inge
    avanti forza paris

    art.52 della Costituzione Italiana
    La difesa della Patria e' sacro dovere del cittadino. Il servizio militare e' obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, ne' l'esercizio dei diritti politici. L'ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.

  3. #3
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    Sembra piuttosto ben messo!
    Quando avrai tolto quel poco di ossido puoi fare delle prove su di una piccola porzione con vernice trasparente satinata (l'aspetto del pezzo non pare del tutto opaco) oppure opaca.
    Quando avrai trovato la gradazione giusta tratti tutte le superfici.

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    40

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    Grazie amici per il Vostro intervento. cercherò di far tesoro dei suggerimenti ricevuti e poi metterò anche un po' del mio.
    Se per caso vi imbattete in qualche accessorio del terminale fatemelo sapere (come dicevo sono nuovo e non ho mai frequentato mercatini).

    Avrei ancora due domande:
    a- Se esistono più tipi di tale ordigno, questo che tipo è ?
    b- Si può trovare un disegno in sezione in modo da poter vedere lo schema del percussore e del detonatore ?

    Grazie infinite

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    26

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    se ha i 3 bullomcini è la esplosiva ,prima versione a tondini seconda a guscio a frattura prestabilita , se tutta saldata a stagno incendiaria.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    40

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    Grazie ABU per la risposta.
    Conosci per caso anche la sigla?

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    942

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    Per il restauro del tuo io ti consiglierei di girare un po' per i mercatini dei recuperanti (tipo a Zenson o sull'Asolone) e cercare un rudere di thevenòt che abbia la parte sommitale sana... a volte ce ne possono essere... Idem per il tappo, di quelli ne ho visti l'ultima volta sull'Asolone, a meno che non ci pensi Frasche!
    L'elichetta in se comunque è identica a quella della ballerina ma l'innesco è più lungo e con l'anello sommitale zigrinato per l'avvitamento più largo e basso, di conseguenza anche l'asta filettata del percussore solidale all'elica è più lunga.
    Ti allego uno schema trovato nel web dove puoi vedere l'incendiaria e l'esplosiva.
    Ciao.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Inge

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    40

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    Non c'è proprio nessuno che mi sappia dare informazioni riguardo quella scritta nella calotta ?
    Grazie

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    508

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    Citazione Originariamente Scritto da ELI
    Non c'è proprio nessuno che mi sappia dare informazioni riguardo quella scritta nella calotta ?
    Grazie
    difficile da poter catalogare come del resto buona parte dei marchi....sicuramente prodotte dai francesi che le hanno inventate e penso costruite dagli italiani che le hanno adottate....e nei libri spesso non ci sono riferimenti sui produttori.
    alpino
    Partecipo a rievocazioni storiche WWI con mortaio Stokes, ricevo contatti via MP.

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    508

    Re: Sempre a proposito di THEVENOT

    ci sono anche molte varianti sulle alette della coda....alette con rinforzo ad angolo, con rinforzo in diagonale, con marchi di produttori in rilievo.....e anche sui tappi che proteggevano l'elica....
    by alpino
    Partecipo a rievocazioni storiche WWI con mortaio Stokes, ricevo contatti via MP.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato