Pagina 8 di 9 PrimaPrima ... 6789 UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 88

Discussione: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

  1. #71
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Fritz,dipende da come uno la prende sta cosa....se uno viene nel tuo gruppo è vuole fare rievocazione seriamente secondo i vostri criteri,è giusto che lo cazziate se si presenta come albero di Natale,altrimenti penso di no,tutto qua.
    Barba e pizzetti ne parleremo ancora,ne sono sicuro
    Si,vero,ne abbiamo parlato anche di me,e non la pensiamo allo stesso modo.Peccato,una capatina al vostro stand vestito da crucco l'avrei fatta.....ma la roba originale non al volete......

  2. #72
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,374

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Salve.
    Capisco e comprendo l'approccio di Die Nadel, tengo però a precisare quanto segue.
    Quello che vorrei fare notare è che si trattava solamente di una serata tra amici dedicata al ritrovarsi per quattro chiacchiere in compagnia davanti ad una buona tavola imbandita; a mio parere, forse errato ma da rispettare, non si trattava di reenaction.
    La serata era a tema militare fino al 1945, ognuno che ne aveva la possibilità* e la voglia si è vestito di conseguenza. Se un invitato desiderava mettersi una (o la) sua replica, lo ha fatto pienamente nel suo diritto; chi voleva mettersi una sua (o la) originale, lo ha fatto altrettanto liberamente; chi voleva venire in borghese lo ha fatto,
    La scelta è soggettiva, se uno vuole vestirsi da americano come da carrista come da granatiere come da pilota, dipende esclusivamente dalle sue disponibilità* di materiale e dal suo gusto.
    Barbe e baffi sono una scelta individuale da capire ed eventualmente da non condividere; il discorso "adipe" credo che dipenda solo da un'alimentazione robusta con poca attività* fisica, niente di più.
    Anche perchè se per vestirsi si dovesse scegliere in funzione di costituzione, età*, onor di mento, cognome ecc, allora dovevo rappresentare un partigiano
    Senza polemica alcuna sia chiaro
    Plinio

    P.S. La mia scelta è dipesa in parte dalla richiesta del padrone di casa e in parte dalla serata estremamente piovosa, in quanto il mio carrista è l'unico con l'impermeabile in dotazione

  3. #73
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Altri pizzi ...e il signore in questione, piuttosto conosciuto, non si può dire che sia un imboscato nè di seconda linea.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #74
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Citazione Originariamente Scritto da Die Nadel
    Allora dividiamo le risposte un pò per tutti:

    Per chi mi criticava la storia di barbe e pizzetti: i baffi, specialmente quelli di foggia simili al Fuhrer, erano tollerati ma non barbe e pizzi, la maggior parte delle foto mostrate sono di soldati di prima linea, gente che comunque teneva la mano sul fucile e non sulla cucitura dei pantaloni per così dire, e non è che abbiano proprio pizzi, hanno incolutra della barba in generale, magari più marcata nella zona attorno la bocca; mentre quelle poche relativamente che ho visto che mi avete mostrato sono ocmunque di soldati e/Ufficiali e Sottufficiali di seconda linea, magari di posti in cui il regolamento veniva guardato entro un certo limite o comunque passato, (non è anomalo vedere o aver sentito di libere interpretazioni anche nelle divise di membri di reparti di seconda linea o di "imboscati").
    Nel reenactment comunque non ci si può permettere simili libere scelte, perchè comunque dà* più un impressione migliore vederti uno indossante divisa Tedesca con il giusto taglio di capelli e la barba fatta, che non uno con i capelli alla anni 60 e la barba da Gandalf.

    Per chi ha mostrato la foto dei giovani pluridecorati dal Fuhrer: embè, cosa mi vuole dire? comunque bisognerebbe avere un pò di decenza e rispetto verso almeno chi per quelle medaglie ci ha combattuto veramente e ci è morto, io non dico indossarle, ma quantomeno "guadagnarsele" in un certo modo, (passatemi il termine), come può essere per esempio: il distintivo di ferito lo si può portare in caso ci si faccia male durante un raduno, il distintivo d'assaltatore se ho fatto tot battaglie rievocative, ecc. questo secondo me è un buon modo


    Per Odilo: Capisco ciò che intendi ma io parlo per l'Italia, il paese in cui risiediamo, non si può pretendere che anche i Giapponesi siano attinenti e facciano solo i Giapponesi, per quanto riguarda i Fallschirmjager con tratti mediterranei dico semplicemente che se però hanno l'età* giusta, il fisico giusto e la portanza giusta non è che ci sono problemi, nella LW non stavano a guardare se uno era del sud o meno.
    Saluti
    Die Nadel
    Ciao,
    credo tu abbi voluto rispondere a me


    1. riguardo a barbe e pizzetti, la tua mi sembra una libera interpretazione personale. Ho visto foto di ogni genere di soldato con barba e pizzetti. Dalla Marina all'Aviazione, dalle SS ai gebirgsjäger. Prima e seconda linea. In prima linea probabilmente per l'impossibilità* di rasarsi ed altrove presumo io, per merito e distinzione. Non so se tu hai fatto il servizio militare, ma funzionava così anche da me: solamente dopo un certo periodo (12 mesi) potevi permetterti il pizzo: era un segno distintivo dei soldati "anziani". Io credo che anche per i tedeschi vigesse qualcosa di simile: guarda la foto che ho postato sopra e pensa agli equipaggi degli U-Boot.

    2. Serio o meno, anche il reenactment resta un gioco da adulti. Tu parli di rispetto e decenza, e poi mi dici dei criteri per guadagnarsi delle decorazioni per le quali i soldati, quelli veri, si pigliavano baionettate e si facevano portar via gambe e braccia per poterle indossare (e probabilmente ne avrebbero fatto a meno!). Non ti pare un controsenso? E' implicito che rispetto l'opinione di tutti, ma per amor di discussione, ti dico che non sono d'accordo. Per quanto perfetta possa essere la rappresentazione, tale resta.

    3. Seguendo il tuo filo logico della ricostruzione realistica, ti stai contraddicendo di nuovo: un fallschirmjäger con tratti mediterranei marcati stona come un norvegese vestito da antico romano o mammutones sardo...

  5. #75
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    26

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Vestirsi da tedeshi,americani,giapponesi,italiani,indiani o marocchini,comporta sempre una precisa consapevolezza storica.Tutti questi "feticci" (belli,brutti,costosi,originali,repro,ecc. ecc.),sono simboli di potere,glorie belliche,possato più o meno lontano;ma anche simboli di sofferenza sul campo di battaglia,privazioni per i soldati.Per questo motivo,che si tratti di una cena tra ragazzi,una cena di gala,oppure una notte in bosco da reenactors,non bisogna mai oltrepassare la realtà* (passata) con il libero arbitrio.
    La storia insegna a noi,non viceversa.
    Dico questo da appassionato del settore e non da figurante.

  6. #76
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Sintetico ma diretto,come da "presentazione".
    Hai espresso alla perfezione il tuo pensiero,ed hai detto cose su cui riflettere.....

    La storia insegna a noi,non viceversa.
    Molto bella questa frase

  7. #77
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    26

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Citazione Originariamente Scritto da MULON
    Sintetico ma diretto,come da "presentazione".
    Hai espresso alla perfezione il tuo pensiero,ed hai detto cose su cui riflettere.....

    La storia insegna a noi,non viceversa.
    Molto bella questa frase
    Ho il vizio di fare quello che dico e dire quello che penso.....nulla di più.

  8. #78
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Citazione Originariamente Scritto da Il Magliaro
    Citazione Originariamente Scritto da MULON
    Sintetico ma diretto,come da "presentazione".
    Hai espresso alla perfezione il tuo pensiero,ed hai detto cose su cui riflettere.....

    La storia insegna a noi,non viceversa.
    Molto bella questa frase
    Ho il vizio di fare quello che dico e dire quello che penso.....nulla di più.
    "Brutto vizio"
    Ovviamente scherzo

  9. #79
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    455

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Per quanto riguarda l'epoca sono daccordo con Fritz, i pizzetti erano tollerati solo in determinate truppe (gebirgsjager) e solo in pochii casi.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #80
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    455

    Re: Serata conviviale a Opicina (Trieste)

    Interessante questo argomento su barba/pizzetti e fisicità*, aggiungo una foto divertente.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 8 di 9 PrimaPrima ... 6789 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato